Costa Crociere: rimborsi al via dopo la tragedia di Costa Concordia

Partite le procedure di rimborso di Costa Crociere per tutte le persone a bordo di Costa Concordia. Rimborsi anche per chi ha prenotato una crociera sulla stessa nave.

Costa Crociere ha ufficializzato con una nota divulgata qualche ora fa che sono già iniziate le procedure per ottenere il rimborso per la crociera su Costa Concordia, tragicamente incagliatasi all’Isola del Giglio.
La compagnia sta contattando tutti gli ospiti della nave, al fine di accertarsi anzitutto del loro stato di salute e del loro effettivo rientro; inoltre Costa Crociere fa presente che i rimborsi saranno conferiti per quanto riguarda il costo stesso della crociera e “di tutte le spese materiali ad essa collegate”, com’è possibile leggere nella nota stampa.
Per ottenere il rimborso da Costa Crociere (o in qualsiasi caso di problemi in vacanza) la legge normalmente prevede che sia necessario inviare una raccomandata A/R entro 10 giorni dal rientro (in questo caso dalla data del tragico evento), tuttavia è chiaro che, ritrovandosi in un contesto così particolare, la Costa Crociere ha affermato di essersi messa a disposizione con un dialogo continuo con gli ospiti ma anche con le associazioni dei consumatori, per assicurare la massima attenzione possibile a tutti.
Diverso il discorso per chi ha prenotato una crociera su Costa Concordia in partenza nei prossimi giorni o nelle prossime settimane: nell’impossibilità di fornire il servizio, è possibile effettuare una scelta tra diverse opzioni:
– si potrà scegliere un viaggio di pari valore in alternativa;
– se il viaggio scelto avrà un prezzo inferiore rispetto a quanto pagato, la differenza verrà restituita;
– si potrà richiedere il rimborso totale, nel caso si preferisse non partire affatto. In questo caso non verrà applicata alcuna penale per rinuncia al viaggio, come invece avviene nella normalità dei casi.
Si consiglia, se possibile, di inviare richiesta di rimborso entro i 10 giorni previsti dalla normativa vigente ed eventualmente, nel caso ci fossero difficoltà o dubbi, di rivolgersi ad un’associazione di consumatori, dal momento che i tavoli di trattative sono aperti e che c’è dialogo diretto tra tali associazioni e Costa Crociere.

Ecco alcune riflessioni di un esperto sull’accaduto, sulla sicurezza e sul traffico marittimo

AGGIORNAMENTO del 27 gennaio: stabilita cifra di indennizzo, qui i dettagli.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Roma iscriviti alla nostra newsletter