Antalya, Turchia: Mar Mediterraneo alle pendici del Tauro occidentale

Una giusta combinazione di mare, montagna e siti storici alle pendici del Tauro occidentale. Ecco come si presenta Antalya (Adalia), la stazione balneare della Turchia tanto famosa da meritarsi l'epiteto di 'capitale del turismo turco'.

Percorrendo le strade di Antalya, ci si accorge subito che la città è dominata dal raffinato minareto Yivli Minare, eretto nel XIII secolo per mano del sultano selgiuchide Alaeddin Keykubat. Divenuta il simbolo della città, la torre attira l’attenzione dei visitatori soprattutto grazie alle sue decorazioni in mosaico dalle sfumature bluastre. Al lato del minareto si situa l’omonima moschea, la quale ha ospitato reperti museali fino a quando la nuova pinacoteca della città non è stata ultimata.
All’interno dello stesso ‘külliye’ (termine arabo con il quale si indica un complesso di più edifici) vi è la Madrase (Madrasah), ovvero una scuola con un portale d’ingresso in pietra scolpita tipico di molti monumenti appartenenti alla dinastia dei Selgiuchidi.
Proseguendo il tour per la città, ci si dirige verso l’importante quartiere Kaleici (detto anche, non a caso, ‘vecchia Antalya’), il quale è stato il fulcro della città fino alla seconda guerra mondiale. La vita di Antalya, infatti, si svolgeva soprattutto qui negli angusti vicoli, nelle pittoresche case e tra le imponenti mura di pietra. Oggi si può rivivere il suo fascino storico anche a tavola, grazie alla prelibata cucina offerta da confortevoli pensioni e locande e da alberghi più lussuosi.
Ammirata la porta marmorea a tre arcate dedicata alla visita che l’imperatore Adriano fece alla città nel 130, la scoperta storica continua nel museo archeologico di Antalya. Tra le più importanti della Turchia, la pinacoteca custodisce interessanti testimonianze suddivise in una dozzina circa di sezioni museali.
Bagnata dal Mar Mediterraneo e forte delle succitate fortune turistiche, Antalya offre ancora molti spunti anche al di fuori dei confini cittadini.
Gli amanti del sole e del mare possono godere di circa 300 giornate soleggiate all’anno e di acque meravigliose nelle quali poter immergersi ed ammirare i fondali fino ad una profondità di 30 metri. Gli appassionati della montagna, invece, possono dedicarsi all’alpinismo e alla speleologia alla scoperta di piccole e grandi grotte affascinanti da un punto di vista sia storico che geografico ed estetico (uno fra tutti il complesso delle Karein Cave). I cultori del passato possono esplorare interessanti siti storici (quali Aspendos), mentre chi ama il brivido ed il divertimento non può perdersi qualche ora di rafting, un safari in jeep per le montagne del Tauro o una giornata all’aquapark. Chi ama, invece, attività più tranquille può dedicarsi al golf, andare a cavallo o semplicemente farsi cullare dalle onde del Mediterraneo.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione TURCHIA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*