EasyJet lascia LateRooms e si allea con Booking.com

EasyJet lascia LateRooms e si allea con Booking.com
EasyJet lascia LateRooms e si allea con Booking.com

In questi ultimi giorni stiamo assistendo a nuove alleanza tra corporate importanti del settore viaggi. L’ultima partnership, in ordine temporale, è quella tra EasyJet, notto vettore di voli low cost e Booking.com, corporate che si occupa di prenotazione alberghiera online.

EasyJet ha comunicato l’avvenuto accordo attraverso una nota stampa mentre da parte di Booking.com non c’è stato nessun annuncio. La comunicazione, come ho già sottolineato anche in un altro mio recente post, non è assolutamente il fiore all’occhiello della corporate olandese che, in stile Google, si cela dietro la sua performante piattaforma.

L’accordo tra i due operatori del settore travel non ha niente di particolare, almeno nell’apparenza. Guardando bene tra le righe di questa operazione si legge che il vettore inglese, notoriamente competitor di Ryanair (compagnia aerea irlandese low cost ai primi posti in Italia per trasporto passeggeri), non ha fatto altro che accordarsi con la corporate che fino all’altro giorno forniva gli hotel al vettore irlandese.

Infatti, giusto per chiudere il cerchio, Ryanair ha scaricato Booking.com (oppure al contrario) affidandosi ad una piattaforma di comparazione alberghi, HotelCombined (che lavora anche in white label, ovvero nasconde il proprio brand che può essere usato dal partner). Evidentemente l’occasione è risultata ghiotta a EasyJet che ha scaricato a sua volta LateRooms.com (oppure al contrario), corporate di prenotazione alberghiera inglese molto competitiva, a vantaggio degli olandesi che hanno dato l’esclusiva al vettore.

Il gioco delle tre carte, dunque, è ben riuscito. Ed ora, in pompa magna, EasyJet annuncia l’accordo con la corporate che vanta 200 mila alberghi in 165 Paesi e permette il pagamento direttamente in hotel (prerogativa anche di LateRooms.com).

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Roma iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*