Facebook non influenza le pianificazioni di viaggio

Facebook non influenza le pianificazioni di viaggio
Facebook non influenza le pianificazioni di viaggio

Secondo uno studio effettuato nel Regno Unito su 2100 persone che si servono dell’online per la pianificazione di viaggi e vacanze, solo l’8% utilizza Facebook per lasciare la propria opinione o prendere consigli. 

Gli intervistati non sono dei viaggiatori occasionali. Il sondaggio è stato effettuato tra persone che hanno compiuto almeno un viaggio nell’ultimo anno e che hanno acquistato online. In buona sostanza, viaggiatori dell’era Internet abituati ad usare l’online per l’acquisto delle vacanze.  

Il recente sondaggio non fa che affermare ciò che da tempo è stato riscontrato anche in altre ricerche di questo tenore. In estrema sintesi: i social media non influenzano le scelte dei viaggiatori.

Il risultato, effettivamente, stride con la percentuale di utilizzo della piattaforma di Zuckerberg (57%) che vede un navigatore su due presente su Facebook ogni settimana. 

I risultati della ricerca hanno evidenziato alcuni punti.

  • Le recensioni rimangono al primo posto tra i fattori di influenza per la pianificazione di un viaggio. Per il 58% sono la fonte più importante di consulenza indipendente a disposizione e lo sono per il 32 % di chi ha effettuato una vacanza all’estero;
  • l’11% degli intervistati ha dichiarato di cambiare idea di fronte ad una recensione negativa mentre il restante ha riferito di effettuare altre indagine prima di gettare la spugna;
  • i consigli di sconosciuti o società per molti utenti (37%) meritano ulteriori accertamenti;
  • i contenuti multimediali (video, foto, etc.) sono maggiormente utilizzati da chi ha preso consigli sui social network;
  • facilità di navigazione e brochure curate influenzano molto i viaggiatori;
  • TripAdvisor è utilizzato dal 50% delle persone intervistate che ha dichiarato di aver usato il sito per la pianificazione di vacanza. Escludendo TripAdvisor, l’influenza di altri siti di social media è quasi nullo.

Conclusione. L’ennesimo sondaggio effettuato in Gran Bretagna dimostra come anche le precedenti ricerche hanno portato verso un’unica direzione. E’ evidente che i social media, almeno al momento, eccezion fatta per i siti di recensioni o forse è meglio dire per TripAdvisor, non sono ancora pronti per “influenzare” la pianificazione di un viaggio. Men che meno il leader dei social network, Facebook.


Informazioni utili

Cosa vedere a   Dove dormire a

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione iscriviti alla nostra newsletter

1 Commento

  1. Messaggio di fiducia per le agenzie di viaggio italiane! Da sperare solo che questo non valga solo per gli inglesi, razza e natura molto diversi da noi latini !!!!!!! (Vedi altre proiezioni di vedute divergenti!)

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*