Cosa acquistare e dove divertirsi in Inghilterra

Gli appassionati dello shopping trovano in Londra una mecca inesauribile di occasioni, idee e tendenze.

Sullo sfondo i Magazzini Harrods a Londra - ©Foto Anna Bruno
Sullo sfondo i Magazzini Harrods a Londra - ©Foto Anna Bruno

Nella capitale inglese oltre agli inossidabili grandi magazzini Harrod’s, le zone da non perdere si trovano soprattutto nel West End: Oxford Street, Regent Street e Bond Street, dove si annidano le grandi catene di negozi, come Selfridges e Marks&Spencer, oltre ai grandi marchi del fashion, come Burberry e Stella McCartney.

Qui non solo si compra la moda tipicamente inglese, ma anche il meglio della produzione da tutto il mondo. Molto apprezzati e ricercati dai turisti sono soprattutto maglioni e capi in lana, cd musicali, generi di piccolo antiquariato e bric-a-brac. I più giovani impazziscono per i vestiti e le calzature usati, che affollano i mercatini di Camden Town e Petticoat Lane.

Va detto infatti, che Londra è anche una città di mercati, alimentati dalla grande passione degli inglesi per il collezionismo. Al mercatino del Covent Garden, la fanno, per es. da padroni, oggetti d’artigianato e stampe antiche, nella sezione chiamata Apple Market, e souvenirs, nella parte chiamata Jubilee. A quello in Farrington Road, è invece possibile trovare libri, stampe e incisioni, mentre Portobello Road Market è considerato una cittadella dello shopping divisa in 5 aree specializzate in antichità, bric-a-brac, vestiti, cibo, libri e articoli musicali. E questi sono solo pochissimi esempi, poiché la capitale vanta una ventina di mercati, sempre molto battuti e tenuti in grande considerazione dagli stessi londinesi.

Londra ©VisitBritain / Pawel LiberaLondra ©VisitBritain / Pawel Libera

Sul fronte dell’intrattenimento, va detto, innanzitutto, che l’Inghilterra offre ai turisti tanti e tali eventi in ogni suo angolo che, spesso, ci si ritrova nel puro e semplice imbarazzo della scelta. Chi, per esempio, visita il Galles da maggio ad agosto, non potrà fare a meno di imbattersi nei divertenti Eisteddfod, che si tengono nelle diverse località, consistenti in gare di musica e poesia estemporanee. Nel Lake District, tra luglio e agosto, uno dei momenti clou è invece il Rushbearing, festa religiosa del ringraziamento, che trova analoga corrispondenza nel resto del Paese nell’Harvest Festival, festa del raccolto, celebrata tra la fine di settembre e gli inizi di ottobre in tutte le comunità di rito protestante. Musica classica e moderna, teatro d’opera e teatro drammatico hanno in Inghilterra un fortissimo e prestigioso radicamento; non per niente, quasi tutte le più importanti mode artistiche e musicali di questo secolo e del ‘900 sono venute da qui. Londra ne è la capitale a tutti gli effetti, ma sarebbe ingiusto non tenere in considerazione anche le altre città (Liverpool, Manchester, Leeds, Bristol…..) dove, sempre più spesso, i teatri sono dotati di un’orchestra stabile.

Inghilterra cosa fare


 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione INGHILTERRA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*