Groupon fornisce dati personali a Expedia

Groupon fornisce dati personali a Expedia
Groupon fornisce dati personali a Expedia

Poco più di un mese fa Groupon ed Expedia hanno stretto un accordo commerciale che ha dato vita a Groupon Getaways. Un’area della società di acquisti, dunque, è stata trasformata in offerte di viaggio provenienti da Expedia.

Fin qui nulla di strano. Gli accordi commerciali, soprattutto a certi livelli, abbondano e non passa giorno che non giunge voce di una nuova partnership o attività congiunta. Groupon Getaways, inoltre, denota che bisogna spingersi in direzione del mercato rapidamente e trovarsi al momento giusto con il partner giusto.

Gli accordi commerciali, tuttavia, non si fermano alla mera occasione di vendita. C’è qualcosa in più che bolle nella pentola Groupon-Expedia. E’ notizia di questi giorni, infatti, il cambio di policy di Groupon che per Getaways prevede l’utilizzo dei dati per sé e per il partner Expedia. L’informativa è arrivata ai vari sottoscrittori di Groupon Getaways via email. Ed ora? 

Adesso Expedia potrà contare non solo su un canale di vendita in più, che di questi tempi rappresenta un buon viatico ma, soprattutto, potrà conoscere gli usi e i costumi degli utilizzatori di Getaways che sono i figli legittimi di Groupon più che di Expedia. Un valore aggiunto di estrema importanza per la OTA statunitense se si pensa che i dati profilati che Groupon fornirà su un piatto d’argento ad Expedia, non si limiteranno solo ai gusti del consumatore ma anche a dati come geolocalizzazione, conto finanziario, etc.

Mai come oggi, dunque, con nuove leggi e norme sulla privacy, il nostro privato è seriamente minacciato. Forse non bastano le attuali regole e un maggiore buon senso condito dal rispetto altrui, darebbe maggiore dignità alla persona che può così rivendicare la giusta libertà. Ma l’economia, vero motore propulsore del mondo, che si ciba di commercio, non conosce un volto. In fondo, per far di conto, è sufficiente conoscere i numeri e tirare la riga.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 351 Articoli
Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

4 Commenti

  1. Ciao Francesco, non c’è violazione della privacy perchè Groupon ha comunicato via email il cambio della policy ma è evidente che molti utilizzatori del servizio hanno trovato una situazione diversa prima del cambio policy. Tuttavia, è questo che fa riflettere, i dati personali sono diventati ancora più importanti per i player e il consumatore faticherà sempre di più a far rispettare i propri diritti (una causa civile in Italia dura decenni). Anna

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*