Guida di Torino: i luoghi di interesse, i musei, i caffè

Torino: cosa vedere, cosa fare e cosa visitare per rendere interessante il vostro soggiorno nella prima storica capitale italiana. Quali sono i luoghi di interesse di Torino che non dovete assolutamente perdere? Lo scoprirete in questa breve guida.

Cosa vedere a Torino: panorama della cittàCosa vedere a Torino: panorama della città

Indice dei Contenuti

Mistero, eleganza, storia, magia e cultura: il mix perfetto che caratterizza Torino, capoluogo del Piemonte. Quelli che pensano che nella città piemontese ci sia ben poco da vedere si sbagliano. In questa guida citeremo solo alcuni dei luoghi di interesse di Torino, per permettervi di visitare almeno i siti più caratteristici.

Cosa vedere a Torino: alcuni cenni su cosa visitare

Nonostante le tante cose da visitare, il turismo a Torino si è sviluppato in maniera esponenziale soltanto dagli anni ’90. La città dei Savoia, prima di quegli anni, era vista essenzialmente solo come la “città della Fiat”, collocata nel quartiere di Torino, Lingotto, cuore dell’industria torinese. Andiamo a vedere cosa fare a Torino e cosa visitare.

Torino, Mole Antonelliana

La Mole Antonelliana è il simbolo di Torino. Fu costruita nel 1863 da Alessandro Antonelli e con i suoi 167 metri domina la città di Torino. Attualmente è sede del Museo Nazionale del Cinema, e Torino e cinema sono due parole che vanno a braccetto. La città vide infatti la prima proiezione cinematografica dei Fratelli Lumière e la nascita della prima industria cinematografica nazionale, prima di Cinecittà.

Palazzo Madama

Al centro di Piazza Castello sorge Palazzo Madama, mentre sul lato orientale si trova il Teatro Regio, ricostruito dopo l’incendio del 1936. La piazza prende il nome proprio dal castello che fu poi trasformato in Palazzo Madama. Durante l’ottocento il Palazzo Madama di Torino fu la sede delle sedute del Senato subalpino. Nell’edificio vennero inglobate le due torri romane dell’antica “Porta Pretoria“. Raddoppiato nel XV secolo da Ludovico d’Acaja con la realizzazione del fronte sul Po, fu in seguito rimaneggiato nel XVII secolo da Ascanio Vitozzi e da Carlo di Castellamonte. La monumentale facciata barocca venne realizzata tra il 1718 e il 1721, su progetto solo parzialmente realizzato di Filippo Juvarra. Caratterizzata da un ordine gigante di lesene e colonne corinzie scanalate sormontate da una balaustrata marmorea con rilievi, statue e vasi. Da segnalare all’interno il monumentale scalone d’onore juvarriano. Nel Palazzo ha sede il Museo Civico di Arte Antica che raccoglie ricche collezioni di sculture, dipinti, vetri, arazzi ecc. che fu trasformata in un Castello nel Medioevo e successivamente ampliato nel XV dai Savoia per trasformarlo in residenza della Madama Reale Cristiana di Francia durante il XVII secolo. La facciata barocca risale al 1721. Oggi il Palazzo Madama è sede del Museo Civico di Arte Antica. Edificato come cassaforte nel XIII secolo per volere del marchese del Monferrato Guglielmo VII.

Duomo di Torino

Il Duomo di Torino fu costruito alla fine del XV secolo. Ha una facciata in stile rinascimentale mentre il campanile, poco distante, è in stile romanico. Accanto al Duomo si trova il Palazzo Reale e la Cappella della Sacra Sindone.

Palazzo Reale di Torino

Fino al 1865 il Palazzo Reale di Torino fu la residenza dei Savoia. Costruito tra il 1646 e il 1660, il Palazzo Reale presenta sale fastose con soffitti intagliati e pavimenti lignei. Celebre la Scala delle Forbici. La parte superiore del palazzo è stato danneggiata dall’incendio dell’aprile del 1997. Il retro del Palazzo Reale presenta i Giardini Reali, in stile francese. Adiacente il Palazzo Reale si trova l’Armeria Reale che presenta una ricca collezione di armi e armature.

Parco e Castello del Valentino

A metà del secolo XIX, sulla riva sinistra del Po, fu realizzato il Parco del Valentino con annesso Orto Botanico. Il parco comprende anche il Castello del Valentino (1620/1640) realizzato secondo i canoni francesi. Il Castello è aperto tutti i giorni, dalle ore 9.00 alle ore 19.00 ad eccezione del lunedì. L’Orto Botanico è visitabile dalle ore 9.00 alle 13.00 tranne la domenica.

Palazzo Cisterna a Torino

Palazzo Cisterna venne ampliato aggiungendo,  nel 1691, la manica verso via Carlo Alberto. Il giardino venne inizialmente affidato ad Henri Duparc, in seguito Intendente dei giardini del castello di Venaria Reale.  Fra il 1773 ed il 1787  il palazzo assume il volto attuale, nei canoni di un raffinato classicismo, sotto la direzione dell’architetto Valeriano Dellala di Beinasco. Il progetto per la facciata, scandita da lesene corinzie che si addensano al centro ed ai risalti angolari, è datato 1780. Anche l’interno viene aggiornato con l’apporto di artisti fra i più quotati: i pittori Antoniani e Cignaroli, gli scultori in legno Gianotti e Bonzanigo, gli scultori in marmo Bernero e Ferrero, lo stuccatore Bolina, tutti attivi in decine di cantieri fra palazzi nobiliari e di corte. Dal 1940 l’edificio, le cui sale documentano il gusto neorinascimentale e neobarocco della seconda metà dell’ottocento, è sede della Provincia di Torino.

Borgo e rocca medievale

Ideato da un gruppo di artisti e intellettuali (coordinati da Alfredo D’Andrade), e costruito in occasione dell’Esposizione Generale Italiana del 1884, il Borgo presenta forma, struttura, finiture e decorazioni scrupolosamente riprese da edifici quattrocenteschi del Piemonte e della Valle d’Aosta. La Rocca è aperta al pubblico, con un percorso di visita in cui la vita e l’atmosfera dell’epoca sono ricostruite negli splendidi ambienti della dimora del Signore con effetti di suoni, di luce e di profumi. La Rocca si trova in Viale Virgilio 107, Parco del Valentino.

Musei Torino

Torino, Museo Egizio

Tra i tanti musei di Torino sicuramente predomina il Museo Egizio, visitato da centinaia di turisti ogni giorno. È il Museo più antico del mondo ed è secondo per valore soltanto a quello del Cairo. È composto da oltre 30.000 pezzi storici. Tappa obbligata per gli amanti della storia.

Galleria Sabauda

Nel Palazzo dell’Accademie delle Scienze ha sede l’importante collezione di pittura che comprende opere di scuola olandese e fiamminga. La collezione della Galleria Sabauda contiene anche opere italiane come quelle del Beato Angelico, del Veronese, del Mantegna e del Tintoretto, tra gli altri.

10 Torino, museo della Sindone

Quando ci si chiede cosa vedere a Torino, la mente va sicuramente al Museo della Sindone, luogo affascinante che racchiude mistero, storia, scienza e religione. È un museo unico al mondo, quindi è un vanto per la città di Torino e per l’Italia stessa. È diviso in due sezioni: quella prettamente scientifica e quella storica. Il Museo offre al visitatore un allestimento che, seguendo un percorso corredato di stazioni interattive e sistemi multimediali, presenta reperti suggestivi, oggetti di culto e i risultati di ricerche sperimentali sulla Sindone, in modo da offrire un’informazione più completa possibile sui vari aspetti che essa comporta (storici, scientifici, devozionali, artistici). Meravigliosa la teca storica del 1500 che ha contenuto il Sacro Lenzuolo fino al 1997 quando un’incendio ha distrutto le decorazioni della Cappella della Sacra Sindone, pur l’armatura, resistendo all’alta temperatura.

11 Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea

La Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino è tra le più grandi collezioni d’arte de Paese. Sita in Via Magenta, la galleria contiene soprattutto opere italiane da De Chirico a Modigliani, passando per le sculture di Canova. Presenti anche artisti stranieri di blasone come Picasso, Renoir, Manzù e Chagall. Il patrimonio artistico è costituito da oltre 15.000 opere tra dipinti, sculture, installazioni e fotografie, oltre che da una ricca collezione di disegni e incisioni. Le raccolte, che datano dalla fine del Settecento fino ai giorni nostri. Il museo è aperto dalle 9 alle 19, tutti i giorni ad eccezione del lunedì. I

12 Museo nazionale del Risorgimento italiano

Il Museo nazionale del Risorgimento italiano ha sede nel Palazzo Carignano. E’ unacostruzione barocca commissionata da Emanuele Filiberto di Savoia Carignano nel 1679 a Guarini e completata successivamente tra il 1864 e il 1872. In trenta sale, oltre alle numerose opere d’arte e cimeli che raccontano la storia italiana dall’inizio del XIX secolo al 1946, spiccano l’Aula del Parlamento Subalpino e del Primo Parlamento italiano, insieme a una serie di suggestive ricostruzioni di ambienti storici, tra cui la camera di Carlo Alberto a Oporto e lo studio di Camillo Benso conte di Cavour.

13 Palazzo Falletti di Barolo

Fondamentale esempio di dimora patrizia torinese, il Palazzo Falletti di Torino è arrivato a noi pressoché intatto. L’edificio eretto alla fine del Seicento da Baroncelli, fu restaurato alla metà del Settecento da Alfieri, cui si devono la decorazione e il disegno di alcuni mobili nelle sale in stile. Fu importante salotto culturale alla metà dell’800.

14 Museo della radio e della televisione di Torino

Il Museo della Radio non poteva che essere istituito a Torino, città che aveva visto nascere la radiofonia italiana, e fu la RAI a realizzare tale progetto negli anni ’60. Il materiale raccolto, ordinato e catalogato comprende documenti originali, incisioni discografiche e fonomagnetiche e apparati tecnico-professionali di grande interesse. Il museo è ubicato in Via Giuseppe Verdi, 16.

 

15 Pinacoteca dell’accademia Albertina di belle arti

La Pinacoteca dell’accademia Albertina di belle arti è collocata nel palazzo dell’Accademia dal 1837, nacque con finalità didattiche. Si fonda sul lascito della collezione Mossi di Morano (1828), che comprende opere dal Quattrocento al Settecento (Filippo Lippi, Defendente Ferrari, Martino Spanzotti, caravaggeschi, fiamminghi, genovesi, veneti), e sulla donazione di Carlo Alberto (1832) dei 60 cartoni di Gaudenzio Ferrari e della sua scuola, raccolta unica al mondo di un fondo grafico di bottega rinascimentale.

Torino, Stazione Porta SusaTorino, Stazione Porta Susa

16 Museo storico nazionale d’artiglieria

Il Museo storico nazionale dell’artiglieria è la prima istituzione europea del genere e il più antico museo di Torino, fondato presso il Regio Arsenale da Carlo Emanuele III nel 1731 ad uso dei giovani artiglieri della Scuola teorica istituita da Ignazio Bertola. L’importanza delle collezioni esposte, che presentano molti esemplari provenienti da tutto il mondo, alcuni unici e di grandissimo valore, conferiscono al museo un posto di primo piano tra i musei similari del mondo. I museo si trova Corso Galileo Ferraris.

17 Museo civico Pietro Micca

Dedicato al patriota che contribuì in modo decisivo a fermare l’assedio francese del 1706, il Museo civico Pietro Micca e dell’assedio di Torino del 1706 sorge su un’area che corrisponde, approssimativamente, al centro del fronte d’attacco nemico. Aperto nel 1961 ospita plastici, stampe e cimeli dell’epoca. Di grande interesse e spettacolarità è l’itinerario sotterraneo dei cunicoli di contromina illuminati dalle lanterne d’un tempo. Il museo si trova in Via Guicciardini, 7/A.

18 Museo di antropologia e etnografia

Le origini del Museo di antropologia e etnografia di Torino, pur raccogliendo raccolte precedenti, risalgono al 1923. Nel 1936 venne trasferito nell’attuale sede e dal 1961 è di proprietà dell’Università. Tra il materiale espositivo numerose collezioni di studio primatologiche, antropologiche, paletnologiche ed etnografiche che annoverano reperti di qualità eccezionale.

19 Museo della marionetta

Un mondo di curiosità in miniatura, sospeso tra gioco e magia del teatro: è il regno delle marionette che trova sede nel Teatro-Museo Gianduja. La pregevole raccolta della famiglia Lupi, accumulata nei 200 anni della sua attività, annovera oltre 5000 pezzi tra cui centinaia di marionette, arredi, costumi dell’800.

20 Museo dell’automobile di Torino

Il Museo dell’automobile di Torino è tra i più importanti d’Europa, documenta l’evoluzione dell’automobile dai primordi agli anni ottanta con l’esposizione di oltre 150 vetture originali, a cui vanno aggiunti modelli, stampe, manifesti e disegni d’epoca. Il museo presenta molti pezzi unici o rarissimi e una sezione dedicata alle auto da corsa. E’ inoltre dotato di un fornitissimo bookshop, ricco di libri sull’automobile, della Sala Storica del Pneumatico ed è sede di mostre temporanee. Si trova in Corso Unità d’Italia al civico 40.

21 Museo civico di numismatica, etnografia e arti orientali

Per la prima volta riunite in un’esposizione permanente, le tre sezioni di numismatica, etnologia e arti orientali. del primitivo Museo Civico, frutto di un secolo circa di collezionismo pubblico e privato, costituiscono il patrimonio del Museo allestito in un’elegante palazzina fin-de-siècle. La varietà delle collezioni e la preziosità dei reperti lo rendono particolarmente interessante.

22 Basilica di Superga

A circa 10 chilometri da Torino, su un colle, è stata edificata la Basilica di Superga voluta da Vittorio Amedeo II. Nella cripta sono stati sepolti i re sabaudi, mentre l’interno della basilica si compone di sei cappelle. La basilica è in stile classico ed ha una cupola con due campanili annessi.

23 Torino sotterranea

Un tour sicuramente diverso, ma che vi garantirà di scoprire il vero mistero e la vera storia della città piemontese. Torino sotterranea è meravigliosa, particolare, misteriosa. Catacombe, cantine sotterranee, gli infernotti dei palazzi barocchi ecc. Consigliatissimo.

24 Torino magica, il tour da non perdere

Torino è famosa per le leggende legate al culto di magia bianca e magia nera. Si narra che determinati luoghi della città siano colmi di energia. Esiste un tour, il “Tour Torino Magica”, che si svolge nelle serate di giovedì e sabato, durante il quale i visitatori vengono portati alla scoperta di questi luoghi particolari e vengono loro illustrate le leggende legate a quel posto. Curiosi?

Torino in pillole: curiosità, cosa fare, vita notturna, hotel e trasporti. Tutto quello che dovete sapere per organizzare al meglio il vostro viaggio.

25 Torino Card City

Per rendere più economico il vostro soggiorno a Torino, vi consigliamo l’acquisto della Torino Card City, che vi permetterà di avere entrate gratuite o riduzioni per musei, mostre, tour ecc. I costi sono davvero molto convenienti. Si parte da 35 € per 2 giorni. 

26 Torino vita notturna e caffè storici

Torino di notte è abbastanza tranquilla. I giovani amano recarsi presso i Murazzi, sul lungofiume Po, per un cocktail e un po’ di live music. Avrete modo di divertirvi senza sfociare nel caos puro, che sicuramente non è una caratteristica di questa città. Ma Torino è soprattutto la città dei caffè storici. Al centro della città si trovano tanti caffè di antica tradizione, ottimi punti di ritrovo.

27 Torino luci d’artista

Le “Luci d’artista” di Torino rappresentano l’appuntamento clou dell’inverno e del Natale a Torino. Si tratta di una prestigiosa rassegna di installazioni  e opere d’arte luminose che, tutti gli anni, accende le strade e le piazze del centro, trasformando la città in una capitale delle luminarie. Oggi Luci d’artista è un evento che si tiene anche nella città di Salerno, sulla scorta proprio di queste di Torino.

28 Come arrivare a Torino

Se arrivate in treno vi consigliamo Torino Porta Nuova, terza stazione in Italia per grandezza, centralissima e meravigliosa a livello architettonico. Per quanto riguarda i viaggi in aereo, punto di arrivo è l’aeroporto di Torino Caselle. Dista circa 16 km da Torino ed è ben servito da servizi autobus, navetta, ecc.

29 Dove dormire a Torino

Scegliere la zona migliore per un hotel a Torino è abbastanza semplice. Vi consigliamo infatti di alloggiare in centro in modo da essere già vicini ai principali monumenti e musei. Le zone migliori sono quelle di Porta Nuova, Piazza Castello, Piazza Solferino e Piazza San Carlo. Zone centrali ed economiche.

Informazioni utili

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Piemonte Torino iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*