Verona, cosa vedere nella città di Romeo e Giulietta

Verona è unica ed è indubbiamente una delle città italiane più romantica in assoluto. Perdersi nei vicoli che hanno ispirato Shakespeare sarà suggestivo ed emozionante. Ecco una breve guida per vivere al meglio il vostro viaggio a Verona: cosa vedere, cosa fare, dove dormire nella meravigliosa città veneta.

Panorama di Verona
Panorama di Verona

Sommario

È popolare per essere la città dell’amore, grazie alla tragedia amorosa di Romeo e Giulietta di Shakespeare, ispirata proprio a quei luoghi e fonte principale del turismo di Verona. Ma questa meravigliosa città è anche tanto altro. In questa breve guida vi spiegheremo cosa vedere a Verona illustrandovi i luoghi di interesse della città veneta.

Verona: cosa fare e cosa visitare

Cosa Vedere a Verona

Che la città di Verona fosse un luogo adatto alle passeggiate romantiche, lo si intuisce fin da subito. Il centro storico antichissimo e ben conservato, gli angoli pittoreschi, i pozzi e i cortili, i portici, sono degli esempi. E poi c’è l’Adige, il fiume che attraversa la città. Per collegare una parte all’altra della città sono stati realizzati alcuni ponti di indubbia bellezza, fra i quali il Ponte Scaligero e il Ponte Pietra. Tutto intorno si ammirano antichi palazzi e campanili. E poi le piazze. Piazza delle Erbe, che è il cuore della città, Piazza Bra e Piazza Mercato Vecchio.

Verona è anche la città dell‘Arena, il più grande teatro lirico del mondo realizzato ben venti secoli fa. La stagione lirica estiva rappresenta una delle maggiori attrazioni mondiali per gli appassionati di questa branca musicale. In questo teatro all’aperto dall’acustica perfetta riecheggiano le note dell’Aida e della sua marcia trionfale.

Verona è la patria del Pandoro ma anche della gastronomia italiana. Chi va a Verona non può esimersi dall’assaggiare la Pastissada de Caval, il Bollito con la Pearà, il risotto di Isola, i tortellini di Valeggio il tutto innaffiato da un bicchiere di Valpolicella, Recioto, Custoza, Soave e Bardolino.

Giungere a Verona non è difficile. La sua posizione centrale la rende raggiungibile dalle maggiori arterie stradali e ferroviarie italiane. Vi sarà capitato di chiedervi cosa fare a Verona, cosa visitare. Ecco un breve elenco dei luoghi di interesse di Verona e delle cose che non dovete assolutamente perdere.

Arena di Verona

L’Arena di Verona è l’anfiteatro romano simbolo chiave della città insieme alla casa di Giulietta. Costruito nel I secolo a.C. ed utilizzato per gli spettacoli dei gladiatori, attualmente è sede di concerti e spettacoli di svariati artisti italiani ed internazionali.

Arena di Verona - Foto di Gianni Crestani
Arena di Verona – Foto di Gianni Crestani

Verona, Piazza Bra

Piazza Bra a Verona è il cuore della città, dove potrete godere di un ottimo aperitivo ammirando l’Arena, il Palazzo della Gran Guardia, che oggi ospita mostre e convegni, Palazzo Barbieri e il Museo Lapidario Maffeiano. È il centro di Verona ed è davvero molto caratteristico.

Piazza Bra a Verona - Foto di Gianni Crestani
Piazza Bra a Verona – Foto di Gianni Crestani

Verona, Casa di Giulietta

Insieme all’Arena la Casa di Giulietta è l’edificio più frequentato dai turisti. Si trova in via Cappello, 23. Il suo stile gotico è attrazione per gli amanti dell’arte. Vi sarà impossibile non riconoscerla, in quanto al vostro arrivo troverete le pareti tappezzate di messaggi d’amore scritti su post-it e lettere. Potrete visitare l’abitazione e il famoso balcone, simbolo della storia d’amore di Shakespeare. Non dimenticate di immortalare il momento, facendo una foto con la statua di Giulietta, posta proprio sotto al balcone. Toccatele il seno destro, sembra sia un aiuto per i successi amorosi. Non si sa mai!

Casa di Giulietta, Verona
Casa di Giulietta, Verona

4 Piazza dei Signori a Verona

Piazza dei Signori a Verona: da casa di Giulietta, spostandovi verso l’Arco della Costa, giungerete in questa piazza. Dalla sua arcata pende una costola di balena. Si dice che si staccherà quando lì sotto passerà un’anima pura. Provate a passarci!

Piazza dei Signori a Verona - Foto di Gianni Crestani
Piazza dei Signori a Verona – Foto di Gianni Crestani

5 Piazza delle Erbe

E’ la piazza più antica di Verona ed è ubicata proprio sopra l’area del Foro romano. Era il centro della vita politica ed economica; con il tempo gli edifici romani hanno lasciato il posto a quelli medievali. Piazza delle Erbe è anche chiamata semplicemente Piazza Erbe.

Piazza delle Erbe, Verona
Piazza delle Erbe, Verona

6 Museo degli Affreschi Cavalcaselle

Il complesso conventuale di san Francesco al Corso risale al XIII secolo. Nel 1935 Antonio Avena, allora Direttore dei Musei Civici, apriva al pubblico la cosiddetta “Tomba di Giulietta”, cioè il luogo in cui era stata posta l’arca che secondo la leggenda accolse i corpi di Romeo e Giulietta, facendone punto di attrazione turistica. Nell’annesso Museo degli Affreschi “G.B. Cavalcaselle”, inaugurato nel 1975, sono esposti cicli di affreschi provenienti da edifici veronesi dal Medioevo al Cinquecento e sculture dell’Ottocento, mentre la chiesa di San Francesco ospita opere su tela di grandi dimensioni dal Cinquecento al Settecento. Nel sotterraneo è collocato un deposito di anfore romane del I secolo d.C. rinvenute in scavi della zona. Nel cortile è depositato materiale lapideo (architettonico e scultoreo) medievale e moderno in previsione dell’allestimento di un lapidario.

San Francesco al Corso, Verona
San Francesco al Corso, Verona

7 Basiliche paleocristiane e Domus romana

Sotto il pavimento della chiesa di Sant’Elena e del chiostro della Capitolare sono visibili i resti di due basiliche paleocristiane, la più antica e più piccola di metà IV sec. d.C., la più grande e recente di metà V d.C., con belle pavimentazioni musive.

Nel grande vano sottostante gli uffici della banca sono visibili i resti della domus romana assai ben conservata con ambienti pavimentati a mosaico e in battuto articolati attorno ad un piccolo cortile con peristilio.

Domus romana, Verona
Domus romana, Verona

8 Museo di Castelvecchio

Il Museo di Castelvecchio ospita importanti collezioni di arte medievale, rinascimentale e moderna (fino al XVIII secolo):
– 29 sale di esposizioni di dipinti, sculture, reperti archeologici, armi con 622 opere esposte
– Gabinetti specializzati: circa 90.000 monete e medaglie, 2.650disegni, 8.000stampe, 800 lastre fotografiche
– in deposito: 2.500dipinti, circa 500sculture e bronzi, circa 800mobili e oggetti d’arti decorative, 300 armi e 200pezzi da collezione etnografica
Oltre alle sale espositive, al Gabinetto Disegni e Stampe e al Gabinetto Numismatico sono presenti: direzione, uffici amministrativo e tecnico, archivio generale, fototeca, sala per esposizioni temporanee, punto vendita di cataloghi, laboratori artigianali di sussidio.
Il restauro, iniziato alla fine degli anni Cinquanta, ha visto collaborare strettamente il direttore Licisco Magagnato e il progettista Carlo Scarpa sia nel pensare un restauro filologico degli spazi, sia nello scegliere e collocare le opere funzionalmente ed emotivamente più vicine all’idea di museo come opera d’arte totale. Da allora il Museo di Castelvecchio è diventato punto di riferimento.

Museo di Castelvecchio a Verona

9 Resti della curia e di un complesso cultuale

Accessibile dal ristorante 12 Apostoli e da una casa privata, vi sono visibili un tratto del lato ovest del podio della curia, parte del basolato di un cardine, la base di una casa torre e per 37 metri il lato esterno del muro orientale del portico che chiudeva il supposto complesso del culto imperiale.

10 Museo della radio di Verona

Il museo illustra la storia della Radio, dalle prime apparecchiature scientifiche, che va dall’inizio del Novecento al design degli anni Cinquanta, attraverso 700 apparecchi di 7 nazioni.

Museo della Radio, Verona - Foto Architetti Verona
Museo della Radio, Verona – Foto Architetti Verona

11 Ipogeo di Santa Maria in Stelle

Da un accesso settecentesco a fianco della parrocchiale si accede ad un corridoio su cui si aprono due vani pavimentati a mosaico, uno dei quali presenta belle pitture, assai ben conservate, con scene dell’antico e del nuovo testamento risalenti al V secolo d.C.. L’ipogeo è però più antico e nacque con funzione di captazione dell’acqua, nell’ultimo tratto dopo le aule mantiene ancora questa funzione e con uno stretto passaggio raggiunge una sorgente.

12 MA Museo africano

Il Ma – Museo africano, nell’esposizione di oggetti artistici dell’Africa tradizionale. La vita in Africa” è narrata da sculture, manufatti, suppellettili, indumenti, attrezzi da lavoro, strumenti musicali e tanto altro, attraverso la ricostruzione delle tappe fondamentali dell’esistenza dalla nascita alla morte. Le popolazioni africane sottolineano con celebrazioni speciali le diverse fasi della vita umana con riti di passaggio e con rappresentazioni simboliche e festeggiamenti, che variano da un gruppo etnico all’altro, raffigurati in oggetti artigianali e artistici.

Museo Africano di Verona - Foto L. Santin
Museo Africano di Verona – Foto L. Santin

Verona in pillole: come arrivare, dove dormire, vita notturna

13 Come arrivare a Verona e come muoversi

Se decidete di non muovervi in auto, le soluzioni migliori per raggiungere Verona sono due. Arrivando in treno, nella stazione di Verona Porta Nuova, potrete raggiungere il centro in 15 minuti a piedi o in meno di 5 minuti in auto. Se invece pensate di arrivare in aereo, l’Aeroporto di Verona è quello a cui dovete far riferimento. Dista 12 km dal centro ed è ben servito da navette e bus.  Per non rendere troppo dispendioso il vostro soggiorno, vi consigliamo l’acquisto della Verona Card, per poter entrare gratuitamente nei vari musei, monumenti e viaggiare a titolo gratuito con il trasporto urbano. Altro consiglio che vogliamo darvi è quello di camminare senza meta per i caratteristici vicoli di Verona; è il modo migliore per vivere questa città favolosa.

14 Verona, vita notturna

Verona è una città dinamica sia di giorno che di notte. Grazie soprattutto ai tanti eventi e spettacoli che si tengono in centro, è molto vissuta anche di notte. Tantissimi i ristoranti, pub e i locali nei quali intrattenervi fino a tarda notte.

Veduta notturna di Verona - Foto di ginevra
Veduta notturna di Verona – Foto di ginevra

15 Dove dormire a Verona

Verona, dove dormire: non si tratta di una città economica, ma sicuramente, prenotando con largo anticipo, riuscirete a trovare hotel a Verona a prezzi vantaggiosi. Il nostro consiglio è quello di soggiornare in centro in modo da poter godere della vicinanza con le attrazioni principali.

Mappa di Verona

Informazioni utili

Verona cosa fare


 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione VERONA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*