Cucina in strada a Valdaora

Cucina in strada? Sì, quando i cuochi sono bravi, anzi bravissimi. Accade in Valdaora, d’estate e le strade si riempiono di gioia, di profumi e di sorrisi. In attesa di gustare le specialità sudtirolesi.

Cucina in strada a ValdaoraCucina in strada a Valdaora

La chiamano “Standlschmaus”. “La curiosità è la bravura dei cuochi di strada…” è il leit motiv. La cucina in strada ha antiche origini in tutta Italia. Basti pensare ai maccheronari napoletani con i loro calderoni d’acqua salata bollente e i loro maccheroni fumanti versati in un piatto, conditi con una manciata di parmigiano grattugiato. Pochi centesimi per una pietanza che ha scritto la storia partenopea e ha tolto la fame a moltissimi. Qui in Valdaora, Dolomiti sudtirolesi, la filosofia è la stessa, cambiano e si affinano i modi e la materia prima, ma i fornelli all’aperto dietro cui si danno da fare mani sapienti, sono sempre quelli che l’allegria popolare trasfigura in immagini che hanno una loro particolare bellezza iconografica. Istantanee che emergono dalla storia e, come vecchi degherrotipi da far vedere ai nipotini, qualcuno ravviva di nuovi colori. Ai profumi, agli aromi della montagna, ai sapori inconfondibili della cucina altoatesina si sposano i sorrisi di uomini, donne, bambini cui l’estate valdaorese regala momenti di spensieratezza. E indescrivibili novità per il palato. Tutto questo accadrà il 19 luglio, il 9 e il 23 agosto 2006.
Il piatto di base è servito. Gli ingredienti sono quelli offerti da questi piccoli paradisi valligiani: una tiepida sera d’estate (di quelle che sembra di vedere le stelle sfiorare le cime delle montagne), una serie di squisitezze, tra specialità della tipicità e della più osservata tradizione, piccoli assaggi e grandi cedimenti alle tentazioni (tanto poi a casa ci rimetteremo in linea), luci e musica negli stand che sembreranno altrettanti stage all’aperto, piaceri da condividere con nuovi amici (quelli che magari tornati in città non rivedrete mai più, ma intanto…). Così, piluccando di qua e assaggiando di là, vien voglia di un buon bicchiere di vino o di birra (per i più giovani sarà una bella esperienza a patto di bere poco e bere bene, ché tanto in Valdaora è impossibile bere male). E poi c’è il nutrimento degli occhi, che, come cita il vecchio detto, vogliono la loro parte. Basta chiedere, e qualcuno cucinerà il vostro piatto preferito sotto il vostro sguardo impaziente e rivelatore di golose voglie, su un fuoco improvvisato, con tutta l’abilità di cui è capace. E di cui voi gli renderete i dovuti onori. Le opportunità per un indimenticabile soggiorno in Valdaora sono tante. L’offerta spazia dall’ Hotel a 4 stelle al Garni (piccoli alberghi a conduzione familiare), fino alla possibilità di pernottare nei Masi (gli agriturismi). I prezzi partono, in alta stagione, da 70-80 euro a persona in mezza pensione e dai 20 euro al giorno per l’appartamento negli agriturismi.


Vedi anche » ,

Informazioni utili


Sito Web Cosa vedere a Bolzano   Dove dormire a Bolzano
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Bolzano iscriviti alla nostra newsletter