Portogallo, cosa vedere nel Paese del baccalà e dell’Argave

Cosa fare e cosa vedere in Portogallo con i suoi usi, costumi, tradizioni. Il Portogallo della capitale Lisbona, delle costiere rosse sull'oceano, del cibo succulente, dell'architettura e dei quartieri antichi, delle calette, delle esplosione della natura.

Benagil Cave PortogalloBenagil Cave Portogallo

Portogallo cosa vedere e cosa fare

La posizione geografica non lascia ombra di dubbi: il piccolo Portogallo è il più occidentale degli stati dell’Europa continentale. Una fetta di terra lunga e stretta (in larghezza, non supera i 200 chilometri), bagnata dall’Oceano Atlantico lungo tutto il suo versante ovest.

Un litorale di circa 800 chilometri, con tratti alti, rocciosi e tormentati, che si alternano a spiagge lunghe, ampie e sabbiose, punteggiate dai barconi colorati dei pescatori e da borghi marinari di carattere.

I confini di terra del Portogallo, tutti a est, vedono invece una stretta sequela di regioni spagnole: Galizia, Castiglia y Leon, Estremadura, Andalusia. La superficie del Portogallo supera di poco i 91mila chilometri quadrati, declinati da un territorio vario, affascinante, mai scontato, che dalle ondulazioni della Meseta spagnola arriva alle sponde dell’Atlantico.

Portogallo, mare

Una terra figlia del mare, che della sua posizione ha saputo fare nei secoli un formidabile punto di forza, diventando una delle maggiori potenze coloniali del pianeta, con possedimenti in tutti i continenti. Un impero su cui non tramontava mai il sole, dissoltosi pochi decenni fa, di cui rimangono soltanto le isole Azzorre e della Madera, in veste di regioni autonome.

Oltre metà del territorio interno del Portogallo è costituito da pianura; la fascia collinare si estende per un buon 25% e prelude a una zona montana che non supera il 20% e che ha il suo gigante nel Malhao de Estrela, una montagna di 1993 metri, sul versante centro-settentrionale del Paese, nella Serra de Estrela.

Portogallo spiaggeAlbufeira, anticamente detta “fortezza del mare” è una cittadina che conserva intatto il fascino delle vecchie località di pescatori ed è una delle mete preferite del Portogallo per via delle belle spiagge e per la spumeggiante movida che, ogni sera, offre divertimento e nottate movimentate. Ci troviamo nella regione dell’Algarve, la principale zona turistica del Portogallo nonchè la più meridionale del Paese.

Portogallo mare
Portogallo mare

Portogallo città

Lisbona, capitale del Portogallo

Le regioni più turistiche sono sicuramente quella di Lisbona, la capitale, adagiata sulle sponde del Tago, affluente dell’Atlantico, che disegna nel suo ventre un estuario spettacolare.

Le architetture, i monumenti prestigiosi (dal Ponte Vasco de Gama a quello 25 Aprile; dal Monastero dos Jeronimos al Castello de Sao Jorge; dal Monumento alle Scoperte alla Torre di Belém al Cristo Rei); i quartieri antichi e lo sferragliare dei caratteristici tram, gli eletricos, su e giù per le collinette che ne costituiscono l’ossatura; le note del fado; il profumo di baccalà cucinato nei mille modi della tradizione, ne fanno la patria della dolce vita lusitana.

Lisbona cosa vedere: il tram 28 - ph Roberto Farina per Evolution Travel
Lisbona, il tram 28 – ph Roberto Farina per Evolution Travel

L’Argave: il sud

L’Algarve, a sud, la principale zona turistica del Portogallo. Un’opera d’arte della natura, con scogliere rosse che si tuffano nelle fredde acque dell’oceano; spiagge dorate, calette dal fascino lunare; oasi protette come il Parque Natural da Ria Formosa e stazioni balneari dal tratto chic e modaiolo: FaroVilamoura e  Albufeira. Ma non sono da meno anche altre destinazioni, come Coimbra, sede di una delle università più antiche e prestigiose d’Europa.

Argave, Portogallo
Argave, Portogallo

Porto, a nord

E Porto (Oporto nei nostri libri di scuola), capoluogo della regione del Norte, bagnata non solo dall’Atlantico ma anche dal Douro, ricca di monumenti e vestigia medievali e rinascimentali, con l’antico quartiere della Ribeira dichiarato Patrimonio Unesco dell’Umanità e con uno dei maggiori porti del Paese, per secoli punto di imbarco dei famosi vini.

Porto, Ponte Dom Luís
Porto, Ponte Dom Luís

Cosa mangiare in Portogallo

A differenza dell’Italia, in Portogallo non esistono  primi o secondi piatti, ma si distinguono “le entradas”, molto simili ai nostri antipasti, le zuppe, veramente molto saporite e i piatti unici, tra cui appunto le molteplici ricette che mettono al centro della portata il delizioso Merluzzo. La cucina tipica portoghese, forse un po’ sottovalutata, offre pietanze e sapori unici nel suo genere. Si narra che per cucinare il baccalà esista addirittura una ricetta per ogni giorno dell’anno. Proprio il pesce e in primis il baccalà, si collocano come portate principali di questo bellissimo territorio.

Cucina portoghese: dal Bacalhau com natas al porco à AlentejanaCucina portoghese: dal Bacalhau com natas al porco à Alentejana

La Scheda del Portogallo

  • Paese: Portogallo
  • Superficie: 92.391 km²
  • Capitale: Lisbona
  • Popolazione: 11 milioni di abitanti
  • Lingua: Portoghese
  • Religione: la maggioranza è cattolica
  • Ordinamento dello Stato: repubblica
  • Maggiori città: Lisbona, Porto, Faro, Beja, Portalegre, Coimbra, Aveiro, Amadora, Funchal
Porto, Portogallo
Porto, Portogallo

Informazioni utili sul Portogallo

  • Valuta: Euro
  • Prefisso internazionale: +351
  • Targa internazionale: P
  • Corsia di guida: destra
  • Documenti di ingresso: Carta d’Identità o Passaporto
  • Vaccinazione richiesta: NN
  • Corrente elettrica: 230/440 volt  50 hertz
  • Unità di misura: sistema metrico decimale
  • Fusi orari: – 1 ora dall’orario in Italia
  • Giorni festivi a data fissa: 1° gennaio: Capodanno; 25 aprile: Festa della Libertà; 17 marzo; marzo-aprile: Lunedì di Pasqua; marzo-aprile: Pasqua; 1° maggio: Festa del lavoro; 10 giugno: Festa del Portogallo; 15 agosto: Assunzione; 5 ottobre: Festa della Repubblica; 1º Novembre: Ognissanti; 1° dicembre: Restaurazione dell’Indipendenza; 8 dicembre :Immacolata Concezione; 25 dicembre: Natale
  • Clima: In Portogallo, il clima varia significativamente da una regione all’altra, influenzato com’è dall’altezza, dalla latitudine e dalla vicinanza al mare, che garantisce inverni miti. Nelle zone di Porto e Norte de Portugal e nelle Centro de Portugal, soprattutto nelle aree più prossime alla Spagna, gli inverni sono più freddi, nonostante le temperature moderate rispetto al resto dell’Europa. Le estati sono calde e secche, in particolare nelle regioni interne, mentre lungo il litorale il calore è moderato dalla presenza del mare.
  • Temperature medie: in inverno intorno ai 10° e in estate intorno ai 29°
  •  Trasporti: compagnie aeree nazionali TAP-Air Portugal, Portugalia, Sata, Ata e Hi Fly; tutte le compagnie aeree hanno voli diretti in Portogallo: Alitalia , Air Europa, EasyJet , Iberia , Myair.com , Ryanair e molte altre ancora.Treni Caminhos de Ferro Portugueses; da tutte le destinazioni: da Parigi Artesia-Trains, inoltre con Trenitalia, Deutsche Bahn.
  • Aeroporti: Lisbona, Porto, Faro, Madeira-Funchal, Azzore- Ponta Delgada
Arco da Rua Augusta, Lisbona
Arco da Rua Augusta, Lisbona

Informazioni utili


 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Portogallo iscriviti alla nostra newsletter