Festival dei Girovaghi e Antiche Botteghe

Dal 29 luglio al 27 agosto, soltanto durante i weekend, l'incantevole borgo medioevale di Compiano (sull'Appennino Parmense, nella Vale del Taro) ospiterà un evento che ormai si ripete da tre anni a questa parte: il Festival dei Girovaghi, organizzato dall’Associazione Culturale “Barbara Alpi”, presieduta dalla sig. Maria Teresa Alpi, in collaborazione con la Pro Loco di Compiano.

Un Festival dedicato ai girovaghi del passato, presente e futuro ossia alle persone “in movimento”, a coloro che girano il mondo guidati dal desiderio di conoscenza e di ricerca. Persone originali, creative, spontanee, al di fuori delle strutture ufficiali. Personaggi che vogliono esibire la loro fantasia: chi porta la parola di Dio, chi ha fatto un progetto culturale, esistenziale della vita errabonda, chi gira il mondo a piedi o in bici, chi scala le montagne, chi fa musica e spettacoli, chi vaga per vendere gli oggetti più strani per poter sopravvivere… Questo è un girovago, che troverete a Compiano durante l’estate.
Compiano, un borgo antico aggrappato alle falde dell’Appennino parmense e circondato per intero da poderose mura e sovrastato da un Castello completamente ristrutturato, recentemente è entrato a far parte del Club “I Borghi più belli d’Italia”. Il Castello fa parte dell’Associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza. All’interno risiede la collezione Raimondi Gambarotta, mobilio e oggetti dell’ex proprietaria ed un museo della massoneria realizzato a seguito della donazione di Flaminio Musa in collaborazione con il Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.
Borgo ricco di cultura dunque, tanto che è d’obbligo ricordare il museo “Gli Orsanti”. Musicanti senza meta, gli Orsanti partiti da Compiano, hanno girovagato per tutto il continente con orsi ammaestrati, scimmie e pappagalli. Costretti a divenire girovaghi, nell’arco di alcuni secoli emigrarono in paesi lontani alla ricerca di una vita migliore. Saltimbanchi, giocolieri, acrobati, ammaestratori di animali, poco alla volta quella dell’orsante divenne una professione, e i contadini si trasformarono in gente di spettacolo facendone un mestiere ereditario.
Ora sono finalmente tornati a casa, sull’Appennino parmense, dove ancora la signora Maria Teresa Alpi ne ha immortalato il ricordo in un bellissimo Museo, il Museo “Gli Orsanti” (Compiano, Parma), e tenta ogni estate di farli rivivere attraverso il Festival dei Girovaghi. Altra straordinaria idea della sig. Alpi è l’ormai decennale appuntamento con le “Antiche Botteghe” (che si ripeterà dal 29 luglio in concomitanza con il Festival, sabato e domenica pomeriggio e sera), destinato a ridar vita e vetrina ad arti e mestieri perduti.
Compiano sarà ogni sabato e domenica ricca di spettacoli di musica, artisti di strada, musicisti e ballerini itineranti, poeti, burattinai, comici, maghi e cabarettisti… il cui intervento costituirà la struttura portante dell’evento. (Per tutti gli artisti girovaghi è possibile iscriversi al Festival inviando una e-mail a alpimariateresa@libero.it o telefonando allo 0525/825513). Si vivrà un’atmosfera fiabesca nel paese che farà da perfetta cornice al Festival, facendo rivivere particolari emozioni ai partecipanti e immergendoli magicamente in una dimensione fantastica. Questo anche grazie al “Concorso di decorazione del Paese” rivolto agli allievi dell’Istituto d’Arte Paolo Toschi di Parma – sezione decorazione pittorica – coordinati dal professore Mauro Marchini. I ragazzi parteciperanno all’esposizione di 40 drappi dipinti a tema “I Girovaghi”. I drappi saranno esposti ai balconi e alle finestre del paese di Compiano durante il mese di Agosto. Inoltre gli allievi presenteranno i loro quadri al Municipio di Compiano. Nella serata del 26 agosto si assisterà alla premiazione dei due migliori autori dei drappi: primo e secondo premio in denaro. Il festival dei Girovaghi, per l’edizione 2006, si protrarrà anche in altre due date: a Borgotaro il 17 settembre che metterà in scena lo spettacolo “L’uomo in rosa” con Mister Meraviglia. Inoltre ad Albereto il 10 settembre si potrà assistere a “2 metri da terra” con Marco Neri.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Piacenza iscriviti alla nostra newsletter