Galleria degli Uffizi, Firenze: aperte sei nuove sale

Inaugurate sei nuove sale della Galleria degli Uffizi a Firenze: trovano posto opere del Manierismo moderno. Aperte anche aree per le esposizioni temporanee.

La Galleria degli Uffizi di Firenze amplia i suoi spazi espositivi e inaugura sei nuove sale, più altre aree.
La novità andrà a beneficio non solo delle collezioni permanenti ma anche dei visitatori interessati alle mostre temporanee, dal momento che è l’ala di ponente a vedere il completamento dei lavori.
In particolare dunque saranno sei le sale aperte al pubblico, all’interno delle quali sono stati sistemati quadri della corrente del Manierismo moderno.
Si ammireranno qui opere di Tiziano, di Sebastiano del Piombo, di Savoldo, di Correggio, del Giorgione, di Lotto, di Moroni e del Parmigianino, tra gli altri.
In totale saranno 39 i quadri qui alloggiati permanentemente, così da ampliare decisamente e in maniera compiuta il percorso all’interno di questa galleria.
Le sei sale appena aperte non sono le uniche novità presentate in questa occasione: vengono infatti aperti al pubblico anche altri 17 spazi che sono destinati all’allestimento in occasione di mostre temporanee.
In dettaglio, per dare il via alle attività pensate per questa nuova zona, è già partita un’esposizione sulla figura del Gran Principe Ferdinando de’ Medici, in occasione del terzo centenario della sua morte.
Infine, è stata anche approntata un’ulteriore sale, pensata per l’accoglienza dei visitatori e dunque utilizzata in quanto area di sosta, rintracciabile lungo il percorso musuale subito dopo la zona dedicata ai dipinti di Raffaello.
Visitare gli Uffizi a Firenze diventa dunque un’esperienza ancora più ricca e completa, per fare quattro passi nelle meraviglie artistiche di questo museo così importante.
E’ decisamente un momento particolarmente indicato per organizzare anche solo un weekend a Firenze: oltre a questa novità relativa agli Uffizi, si ricorda infatti che le Ville Medicee sono entrate a far parte della lista Unesco quali Patrimonio dell’Umanità.
Occasione dunque propizia per tornare o per recarsi per la prima volta a Firenze, soprattutto se si è amanti dell’arte e della storia.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione FIRENZE iscriviti alla nostra newsletter