Cosa vedere a Bruxelles in un giorno

Bruxelles è una città dallo spiccato profilo verde, come testimoniano i circa 600 ettari di parchi pubblici e i quasi 2000 ettari di boschi e foreste. Bruxelles è la capitale del Belgio ma anche la sede dell'Unione Europea. Ecco i nostri suggerimenti su cosa vedere a Bruxelles in un giorno.

Atomium, Bruxelles (c) www.atomium.be - SOFAM 2018 - alexandrelaurent.com / Gaëtan MiclotteAtomium, Bruxelles (c) www.atomium.be - SOFAM 2018 - alexandrelaurent.com / Gaëtan Miclotte

Bruxelles è una città dallo spiccato profilo verde, come testimoniano i circa 600 ettari di parchi pubblici e i quasi 2000 ettari di boschi e foreste. Ed è anche la città dell’Unione Europea, la casa comune di tanti stati, i cui rappresentanti si riuniscono in un palazzo dalle linee insolite e curiose, che la gente ha simpaticamente ribattezzato il “Caprice de Dieux” per via della  somiglianza con la nota marca di formaggio.

Non è semplice visitare Bruxelles in un giorno. Tuttavia, in questa breve guida, proviamo a suggerire i punti di interesse di Bruxelles, capitale del Belgio.

Cosa vedere a Bruxelles in un giorno

La capitale belga è ricca di bellezza disseminata ovunque, grazie agli edifici caratteristici e sontuosi, tuttavia vi sono luoghi moderni ma altrettanto particolari che meritano una visita, come ad esempio l’Atomium, nel Parco Heysel, un vero monumento di Bruxelles. Si tratta di un modello molecolare in acciaio costituito da 9 sfere che non è altro che la riproduzione di un cristallo di ferro ingrandito. La struttura è da mozzare il fiato, con i suoi oltre 100 metri d’altezza; ammirarlo di sera, illuminato, è ancora più suggestivo. E’ possibile anche salire fino alla sfera più alta, dove c’è persino un punto ristoro.

Un viaggio a Bruxelles non può dirsi tale se non ci si sofferma in un caffè birreria a sorseggiare un buon bicchiere di birra belga, fiore all’occhiello dell’ottima offerta enogastronomica del territorio: qui i laboratori di birra artigianale sono vere e proprie autorità in fatto di produzione del nettare d’oro. Per gli astemi a caccia di sapori tipici c’è comunque una buona consolazione: a Bruxelles anche il cioccolato è particolarmente gustoso, tanto da avere uno spazio d’onore grazie all’organizzazione dei Tour di Bruxelles “al cioccolato” e all’apertura del Museo del Cacao e del Cioccolato.A quanto pare, dunque, Bruxelles è una città dolcissima, ironicamente pungente e aperta al nuovo.

Manneken Pis

La qualità della vita a Bruxelles è alta, tanto quanto la calda accoglienza riservata ai visitatori. Centro di vivacità culturale e di influenze cosmopolite, la capitale del Belgio si è andata via via caratterizzando come ambiente gioviale e ironico, ben simboleggiato dalla mascotte della città: la statua in bronzo del Manneken Pis, letteralmente “ragazzetto che fa pipì”.

La statuina, nel centro storico della città, simboleggia lo spirito indipendente, a tratti strafottente nel senso più ironico del termine, degli abitanti.

Grand Place, Bruxelles ®Visit Brussels - Eric DanhierGrand Place, Bruxelles ®Visit Brussels - Eric Danhier

A dispetto della sua simpatica e sfrontata mascotte, Bruxelles è invece molto raffinata, preziosa e maestosa; la città ha una zona centrale, detta Pentagono, che si divide in Città Alta e Città Bassa. Grand’Place è la centralissima piazza simbolo di Bruxelles, una delle più belle del mondo, ricca di sfarzo architettonico voluto delle antiche corporazioni cittadine e delle istituzioni locali dell’epoca.

Bar, locali e birrerie a Bruxelles

Lo sguardo qui fa fatica a scegliere quale sia il particolare più bello, vista la maestosità e importanza degli edifici. La piazza è situata all’interno di un dedalo di stradine che, tutte insieme, formano la Ilot Sacre, in cui è piacevolissimo trascorrere del tempo in uno dei numerosi bar, locali e birrerie. Anche Piazza Sablon è molto bella, con i suoi edifici barocchi ricchissimi di bottegucce e di negozietti di antiquari: la merce non è offerta esattamente a buon prezzo però la garanzia è assicurata e la qualità anche.

Mercato delle Pulci a Bruxelles

Bruxelles non è solo lusso ma anche zone più spartane: ne è esempio Marolles, quartiere operaio in cui si svolge il famoso Mercato delle pulci, in Place de Jeu de Balle. Nella Città Vecchia si respira invece tutta un’altra aria: qui ferve la vita lavorativa di organismi internazionali, giornali, Commissione Europea, Parlamento Europeo e multinazionali. Conseguentemente il fermento è tutto nei giorni infrasettimanali, mentre nel weekend la zona è appare svuotata.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Belgio Bruxelles iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*