Cosa vedere a Trani: dalla cattedrale al quartiere ebraico

Trani è una pittoresca cittadina del nord barese. Nota per la sua cattedrale, Trani si contraddistingue anche per il suo centro storico con il quartiere ebraico, il suo porto turistico e il castello federiciano. Ecco 10 cose da vedere a Trani e cosa fare nella città pugliese.

Porto di Trani, Puglia ©Foto Anna Bruno/FullTravel.itPorto di Trani, Puglia ©Foto Anna Bruno/FullTravel.it

Trani è una città della Puglia ubicata a nord di Bari, capoluogo di provincia (con Andria e Barletta) dal 2004. Presenta interessanti palazzi nobiliari, un pittoresco porto turistico, un grazioso centro storico, la maestosa cattedrale e il castello di Federico II.

La leggenda vuole che Trani sia stata stata fondata da Tirreno (Tirenum), figlio di Diomede. La città fu un importante punto di snodo mercantile del basso Adriatico, secondo testimonianze come l’Ordinamenta Maris, il più antico codice marittimo del medioevo. E’ certo che in seguito alla distruzione della vicina Canosa, Trani acquistò importanza grazie anche alla sua insenatura naturale che favorì i primi insediamenti.

Trani è facilmente raggiungibile in macchina, treno e aereo (aeroporto di Bari) e presenta diversi punti di interesse. A seconda del vostro tempo a disposizione, consigliamo una serie di cose da fare e vedere a Trani, in un giorno, in un weekend o in più giorni.

Trani, cosa vedere nel capoluogo pugliese

Cattedrale di Trani

Se si è provenienti dal centro storico, la cattedrale di Trani appare all’improvviso: maestosa e splendida. Sorge su un promontorio, poco distante dal porto turistico. La cattedrale di Trani è certamente uno degli esempi più importanti del romanico pugliese. Si compone di tre chiese sovrapposte: l’Ipogeo di San Leucio che risale al V-VII secolo (accessibile a metà della navata sinistra), la Chiesa di Santa Maria della Scala dell’XI secolo(accessibile dal fondo delle navate interne) e la basilica dedicata a San Nicola Pellegrino, la cui costruzione è a partire dal XII secolo.

Molto bella la facciata in pietra di Trani che presenta una doppia rampa accessibile sul lato destro e sinistro della basilica tranese. Ricco il portale di accesso alla cattedrale. Si tratta di una copia della porta d’accesso in bronzo visibile all’interno della basilica stessa. Il portale presenta figure simboliche, arabesche e umane realizzate da Barisano da Trani, nel XII secolo. Accanto alla maestosa cattedrale che lambisce il mare, sul lato opposto, si trova il campanile lungo circa 60 metri la cui data di fondazione risale al XIII secolo.

Cattedrale di Trani - ©Foto Anna Bruno/FullTravel.it
Cattedrale di Trani – ©Foto Anna Bruno/FullTravel.it

Museo Diocesano

Il Museo Diocesano di Trani si trova all’interno del Palazzo Lodispoto al lato della cattedrale e del campanile. All’interno si trovano sculture, materiale lapideo , tombe e capitelli. Di grande importanza le tavole con San Nicola di Mira e Girolamo, San Redento e San Magno e un altare del trecento di arte francese. Il museo è aperto i giorni dispari dalle ore 10,00 alle 12,00. In estate anche il martedì e giovedì dalle ore 17,30 alle ore 19,00. La domenica è aperto solo su prenotazione.

Museo Diocesano di Trani, Palazzo Lodispoto
Museo Diocesano di Trani, Palazzo Lodispoto

Il castello di Trani

Il castello svevo di Trani fu fatto realizzare da Federico II tra il 1233 e il 1249 anche se fu rimaneggiato durante il cinquecento. Il castello ha una pianta quadrata e si presenta come un fortino difensivo. Il castello di Trani un tempo era in comunicazione direttamente con il mare mentre oggi non lo è più. Posto in posizione strategica, il castello si erge di fronte alla cattedrale posta a poca distanza. Originariamente il maniero era costituito da un ponte levatoio in legno che permetteva l’accesso. Oggi il ponte levatoio è stato sostituito con uno in pietra. Di epoca federiciana sono il maschio e le tre torri angolari.

Castello di Trani ©Foto Anna Bruno/FullTravel.it
Castello di Trani ©Foto Anna Bruno/FullTravel.it

Il porto

Trani è una meta pugliese di grande fascino. Ricca di storia, una visita a Trani non può che iniziare dal porto dove è facile imbattersi in pescatori di ritorno dal mare. Il porto era l’antico centro della città ma ancora oggi è un luogo di ritrovo.  All’interno della rada si trovano imbarcazioni di diverso tipo: pescherecci, barche a vela e imbarcazioni di diporto. Il porto si trova tra il promontorio della cattedrale e quello del fortino di Sant’Andrea. E’ qui che si trova il palazzo Caccetta, in tardo gotico e la chiesa di Ognissanti, in stile romanico. Il porto è un luogo ideale per una passeggiata a passo lento tra le bancarelle di pesce.

Porto di Trani. imbarcazioni e cattedrale ©Foto Anna Bruno/FullTravel.it
Porto di Trani. imbarcazioni e cattedrale ©Foto Anna Bruno/FullTravel.it

Il quartiere ebraico

Nei pressi del porto turistico ha inizio un dedalo di stradine che si incrociano nel quartiere ebraico di Trani.  Attraverso la Porta della Giudecca (Porta Antica) si giunge a Via la Giudea. Il quartiere ebraico di Trani si trova lungo le mura della città che ha visto dominazione longobarda e sveva. Il quartiere aveva ben 4 sinagoghe delle quali solo 2 sono giunte ai tempi nostri: la sinagoga di Santa Maria di Scolanova e la sinagoga di Sant’Anna (Sinagoga Grande) del XIII secolo, dove ha sede il museo ebraico. Una visita al quartiere ebraico è d’obbligo se avete intenzione di vedere Trani in tutte le sue sfaccettature.

Sinagoga del quartiere ebraico di Trani ©Foto Anna Bruno/FullTravel.itSinagoga del quartiere ebraico di Trani ©Foto Anna Bruno/FullTravel.it

Il centro storico

Il centro storico di Trani si presenta con strette viuzze che si incrociano con vicoli e minuscole piazze. Il centro storico è uno scrigno che custodisce nobili palazzi e storiche chiese. E’ nel centro storico che si trova la chiesa di San Francesco, di Sant’Andrea, di Santa Chiara (in stile barocco), di San Giacomo, in stile romanico la cui cripta conserva le reliquie di San Nicola Pellegrino. Perdetevi nelle strette vie del centro storico di Trani. Ne vale la pena.

Arco di una via nel centro storico di Trani ©Foto Anna Bruno/FullTravel.it
Arco di una via nel centro storico di Trani ©Foto Anna Bruno/FullTravel.it

Museo delle Carrozze di Trani

Il Museo delle carrozze di Trani è una collezione privata della famiglia Telesio. Dal 1956 ospita una raccolta di 34 carrozze dei più vari modelli da mattino, da sera, da dama, da caccia oltre a divise di cocchieri e finimenti per cavalli. L’importanza di questa collezione dimostra l’abilità artigianale dell’epoca e racconta la storia di fasti signorili con autenticità e stili.

Museo delle carrozze di Trani
Museo delle carrozze di Trani

Palazzo delle Arti Beltrani

Palazzo delle Arti Beltrani è un “museo a carattere polifunzionale, centro culturale di riferimento di Trani. Il Museo accoglie eterogenee collezioni collegate alla storia della città ed ai suoi personaggi illustri che si sono notevolmente arricchite nel tempo tanto da costituire una raccolta di tutto rispetto. All’interno del Palazzo delle Arti Beltrani si trova una consistente raccolta di testi a contenuto storico e artistico, specializzati in particolare in storia dell’arte, acquisiti sempre mediante differenti lasciti e donazioni, da consultare per motivi di studio ed approfondimento nel Centro di Consultazione.

Palazzo Beltrami, Trani
Palazzo Beltrami, Trani

Dove mangiare a Trani

Non è difficile trovare un buon locale dove mangiare a Trani. In tutta la Puglia e Trani non fa eccezione, il cibo è davvero una gioia per il palato. Il centro storico di Trani è pieno di trattorie di cucina tipica locale ma anche nelle vie che si affacciano lungo il porto, l’offerta è varia. Prima di decidere in quale posto mangiare, fate i conti con il vostro budget e il vostro appetito. Potete, così, selezionare osterie a buon prezzo o ristoranti con cucina da gourmet. Ristorante Chef da Savino è uno di questi. Ottimo servizio e gustosi piatti da gourmet a due passi dal porto. Consigliato da Anna e Raffaele di FullTravel.it.

Ristorante Chef da Savino, Trani
Ristorante Chef da Savino, Trani

10 Dove dormire a Trani

Trovare un hotel a Trani a buon prezzo, non è del tutto difficile. La città offre una buona ospitalità con strutture alberghiere per tutte le tasche ma anche tante offerte di extra-alberghiero. Dipende dalle vostre esigenze e, senza dubbio, dal vostro budget.

B&B Portadamare, Trani
B&B Portadamare, Trani

Meteo Trani

Informazioni utili


 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione TRANI iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 389 Articoli
Anna Bruno, giornalista professionista. Muove i primi passi come cronista a La Gazzetta del Mezzogiorno. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), spettacoli e tecnologie. Scrive per i principali magazine del settore viaggi ed è esperta di digital travel. Nel 2001 fonda FullTravel.it, magazine di viaggi, del quale è tuttora direttore responsabile. E’ appassionata di fuori rotta e posti insoliti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*