Google Instant adotta Google Places

Google instant adotta Google Places
Google instant adotta Google Places

Quando le cose funzionano per l’utente Google le incrementa a tutti i servizi. Ho immaginato la risposta di Google ad una eventuale domanda: perché Google Instant è stato esteso anche a Google Places? Il mio immaginario, però, non si è fermato qui. Dopo il lancio di Google Instant lo scorso settembre, il motore di Mountain View estende il suo servizio di suggerimento anche a Google Places. Non ho dubbi sul fatto che il servizio sia piaciuto a Google ma mi chiedo: perché?

Il perché, a mio modesto avviso, è sempre da ricercare nei dintorni della parola “business”. Se da una parte Google è pronto a dichiarare che la modifica e l’estensione di Google Instant in Google Places è stato fatto per l’utente (quante volte abbiamo sentito questa dichiarazione?) dall’altra parte il mio pensiero corre sui binari della pubblicità. In fondo ne avevo già parlato mesi fa quando ipotizzai che Google implementa Google Instant per vendere pubblicità del circuito Google AdWords.  Il suggeritore di Google che, onor del vero può essere anche disattivato (ma quanti ne sono a conoscenza, visto che di default è attivo anche nelle ricerche non profilate), non credo abbia solo una valenza sociale. Non escludo che possa averlo ma continuo a sospettare che il vero intento di Google sia stato quello di rinverdire il circuito pubblicitario di AdWords che negli ultimi tempi non ha la stessa fortuna degli anni scorsi.

Nuovi modelli di business sono alla porta e Google, che certamente non è una onluns, vuole fare la figura del “buon sammaritano” solo in apparenza. Le dichiarazioni pubbliche di Google sono monocorde, lo si sa, ma a prescindere dalle comunicazioni ufficiali del motore di Mountain View c’è un sottobosco che in molti ipotizzano e pochi conoscono. Vedremo nei prossimi mesi le prossime mosse di BIG G che, guarda caso, sono sempre orientate verso settori a maggiore business come quello dei “viaggi”. Sarà un caso anche questo? Non pongo la domanda a Google, visto che la risposta non sarà diversa dalle altre. Come una poesia l’ho imparata a memoria ma, come una favola, ho imparato anche già la morale.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*