Duomo di Siena: pavimento visibile per due mesi

Per soli due mesi il pavimento del Duomo di Siena potrà essere ammirato: via le lastre di legno, a tutto vantaggio dei visitatori che godranno di uno spettacolo unico.

<![CDATA[

Un pezzo del Duomo di Siena torna visibile a chiunque: da qualche giorno il pregiatissimo pavimento è stato nuovamente esposto al pubblico e ai fedeli, restituendo un capolavoro di gran bellezza gli occhi di tutti.
C’è tempo fino al 24 ottobre 2012 per ammirare il pavimento dei Duomo di Siena, normalmente coperto da lastroni in legno che possano preservare lo strato di marmo sottostante, oggi nuovamente in luce.
Sono infatti particolarmente delicate e soprattutto uniche le 56 tarsie di questo pavimento che, se non opportunamente protetto, finirebbe per rovinarsi irrimediabilmente, per via del passaggio di circa 1 milione di visitatori ogni anno.
Il pavimento del Duomo di Siena è di per sè un’opera monumentale, realizzata da più artisti a partire dal Trecento e terminata nell’Ottocento.
Fino al 24 ottobre sarà possibile ammirare, in particolare e in via del tutto eccezionale, anche le tarsie che costituiscono l’esagono che si trova sotto la cupola del Duomo. Ci si potrà quindi avvicinare all’altare e ai riquadri del transetto.
Per poter apprezzare ancora di più l’opera, è consigliabile partecipare alla visita straordinaria attorno all’abside, organizzata proprio per questa particolare circostanza.
Grazie a questo percorso, si avrà modo di scoprire le tarsie lignee di Fra Giovanni da Verona e gli affreschi di Domenico Beccafumi.
Impossibile restare indifferenti davanti a tanta bellezza e maestria: ottimo motivo per il quale organzzare anche solo un weekend a Siena entro la fine di ottobre.

]]>

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione SIENA iscriviti alla nostra newsletter