Parigi: cosa vedere nella Ville Lumière, città degli innamorati

Parigi. Elegante, romantica, artistica, intellettuale. Visitarla per la prima volta sarà un’esperienza indimenticabile che vi farà venire voglia di tornarci ancora, e ancora. Abbiamo realizzato una guida che possa consigliarvi nel vostro viaggio alla scoperta di Parigi: cosa vedere, cosa visitare.

ParigiParigi

È conosciuta come la capitale degli innamorati, ma Parigi, Francia, è tanto altro. Ricca di monumenti e luoghi di interesse, è adatta ad ogni tipologia di turista.

Parigi, città romantica per eccellenza ma anche centro vivace di intrecci culturali, dimora di opere d’arte di valore indiscusso, luogo di lunghe passeggiate tra la storia della Francia.

Visitarla richiede tempo, ma organizzandosi bene è possibile riuscire a visitare più cose in pochi giorni. Questa guida nasce proprio per aiutarvi ad organizzare al meglio i vostri giorni a Parigi: cosa vedere nella meravigliosa capitale francese.

Cosa visitare a Parigi: i principali luoghi di interesse

Parigi in un giorno

A Parigi le cose da vedere sono davvero tante; grazie a questa guida capirete cosa non potete assolutamente  perdervi.  Parigi si articola e snoda quasi fondamentalmente sulle rive della Senna, il fiume che divide la città e delimita il carattere delle zone. Costellata di vecchie caffè nei quali ancora si può assaporare l’aria intrisa di idee e pensieri degli intellettuali dei secoli scorsi, la città di Parigi sa incantare con i monumenti imponenti che ne hanno caratterizzato e colorato l’immagine da sempre: la Tour Eiffel, l’Arco di Trionfo, la Cattedrale di Notre Dame, solo per ricordare i più noti.
Non è un caso se Parigi, detta anche Ville Lumière, è la città di visitata del mondo, data la ricchezza di attrazioni e di musei, primo fra tutti il Louvre.

Come non pensare ai fasti della reggia di Versailles, l’antica residenza reale che, benchè fuori Parigi, ne racconta un’ampia ed importante fetta di storia? Una passeggiata sull’Avenue des Champs Élysées è d’obbligo, visto che lungo questa famosissima strada si possono ammirare palazzi storici, monumenti e luoghi simbolo su viali verdeggianti.

In soli 3 chilometri, da Place de la Concorde a Place Charles de Gaulle (precedentemente conosciuta come Place de l’Étoile) molti sono gli scorci parigini da incanto, compresi i teatrini di marionette, antica arte francese. C’è ancora del tempo per visitare il Museo d’Orsay e la Basilica del Sacro Cuore, pur non trascurando del frivolissimo shopping in quella che è la capitale dell’alta moda, patria della grande Coco Chanel.

Tour Eiffel

La Tour Eiffel è in assoluto il simbolo di Parigi, l’icona per cui la città è conosciuta nel mondo. Vi consigliamo di visitarla anche di sera, per godere dei giochi di luci che la illuminano i primi dieci minuti di ogni ora. Da inserire al primo posto della lista “Parigi: cosa visitare”.

Museo del Louvre

Il Museo del Louvre lo riconoscerete dalla famosa piramide di vetro che vi accoglierà al vostro arrivo. Visitarlo totalmente richiederebbe più giorni, quindi vi consigliamo di visitare i settori che più vi interessano. Non dimenticatevi di quello italiano, per poter osservare da vicino la Gioconda. Da inserire in “Parigi: cosa fare”.

Cattedrale di Notre Dame

La Cattedrale di Notre-Dame è un altro simbolo della città francese, domina la Senna e l’Ile de la Cité. Rappresenta il centro esatto della Francia; è proprio da lì che vengono calcolate le distanze stradali della regione. Custodisce alcune delle reliquie più importanti della cristianità: la corona di spine e un chiodo col quale fu crocefisso Gesù. Da inserire nell’elenco “Cosa vedere a Parigi”.

Montmartre

Montmartre è uno dei quartieri più artistici della città. Caratteristico e pittoresco, saprà affascinarvi. Passeggiando per le strade del quartiere, arriverete al celebre Sacro Cuore che vi consigliamo di visitare. Montmartre è anche una delle zone nelle quali si sviluppa la vita notturna a Parigi.

La Senna

Le sponde della Senna sono state dichiarate Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Una passeggiata lungo questo fiume o una gita sui bateaux mouche è ideale per respirare appieno l’atmosfera parigina ed è da inserire nella vostra lista “Cosa fare a Parigi”.

Il Louvre

Il Museo Louvre, il più famoso museo di Parigi, ed uno dei più noti al mondo, ebbe origine come fortezza nel XII secolo, ricostruito in stile rinascimentale durante il ‘500, convertito in museo da Napoleone. L’entrata in vetro, che rende il museo riconoscibile a colpo d’occhio, è stato progettato da Pei ed è di nuova realizzazione (1989). Il Louvre ha quattro piani e tre ali che ospitano circa 350 mila dipinti, sculture e disegni da 7000 anni avanti Cristo fino alla metà del XIX secolo. L’opera più nota esposta al Louvre è “La Gioconda (Monna Lisa)” di Leonardo da Vinci ma il numero delle opere di pregio sono davvero tante per poter essere elencate.

Museo d’Orsay

Il Museo d’Orsay, dopo il Louvre, è uno dei musei più interessanti di Parigi. Troverete opere inestimabili di pittori come Monet, Manet, Gauguin e Van Gogh. È allestito all’interno di una vecchia stazione ferroviaria: assolutamente da visitare!

Sainte-Chapelle

Splendido esempio di architettura gotica. Durante il vostro soggiorno a Parigi dovrete assolutamente ammirare le vetrate colorate della Chiesa di Sainte-Chapelle.

10 Reggia di Versailles

La Reggia di Versailles è uno dei palazzi più belli e più grandi del mondo. Gli interni sono sfarzosi e i suoi giardini vi lasceranno senza parole.

Cattedrale Notre Dame, ParigiCattedrale Notre Dame, Parigi

Parigi: vedi anche

11 Canal St-Martin

Parigi vale assolutamente la pena scoprirla attraverso l’acqua, approfittando degli itinerari e delle atmosfere, che offrono la Senna e i canali ad essa collegati. Uno di questi è il Canal St-Martin, che dal Parco della Villette si snoda per circa 5 km nel ventre della città, congiungendosi alla Senna nei pressi della Bastiglia. Per chi parte dal centro, l’imbarco è al porto turistico dell’Arsenal; in poco meno di tre ore di navigazione si ammira la cosiddetta “Parigi dei parigini”, una serie di quartieri non turistici, che hanno saputo trasformarsi da grigia periferia in agglomerati alla moda, con case eleganti, negozi, boutique e bistrot. Uno spezzone di Ville Lumière molto caro a Marcel Carné, regista amatissimo che, negli anni ’30 e ’40 del secolo scorso, girò qui pellicole considerate capolavori del cinema realista. Solcando le acque del canale è facile incrociare qualche battello che si chiama proprio Marcel Carné.

12 Parco della Villette

Lasciato l’Arsenal, le imbarcazioni passano sotto il lungo tunnel della Bastiglia, attraversano quattro doppie chiuse, due ponti girevoli e raggiungono il Bacino della Villette, antico porto commerciale ristrutturato insieme alla Rotonda, vecchio padiglione del Daziario, sempre affacciato sul canale. L’ultima tappa è il Parco della Villette, dov’è possibile visitare la Città della Scienza e dell’Industria (con sezioni didattiche e spazi per i bambini), passeggiare nei suoi numerosi e meravigliosi giardini a tema, assistere agli spettacoli teatrali all’aperto e ai concerti della Città della Musica.

13 Quartiere latino di Parigi

Il Quartiere latino di Parigi è una zona ricca di locali, vivace sia di giorno sia di notte.

Informazioni in pillole su Parigi: dove si trova, come arrivare e muoversi, dove dormire, cosa mangiare

14 Come muoversi a Parigi

Sono tante altre le attrazioni principali di Parigi che incontrerete durante il vostro percorso. Se vi state chiedendo come muoversi a Parigi, il modo migliore è farlo utilizzando la metropolitana, che conta 14 linee e copre tutto il territorio parigino, fino alla periferia.

15 Come arrivare a Parigi

Il mezzo più veloce per raggiungere Parigi è l’aereo. Ci sono due aeroporti principali che servono Parigi: Aeroporto Parigi Orly e Roissy Charles de Gaulle Parigi Airport. Entrambi sono ben collegati al centro città grazie ai servizi ferroviari RER.

16 Quando andare a Parigi

Parigi non conosce un periodo migliore per essere visitata. Ogni giorno dell’anno è giusto per vedere la capitale della Francia. Tuttavia a Natale Parigi si colora di luci, mercatini. Assume sembianze ancora più romantiche. Anche in primavera Parigi mostra tutto il suo fascino. L’estate e l’autunno, poi, sono sempre momenti giusti.

17 Dove mangiare e cosa a Parigi

Nella vostra lista “Parigi: cosa mangiare” non dimenticate di inserire: escargot, le tipiche lumache francesi; quiche, torta salata; fondant au chocolat, dolce tipico francese del quale non potrete più fare a meno. Parigi, dove mangiare: sono tantissime le brasserie e i ristoranti a Parigi dove mangiare piatti della cucina francese. Avrete solo l’imbarazzo della scelta. Si può organizzare un’uscita serale per cenare prelibatamente in uno dei tipici ristoranti di Parigi, per poi lasciarsi avvolgere dalla frizzante vita notturna della capitale francese a spasso per locali o con un ingresso al Moulin Rouge, luogo di spettacolo e divertimento situato a Pigalle, quartiere a luci rosse parigino.

18 Dove dormire a Parigi

Dove dormire a Parigi: le zone migliori per trovare il vostro hotel a Parigi senza spendere molto sono Montmartre, pittoresca ed affascinante, Bastille centrale ma abbastanza economica. Comunque sia, in qualsiasi zona decidiate di soggiornare, ricordate che i collegamenti della metropolitana sono efficienti ovunque.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

Meteo Parigi

Informazioni utili

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Francia Parigi iscriviti alla nostra newsletter