Castello svevo di Bari

Il Castello di Bari, storicamente attribuito a Ruggero il Normanno, è stato eretto nel 1131; sorge su preesistenti strutture abitative di epoca bizantina. Si deve a Federico II di Svevia negli anni compresi tra il
Castello svevo di Bari, BariCastello svevo di Bari, Bari

Il Castello di Bari, storicamente attribuito a Ruggero il Normanno, è stato eretto nel 1131; sorge su preesistenti strutture abitative di epoca bizantina.
Si deve a Federico II di Svevia negli anni compresi tra il 1233 ed il 1240 il recupero del castello danneggiato da Guglielmo il Malo (1156) utilizzando il precedente impianto e la superstite struttura della cinta esterna e delle torri. Durante il periodo Angioino per volere di Carlo I vennero eseguiti importanti lavori di restauro ad opera dei protomagistri Pietro d’Angincourt e Giovanni di Toul.
Nel ‘500 sotto Isabella d’Aragona e sua figlia Bona Sforza, fu costruita la cinta bastionata e sistemato il cortile centrale, con la scalinata a doppia rampa. Nell’ottocento il castello fu utilizzato come carcere e successivamente come caserma.

Informazioni su Castello svevo di Bari

P.za Federico II di Svevia, 4
70122 Bari (Bari)
0805286219 5286111
pm-pug.castellosvevo@beniculturali.it

Fonte: MIBACT

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione BARI iscriviti alla nostra newsletter