Vienna, cosa fare e cosa vedere nella capitale austriaca

Vienna, la capitale dell'Austria si presenta con un aspetto austero e un'architettura maestosa. Le cose da fare e vedere a Vienna sono numerose perché la capitale austriaca è la roccaforte di un passato che oggi sta evolvendosi sempre più grazie alla vivacissima vita culturale e intellettuale. Vediamo cosa vedere e cosa fare nella fastosa capitale dell'Austria.

Panorama di Vienna, capitale AustriaPanorama di Vienna, capitale Austria

Vienna, la capitale dell’Austria, si specchia nel Danubio e, col suo milione e seicentomila abitanti,  vanta un patrimonio di storia, arte, architettura, costume e curiosità da renderne caldamente consigliata più di una visita.

Vienna è oggi una città cosmopolita e internazionale: il costante ampliamento verso est dei confini dell’Unione Europea è un evento che gioca in suo favore, ritagliandole un ruolo sempre più strategico.

All’ombra dei suoi maestosi palazzi imperiali si è sviluppato un ricco mondo di creatività e innovazione, che spazia dalle avanguardie artistiche alla cucina etnica e di livello.

16 cose da fare e vedere a Vienna

Vienna, la capitale dell’Austria si presenta con un aspetto austero e un’architettura maestosa. Le cose da fare e vedere a Vienna sono numerose perché la capitale austriaca è la roccaforte di un passato che oggi sta evolvendosi sempre più grazie alla vivacissima vita culturale e intellettuale. Vediamo cosa vedere e cosa fare nella fastosa capitale dell’Austria.

Vienna in 1 minuto

Per uno sguardo d’insieme di Vienna, conviene iniziare dal centro storico racchiuso nel grande anello alberato chiamato Ring. Da vedere il Duomo di Santo Stefano, la Hofburg, residenza degli Asburgo, con gli appartamenti imperiali e un ragguardevole tesoro di ori e argenti, la Scuola d’Equitazione Spagnola, la Kapuzinerkirche con le tombe asburgiche, l’Opera di Stato, il Museo Albertina, il Graben e altre strade e piazze ricche di fascino e di storia. Oltre il Ring si trovano il nuovo MuseumQuartier, i Castelli Belvedere con i loro tesori d’arte, la Chiesa di San Carlo, la Palazzina della Sezession,  il Prater con la Ruota panoramica, il Castello di Schonnbrunn con il bellissimo parco. A passo di danza, sulle note di un valzer viennese, ci si incammina al termine di questo bel giro di Vienna verso padiglioni della metro ideati da Otto Wagner, in Karlsplatz.

Vienna luoghi di interesse da non perdere

  • Per immergersi nel clima della città è consigliabile dirigersi subito verso uno dei tradizionali caffè di Vienna, magari nelle strade di Altstadt, celebri per l’eleganza e per la socialità ricercata dei locali.
  • Ecco il Teatro dell’Opera, ecco il Museo delle Belle Arti, ecco svettare le Torri dei Pagani al cospetto della grandiosa Cattedrale di Santo Stefano.
  • Non può mancare, in questa zona, l’emblema degli Asburgo, cioè il Palazzo Imperiale (Hofburg), diventato negli anni Kunsthistorisches Museum, uno dei musei di maggior valore per quanto riguarda le belle arti, oltre che tra i 10 maggiori complessi museali del mondo. Per chi ama l’arte moderna, le porte sono aperte al MUMOK, come pure al Leopold Museum.
  • Molto belli da vedere sono poi i cavalli lipizzani che danno spettacolo all’interno delle scuderie della Scuola di Equitazione Spagnola.

Cattedrale di Santo Stefano

La Cattedrale di Santo Stefano, a Vienna, è la più grande del genere in tutta l’Austria. Realizzata in stile gotico, tra il XII e il XIII secolo, la cattedrale è ritenuta una vera attrazione per chi giunge a Vienna. Visitabile la Torre Sud alta 137 metri. La Torre Nord presenta una guglia di stile rinascimentale che si associa al gotico preesistente. All’interno della Cattedrale di Santo Stefano si trova la tomba di Federico III, in marmo rosso.

Ringstrasse

La Città Vecchia (Altstadt) è delimitata dal Ringstrasse. Si tratta di un perimetro che separa la zona medioevale della città dal resto che si è sviluppato più avanti nei secoli.

Teatro dell’Opera

Il Palazzo dell’Opera di Vienna, ubicato nella parte vecchia della città, ha visto esibirsi giganti della musica classica come Mozart, Beethoven, Brahms. Vienna, d’altronde, così come il resto dell’Austria, ha dato i natali ad illustri personaggi di fama non solo nazionale.

Personaggi celebri di Vienna

Vienna è stata culla di celebri personaggi che hanno fatto brillare nel mondo l’arte, la scienza, la cultura della città: qui hanno riempito l’aria di note Beethoven, Mozart, Schubert, Mahler, Brahms e altri ancora; qui ha teorizzato Sigmund Freud (di cui si può visitare la casa, trasformata in museo); qui ha dipinto Gustav Klimt: Il Bacio, celebre tela, è esposto nella Galleria Austriaca Belvedere, come pure l’opera Giuditta I. Sempre in tema di pittura, Vienna ha visto crescere anche Egon Schiele e tanti, tanti altri intellettuali e personaggi di spicco.

Palazzo Imperiale e Museums Quartier

Il Palazzo Imperiale di Vienna è stato un luogo imporante durante il periodo austroungarico. Dopo la prima guerra mondiale è stato trasformato in sede del Museums Quartier che comprende diversi luoghi di cultura ed è considerato uno degli spazi culturali più grandi al mondo. Da non perdere:

  • Scuola di equitazione spagnola che raccoglie la storia dei cavalli. E’ altresì possibile assistere agli addestramenti (mattino) e visitare le scuderie;
  • Kunsthistorisches Museum che ospita ampie collezioni degli Asburgo;
  • MUMOK Museo d’Arte moderna dove si trova Pop Art, Wharol, George Brecht e molti altri artisti esponenti di arte moderna e contemporanea;
  • Leopold Museum si trova la più grande collezione di Egon Schiele al mondo;
  • Schloss Schonbrunn, palazzo in stile barocco patrimonio dell’Unesco;
  • Museo di Sigmud Freud, la casa dove visse lo psicanalista che raccoglie oggetti, documenti e fotografie.

Vienna a Natale

Il Mercatino di Natale di Vienna più celebre è quello sulla Rathausplatz, la piazza antistante il municipio, che sfoggia un’enorme corona d’Avvento (ben 12 metri di diametro), animato da bancarelle piene di giocattoli, giostre, trenini e con gli alberi del bellissimo parco tempestati di lucine. Ma da non mancare sono anche il mercatino sulla piazza della Freyung, le cui origini datano 1772, conosciuto anche come l’Antico Mercato Viennese di Gesù Bambino, sulle cui bancarelle si trovano raffinati pezzi d’artigianato, decorazioni in vetro, oggetti di ceramica e presepi tradizionali.  E quello, splendido, ospitato nel cortile d’onore del Castello di Schonbrunn, ex residenza estiva degli Asburgo.

Hofburg Palace, Michaelerplatz - ViennaHofburg Palace, Michaelerplatz - Vienna

Parco del Prater

A questo punto si può fare un salto al di là del Danubio, nel Parco del Prater, all’interno del quale si trovano giostre antiche e tradizionali. Famosissima la ruota di Ferris, costruita con cabine di legno dalle quali si potrà ammirare la città da una spettacolare veduta dall’alto.

10 Sacher torte

Dopo tanto vagare tra palazzi imponenti e opere d’arte, non si può che concludere la giornata a Vienna senza gustare una fetta di Sacher torte, magari proprio nel caffè dell’Hotel Sacher di Vienna, tempio di pasticceria austriaca nel quale la ricetta della Sacher è custodita ancora oggi gelosamente, malgrado le imitazioni e i tentativi di emularne aspetto e gusto.

11 Vienna, dintorni

Nei dintorni, sono poli di attrazione turistica anche il Parco Fluviale Donau-Auen ai confini con la Slovacchia, l’elegante cittadina termale di Baden con le case in stile Biedermeier e l’Abbazia di Klosterneuburg, una delle più importanti dell’Austria, che custodisce il prezioso Altare di Verdun.

12 Come muoversi a Vienna

Vienna si può percorrere agevolmente a piedi però sarà divertente prendere uno dei tram o di trenini metropolitani, caratterizzati dallo stile art nouveau. Proprio due di questi tram, il numero 1 e il numero 2, permettono di ammirare uno dei simboli evidenti del potere degli Asburgo: il Ring (Ringstrasse o Der Wiener Ring), un viale che circonda la città vecchia, all’interno del quale sono presenti le maggiori attrazioni di Vienna. L’utilizzo della Vienna Pass è consigliata. Permette di usufruire di una serie di sconti. La Vienna City Card è valida per 24, 48 o 72 ore. Potrete così girare gratuitamente con i mezzi pubblici di Vienna o con gli autobus HOP ON HOP OFF di Big Bus Tours e beneficiare di oltre 210 agevolazioni, dal museo all’Heuriger, a partire da 17 euro.

13 Dove divertirsi a Vienna

La capitale austriaca è teatro di innumerevoli manifestazioni, luoghi dove divertirsi. Solo nelle settimane di carnevale, per esempio sono più di 200 i balli e le feste di quartiere pronte ad intrattenere il visitatore, tra queste una delle più suggestive è quella organizza al Karl-Marx-Hof (Palazzo del Municipio). Gustose ed insolite pietanze, moda stravagante e arte giovane hanno reso la zona che circonda il mercato Karmelitermarkt una delle più vivaci di Vienna.

14 Dove comprare  a Vienna

Nei centri più grandi, pub, birrerie, irresistibili gelaterie e pasticcerie, centri commerciali incarnano un richiamo costante per il turista a caccia non solo di monumenti e musei, ma anche di attrattive golose e di qualche buon affare. A Vienna, si va anche da Loden, da Tostmann e da Lanz.

15 Cosa mangiare a Vienna

Vienna non si possono certamente perdere la Wiener Schnitzel (equivalente alla nostra cotoletta milanese), il Backhendl (il pollo impanato e fritto) e la Sacher Torte.  Spesso ed erroneamente identificata con quella viennese, la cucina austriaca è un’invidiabile tavolozza delle sue numerose tavole regionali. Ecco alcun consigli su cosa mangiare in Austria.

16 Dove dormire a Vienna

Gli alloggi a Vienna sono negli standard delle capitali europee. Nelle zone più chic gli hotel stellati hanno un costo non troppo contenuto. Tuttavia ci sono alberghi, sempre nella zona adiacente al treno, a buon costo. Così come le offerte dell’extra alberghiero: B&B, case vacanze, affittacamere. Basta saper scegliere con oculatezza e lasciarsi consigliare.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

Vienna Meteo

Informazioni utili

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Austria Vienna iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 397 Articoli
Anna Bruno, giornalista professionista. Muove i primi passi come cronista a La Gazzetta del Mezzogiorno. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), spettacoli e tecnologie. Scrive per i principali magazine del settore viaggi ed è esperta di digital travel. Nel 2001 fonda FullTravel.it, magazine di viaggi, del quale è tuttora direttore responsabile. E’ appassionata di fuori rotta e posti insoliti.