Grandioso Presepio napoletano tradizionale

Gragnano.(NA) Grandioso Presepio napoletano tradizionale, con presenza di animali veri nella scenografia, con il visitatore che cammina dentro il plastico.

Il grandioso artistico Presepe apre i battenti il giorno dell’ Immacolata Concezione. La notte di Natale dopo la celebrazione della Santa Messa ,parte la solenne processione guidata dal parroco don Emanuele Rosanova , che dalla chiesa del Corpus Domini , porta il Bambino Gesù nella mangiatoia del “Presepe della Valle dei Mulini” Da quest’anno l’artistico presepe gragnanese si è arricchito di nuovi e originalissimi scenari e rinnovato nel percorso di oltre 500 metri cubici allestiti negli storici locali del seicentesco ponte di Piazza Conceria,da dove i carri carichi di grano passavano per raggiungere la Valle dei Mulini per la molitura del grano .
Autore di quest’opera il maestro Pasquale Cesarano che dal 1969 lo arrichisce di anno in anno , coadiuvato dal maestro elettricista Giuseppe Somma , artefice degli straordinari effetti di luce , dei suoni , delle cascate e dei movimenti di alcune scene . Lo scenario del Presepe rappresenta il tipico ambiente della Gragnano dei borghi di cui era composta a partire dal ‘500 e alla fine dell’800 e in particolare l’ambiente rurale e contadino della Valle dei Mulini , che con l’industria pastaia ha fatto la fortuna della città nel mondo. Caratteristiche e curate fin nei minimi dettagli le botteghe artigiane , dalla cantina del vinaio a celebrare un vino d.o.c locale a quella del pastaio, dal maniscalco , al fruttivendolo per finire al montanaro .Le architetture dei mercanti e dei nobili raffigurati in terracotte del 700 e dell’800 con i loro abbigliamenti ricchi di pizzo e raso sono davvero uno spettacolo che lascia stupefatti . E che dire delle cascate , dei rivoli e dei mulini , che con il loro scrosciare costituiscono il naturale sottofondo ai canti natalizi . Un’ autentica opera d’arte insomma , che si snoda lungo un percorso di un centinaio di metri , che dallo scorso mese di marzo ha visto impegnato il maestro Cesarano e un gruppo di amici .Lo scorso anno l’artistico presepe è stato scelto tra 2000 presepi d’Italia per essere trasmesso in mondovisione su RAI UNO nella notte di Natale durante la Santa Messa del Santo Padre Papa Giovanni Paolo II.
Quest’anno, nel rinnovare il Presepio il maestro Pasquale Cesarano ha voluto dedicare ai pastai di Gragnano un’antica Valle dei Mulini con la “Piazza Trivione”, con i famosi maccaronari degli anni 900 La strada , all’imbocco della Valle dei Mulini , che porta ai seicenteschi archi del ponte Conceria dov’è allestita l’opera da alcuni anni è stata nominata via del Presepe.

DOVE SI TROVA:
Il presepe è raggiungibile tramite la rete autostradale A3 Napoli-Pompei-Salerno con uscita Gragnano, entrando in città a Via Castellammare proseguendo per il centro con indirizzo Piazza Aubry Via del Presepe.
Altro itinerario: uscita autostradale di Gragnano, SS.366 per Agerola ed arrivati in località Sigliano prendere la strada che porta in centro giungendo così in Piazza Mercato: da cui Via del Presepe.
APERTURA DI INAUGURAZIONE:
Il 24 dicembre dopo la funzione religiosa nella Cattedrale del Corpus Domini in Piazza Aubry vi è la processione del Bambin Gesù che viene portato dal sacerdote ufficiante, in processione fino al Presepio per essere adagiato nella sua culla: il Sindaco effettua il taglio del nastro, accompagnato da Autorità civili e religiose. Non mancano gli zampognari ed i fuochi d’artificio.Il giorno dell’Epifania sarà riproposta la stessa Processione con l’arrivo dei re Magi.
Orari ed informazioni
Dal giorno 8 dicembre fino al giorno 2 febbraio il Presepio di Gragnano può essere visitato dalle 9,00/13,00 (mattino) e dalle 15,00/20,00 (pomeriggio) sia nei giorni feriali che in quelli festivi.


Vedi anche » ,

Informazioni utili


Sito Web Cosa vedere a Napoli   Dove dormire a Napoli
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Napoli iscriviti alla nostra newsletter