Documenti USA necessari per viaggiare negli Stati Uniti

Prima di partire per gli Stati Uniti, è necessario munirsi dei documenti necessari per entrare in USA. In dettaglio prezzo e modalità di richiesta, così come comunicato dalle autorità competenti, di tutti i documenti necessari per gli USA: Esta, passaporto, Visto, patente, assicurazione e gli indirizzi utili.
ESTA U.S.A.
ESTA U.S.A.

Prima di partire per gli Stati Uniti sono necessari determinati documenti a seconda dei casi: ESTA, passaporto elettronico, Visto, patente, assicurazione.

Adempimenti che hanno bisogno di un minimo di programmazione e tempo necessario. Prendete carta e penna o, se preferite, annotate su un block note digitale quanto segue per viaggiare in USA.

Viaggio in USA cosa sapere

ESTA USA

L’ESTA per USA è un sistema automatizzato che assiste nel determinare l’eleggibilità a viaggiare negli Stati Uniti per tutti i Paesi che rientrano nel programma Visa Waiver, Italia compresa. L’ESTA è un’autorizzazione elettronica di viaggio che tutti i Paesi facenti parte del Visa Waiver Program debbono ottenere prima di viaggiare in aereo o in nave negli USA. Una volta completata la registrazione ESTA sul sito internet, il viaggiatore viene infatti informato immediatamente circa il consenso al suo viaggio negli USA. Questa autorizzazione è in vigore dal 12 Gennaio 2009 e fu creata per legge nel 2007 onde aggiungere ulteriori parametri di sicurezza al Department of Homeland Security per determinare con anticipo, prima del viaggio, se un individuo può entrare negli USA. Requisito obbligatorio per ottenere l’Esta è il possesso del passaporto elettronico.

ESTA USA in italiano

Per richiedere l’ESTA bisogna collegarsi al sito Internet ufficiale. L’ESTA USA in italiano può essere richiesta sul sito ufficiale ESTA cliccando su NUOVA DOMANDA. Sullo stesso sito è possibile controllare lo stato della pratica cliccando su VERIFICA LO STATO DELLA DOMANDA ESISTENTE. Si consiglia di presentare la richiesta di autorizzazione ESTA nel momento in cui essi hanno la certezza di recarsi negli Stati Uniti. Un’eventuale scadenza dell’autorizzazione ESTA durante il soggiorno negli Stati Uniti non inciderà sulla partenza dal Paese.

 Modulo I-94 W per chi arriva da terra o da mare

Con l’ESTA, per i viaggiatori cittadini di un paese facente parte del Visa Waiver program, quindi anche l’Italia, non c’è più la necessità di riempire il modulo I-94W prima di entrare negli USA e che usualmente si compilava a bordo dell’aereo e della nave (il cartoncino di colore verde). Tuttavia, se si entra negli Stati Uniti via terra o mare, il modulo I-94 resta in vigore ed è compilabile alla dogana. Per esempio, se il nostro viaggio ha come destinazione il Canada e si vuole entrare negli Stati Uniti, bisogna compilare il modulo I-94 alla dogana, mentre l’ESTA non serve. In questo esempio abbiamo adempiuto alle norme per l’ingresso in Canada prima di oltrepassare la frontiera via terra, verso gli Stati Uniti.

Per quanto tempo vale l’ESTA USA?

L’ESTA USA ha validità di 2 anni oppure fino al momento della scadenza del passaporto ad essa associato. Nel suddetto periodo è permesso entrare negli Stati Uniti senza dover presentare ulteriori richieste di approvazione ESTA. Coloro che entrano negli Stati Uniti ai sensi di un’autorizzazione ESTA possono rimanere negli USA per un periodo non superiore a 90 giorni (relativamente a ciascun viaggio) e, comunque, sempre che via siano ragionevoli intervalli tra visite in modo da non indurre un agente del CBP a sospettare che il viaggiatore sia intenzionato a risiedere negli Stati Uniti. Non è stato definito uno specifico periodo di tempo relativo alla durata degli intervalli tra le visite. Coloro che ricevono un’autorizzazione ESTA, ma la cui data di scadenza del passaporto è inferiore a due anni, saranno autorizzati limitatamente per il periodo di validità del proprio passaporto.

ESTA USA costo

Il costo per il rilascio dell’ESTA USA ha due tariffe:

  • Tariffa per l’elaborazione: imposta ai richiedenti dell’autorizzazione al viaggio per l’elaborazione della domanda. La tariffa è di 4 dollari.
  • Tariffa per l’autorizzazione: nel caso in cui la richiesta di autorizzazione al viaggio negli Stati Uniti ai sensi del programma Visa Waiver Program sia approvata, la somma addizionale di 10 dollari  sarà addebitata al richiedente. Nel caso in cui la domanda fosse respinta, il richiedente sarà tenuto a pagare solo la tariffa per l’elaborazione.

Se tutto è andato a buon fine, il costo dell’ESTA USA è di 14 dollari. Ogni pagamento deve essere effettuato con carta di credito: MasterCard, VISA, American Express, PayPal e Discover.

ESTA per USA va stampata?

È importante stampare una copia del documento per eventuali riferimenti. Non è necessario avere con sé la stampa all’arrivo negli Stati Uniti, giacché gli agenti doganali sono in possesso delle informazioni in formato elettronico.

L’ESTA per USA non è un Visto

Un’autorizzazione al viaggio (ESTA) non è un Visto. Coloro che sono in possesso di un Visto valido possono recarsi negli Stati Uniti per tutta la durata della sua validità del documento e per la finalità per cui è stato emesso. Non dovranno richiedere alcuna autorizzazione di viaggio.

ESTA: documenti per bambini e minorenni

Anche i minori e gli infanti debbono fare richiesta dell’ESTA, che siano accompagnati o meno durante il viaggio negli USA, indipendentemente dall’età. In tal caso il genitore oppure l’agente di viaggio può procedere alla richiesta dell’ESTA per il minore.

L’ESTA anche se si è in transito negli Stati Uniti

L’ESTA deve essere richiesta anche solo per il transito negli USA, benché la destinazione finale non siano gli Stati Uniti: in tal caso nella richiesta ESTA si inserirà la nota apposita “In Transit” e la destinazione finale del viaggio, nello spazio predisposto all’indirizzo temporaneo durante il soggiorno negli USA. I viaggiatori che non abbiamo fatto richiesta dell’ESTA ed intendano viaggiare negli USA possono incorrere in complicazioni quali accesso negato a bordo dell’aereo o della nave, procedure ritardate o accesso negato in qualsivoglia punto d’entrata negli USA.

ESTA tempi di attesa

Benché sia consigliato a tutti i viaggiatori di richiedere l’ESTA almeno 72 ore prima del viaggio  l’ESTA si può richiedere in qualsivoglia momento, prima di compiere un viaggio negli USA ed è valida per almeno due anni o fino alla scadenza del passaporto. La risposta alla registrazione ESTE è immediata e si opera direttamente in-linea, nel sito internet apposito. Il sito è gestito dal Governo degli Stati Uniti d’America. A seguito della richiesta dell’ESTA si possono ottenere in-linea, nel giro di pochi secondi (max 23 minuti), solo tre risposte possibili:

  1. Autorizzazione Approvata;
  2. Autorizzazione in attesa: il viaggiatore contatterà nell’arco delle successive 72 ore il sito internet per l’eventuale aggiornamento;
  3. Viaggio non approvato: il viaggiatore dovrà consultare il sito www.travel.state.gov per informarsi sulla richiesta del visto per viaggiare negli USA.

I tempi di attesa per l’ESTA sono in media 23 minuti.

Quando chiedere una nuova ESTA per gli Stati Uniti?

È necessario richiedere una nuova autorizzazione ESTA nel caso in cui:

  • Si riceve un nuovo passaporto;
  • c’è una variazione del nome e/o cognome;
  • Si modifica il proprio sesso (al momento, ESTA non ha istituito un campo relativo al sesso X sul modulo di richiesta. Suggeriamo pertanto agli interessati di selezionare l’opzione che essi ritengono sia più idonea al loro caso. Il permesso ESTA non verrà respinto unicamente sulla base del sesso selezionato sul modulo);
  • di modifica il proprio Paese di cittadinanza;
  • si è soggetto a modifiche relative a specifiche circostanze, ad esempio, condanne per reati di turpitudine morale o nel caso un cui contragga una malattia infettiva. Un’eventuale modifica in questo senso potrebbe richiedere il rilascio di un regolare visto USA. In tal caso, sarà necessario inoltrare una nuova richiesta e la stessa dovrà fare riferimento alle avvenute modifiche, a pena del diniego di ingresso negli Stati Uniti al momento dell’arrivo. In altri casi.

Attualmente, secondo le nuove normative, chi è già in possesso di ESTA non ha necessità di pagare la quota richiesta al momento dell’aggiornamento dell’ESTA per un nuovo viaggio negli USA. Ad esempio: se si necessita correggere un indirizzo e-mail sbagliato, oppure aggiornare il numero del volo e l’indirizzo dell’alloggio negli USA nell’ESTA già richiesta, non si pagheranno quote per questi aggiornamenti. In caso invece si richieda l’ESTA per la prima volta e si faccia un errore nel trasmettere un dato quale ad esempio numero e data emissione o validità del passaporto, si potrà certamente correggere il dato sbagliato richiedendo una nuova registrazione ESTA, ma per qualsivoglia nuova registrazione si pagherà, annullando comunque la precedente errata.

Consigli per l’ESTA USA

Gli Stati Uniti d’America invitano tutti i viaggiatori a procedere per tempo nella richiesta dell’ESTA, facilitando così ogni procedura d’accettazione per tempo, prima della partenza per il viaggio negli USA e, in caso di negata approvazione al viaggio, consentendo in tempo lecito di provvedere comunque alla richiesta di un visto che verrà effettuato solo con la richiesta d’appuntamento presso la più vicina sezione consolare disponibile.

In caso l’ESTA non venga autorizzata elettronicamente all’atto della richiesta, né l’Ambasciata USA né una sede consolare degli Stati Uniti sono in grado di fornire dettagli sulle possibili motivazioni del diniego.

ESTA U.S.A.
ESTA USA

Restrizioni ESTA per chi ha visitato altri Paesi

Coloro i quali hanno viaggiato in Libia, Somalia, Yemen, Sudan, Siria, Iran ed Iraq dopo il primo marzo 2011 devono fare domanda di Visto USA in quanto non possono registrarsi con ESTA. Qualora il viaggio sia avvenuto per motivi ufficiali, è possibile registrarsi con ESTA rispondendo alle domande relative al viaggio intercorso dopo il primo marzo in uno dei sette paesi sopra menzionati: in caso di diniego della registrazione ESTA, si dovrà procedere alla domanda di visto USA. Per i casi non elencati contattare direttamente l’Ambasciata americana per verificare la documentazione necessaria al vostro viaggio.

Passaporto per USA

Per viaggiare negli Stati Uniti oltre all’ESTA c’è bisogno del passaporto elettronico, obbligatorio dal primo aprile 2016.

Passaporto elettronico USA

Requisito obbligatorio per ottenere l’Esta è il possesso del passaporto elettronico ovvero del passaporto con microchip inserito frontalmente nella copertina e hanno una numerazione a 9 cifre, di cui 2 lettere e 7 numeri. Dal 25 maggio 2010 il passaporto elettronico contiene anche le impronte digitali nel microchip ma per viaggiare con il Visa Waiver Program per gli USA va bene anche il passaporto elettronico senza impronte, purché non scaduto e che sia valido fino al rientro. I minori per beneficiare del Visa Waiver Program devono essere in possesso di passaporto individuale. La mancata partenza dagli USA entro i 90 giorni, comprometterà la possibilità di usare nuovamente il programma Visa Waiver Program (ESTA).

Rilascio passaporto

Il passaporto è rilasciato ai cittadini italiani e per i maggiorenni ha durata decennale. Alla scadenza della validità, riportata all’interno del documento, non si rinnova ma si deve richiedere l’emissione di un nuovo passaporto. In aderenza alla vigente normativa europea, dal 20 maggio 2010 viene rilasciato ai cittadini, da tutte le Questure in Italia ed all’estero dalle rappresentanze diplomatiche e consolari, un passaporto elettronico costituito da un libretto di 48 pagine a modello unificato. Tale libretto cartaceo è dotato di un microchip in copertina, ecco perché elettronico, che contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare. Inoltre, è presente, alla pagina 2 del libretto la firma digitalizzata, fatta eccezione per le sotto elencate categorie:

  • Minori di anni 12;
  • Analfabeti (il cui stato sia documentato con un atto di notorietà );
  • Coloro che presentino una impossibilità fisica accertata e documentata che impedisca l’apposizione della firma;

In questi casi al posto della firma ci sarà la dicitura “esente” scritta anche in lingua inglese e francese. Per i minori oltre ai cambiamenti già intervenuti, è ora previsto che siano tutti dotati di un passaporto individuale. Pertanto non è più possibile richiedere l’ iscrizione del figlio minore sul passaporto del genitore.

Rilascio passaporto per i minori

Il minore può viaggiare in Europa e all’estero solo con un documento di viaggio individuale. L’iscrizione del minore sul passaporto del genitore non è più valida dal 27.06.2012. Per richiedere il passaporto per il figlio minore è necessario l’assenso di entrambi i genitori (coniugati,conviventi, separati, divorziati o genitori naturali.) e che il minore sia cittadino italiano. Questi devono firmare l’assenso davanti al Pubblico Ufficiale (che autentica la firma) presso l’ufficio in cui si presenta la documentazione. In mancanza dell’assenso si deve essere in possesso del nulla osta del Giudice tutelare. Per notizie più approfondite vi rimandiamo alla pagina del passaporto per i minori.

Come e dove presentare la domanda per il passaporto

Il sito ufficiale della Polizia di Stato per richiedere online il passaporto e per prenotare ora data e luogo per presentare la domanda eliminando le lunghe attese negli uffici di polizia. Consigliamo di controllare per tempo la necessità di ottenere il passaporto in modo da poter usufruire di date disponibili per la prenotazione di un appuntamento.

La domanda per il rilascio può essere presentata presso i seguenti uffici del luogo di residenza o di domicilio o di dimora:

  • la Questura
  • l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza
  • la stazione dei Carabinieri (per le impronte digitali, se previste, il cittadino si dovrà recare presso la questura o commissariato anche in tempi differiti)

Chi intende richiedere il passaporto presso il luogo di domicilio e non presso quello di residenza, deve tenere presente che per effettuare correttamente i controlli previsti dalla legge ci sono alcune condizioni ed in particolare la dimostrazione del domicilio o dimora in comune diverso da quello di residenza e le ragioni che giustifichino il perché non ci si rechi alla Questura di residenza per richiedere il passaporto. Soprattutto va considerato che si allungheranno i tempi di rilascio poiché lo stesso sarà subordinato al nulla osta al rilascio che dovrà essere richiesto alla Questura di residenza.

<div

Pubblicato in
Informazioni su Anna Bruno 85 Articoli
Giornalista professionista, già cronista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”, è specializzata in viaggi, food, musica e tecnologie. Cofondatrice dell’agenzia di comunicazione e Digital PR FullPress Agency, è direttrice responsabile di FullTravel.it, magazine di viaggi e di “VerdeGusto”, oltre ad altri due magazine. E’ autrice di “Digital Travel” e “Digital Food” , rispettivamente quarto e quinto libro, per Flaccovio Editore. Digital Travel & Food Specialist, è consulente e docente in corsi di formazione ed è delegata del SUD e Isole dell’Italian Travel Press(ITP).