Cosa vedere a Milano: città della moda, dell’arte e dell’economia italiana

Milano è conosciuta come la “città della moda” ma è anche cuore pulsante dell’economia italiana. Dinamica e affascinante, è la meta ideale per un weekend all’insegna dell’arte e dello shopping. Ecco per voi una guida che vi illustrerà cosa vedere a Milano.

Milano dal belvedere del Palazzo Lombardia - ©Foto Milanoevents.itMilano dal belvedere del Palazzo Lombardia - ©Foto Milanoevents.it

Milano è senza dubbio una città italiana che ha tanto da offrire ai propri turisti.  Visitandola, vi renderete presto conto del gran numero di opere e monumenti straordinari che vi lasceranno totalmente a bocca aperta. Se vi state chiedendo cosa vedere a Milano questa è la guida adatta a voi: vi racconteremo i luoghi di interesse di Milano da non perdere.

Cosa fare a Milano: luoghi di interesse

Per rendere il vostro soggiorno ben organizzato, abbiamo pensato ad una guida che possa consigliarvi su cosa visitare a Milano. In questo modo potrete vedere le cose più significative con pochi giorni a disposizione.
Prima di passare, infatti, all’elenco completo, vogliamo aiutarvi a capire cosa vedere a Milano in un giorno oppure in più giorni se avete più tempo a disposizione (ne vale la pena).

Il Duomo di Milano

La cattedrale gotica (Duomo di Milano) è il simbolo della città, con le sue centinaia di guglie e statue esterne, tra cui la famosa Madonnina. È la quarta chiesa più grande al mondo e ha una capienza di 40.000 posti. Arrivando in cima al Duomo, con l’ascensore o con le scale, potrete ammirare la città di Milano dall’alto.

Galleria Vittorio Emanuele II

La Galleria Vittorio Emanuele II si trova accanto al Duomo. Viene denominata spesso “il salotto di Milano” ed è uno dei luoghi commerciali per eccellenza della città lombarda. Il suo pavimento a mosaico la rende davvero unica. Nella galleria troverete caffetterie, ristoranti stellati e tantissime boutique.

Castello Sforzesco

Il Castello Sforzesco si trova nel centro di Milano e rappresenta una delle mete imprescindibili nella lista “Milano cosa vedere”. Il Castello Sforzesco è uno dei principali simboli di Milano e della sua storia. Fu costruito nel XV secolo da Francesco Sforza, divenuto da poco Duca di Milano, sui resti di una precedente fortificazione risalente al XIV secolo nota come Castrum Porte Jovis (Castello di porta Giovia o Zobia), e nei secoli ha subito notevoli trasformazioni. Fra il Cinquecento e il Seicento era una delle principali cittadelle militari d’Europa; restaurato in stile storicista da Luca Beltrami tra il 1890 e il 1905, ora è sede di importanti istituzioni culturali e meta turistica. È uno dei più grandi castelli d’Europa. Al suo interno troverete musei e opere d’arte: il Castello Sforzesco è il luogo ideale per passare alcune ore lontane dal caos cittadino, senza dover lasciare il centro della città.

Teatro alla Scala

Il Teatro alla Scala, conosciuto anche solo come “La Scala”, è il primo teatro di Milano. Situato in prossimità della galleria Vittorio Emanuele II, fu inaugurato il 3 agosto 1778 con la messa in scena dell’opera “L’Europa riconosciuta”, di Antonio Salieri. Punto di riferimento artistico e culturale non solo in Italia ma in tutto il mondo.

Brera e Pinacoteca

Brera è il quartiere degli artisti e fa sicuramente pensare all’atmosfera di Parigi. Gli appassionati di pittura potranno immergersi nelle opere di artisti italiani e stranieri durante la visita alla Pinacoteca di Brera, punto chiave dell’elenco “Cose da fare a Milano”.

Museo dei Cappuccini di Milano

Il Museo dei Cappuccini di Milano presenta opere d’arte (molte ancora inedite) provenienti sia dall’archivio dell’Ordine e sia da alcune delle numerose fraternità situate in Lombardia. Il Museo presenta il pensiero e l’attività dei Cappuccini, l’ambito culturale e religioso nel quale hanno operato, inserito in ampi percorsi della tradizione e della storia di Milano.

Questi sono solo alcuni dei monumenti principali che vi consigliamo di visitare a Milano se avete soltanto un giorno a disposizione. Se il vostro soggiorno è più lungo, invece, vi suggeriamo di aggiungere al vostro tour altri luoghi e di inserirli nella vostra lista: “Milano cosa visitare”.

Galleria d’arte moderna di Milano

La Galleria d’arte moderna di Milano si trova nello spazio della Villa Reale; al suo interno potrete trovare opere d’arte risalenti all’800.

8 Cenacolo Vinciano

Il Cenacolo Vinciano è patrimonio dell’Unesco ed è uno dei capolavori assoluti per quanto riguarda la storia dell’arte. Poter osservare “L’ultima Cena” di Leonardo da Vinci si rivelerà una vera e propria esperienza indimenticabile.

9 Pinacoteca ambrosiana, Milano

La grande Biblioteca lombarda fondata dal cardinale Federico Borromeo fu una delle prime che per il gesto di un illustre mecenate venisse aperta alla pubblica lettura (1609). Fu concepita dal fondatore come un centro di studio e di cultura: volle infatti che vi fiorissero a lato altre istituzioni come il Collegio dei Dottori, l’Accademia di Belle Arti e la Pinacoteca. Il primo presidente fu il pittore Giovan Battista Crespi detto il Cerano. La nuova istituzione, agli inizi, ebbe vita fiorente: vi aderirono architetti, pittori e scultori insigni, quali il Biffi, il Mangone, il Procaccini, il Morazzone, Daniele Crespi, il Nebbia; ma più tardi decadde, finché, nel 1776, cessò di esistere. Piazza Pio XI, 2 20123 Milano.

10 Museo Interattivo del Cinema, Milano

Il Museo Interattivo del Cinema (MIC), è un progetto di Fondazione Cineteca Italiana e Regione Lombardia-Cultura. Sorge nell’area della ex Manifattura Tabacchi, dove da alcuni anni hanno anche sede gli uffici e la direzione della Fondazione. Piccolo e prezioso, ad alta intensità. Uno spazio medio-piccolo, attraverso la microelettronica, è della dimensione giusta per un’esperienza cognitiva, emotiva e ludica di un’ora – un’ora e mezza sui tre temi in cui il MIC ha cose speciali da mostrare. Viale Fulvio Testi, 20162 Milano.

I Navigli di MilanoI Navigli di Milano

11 Museo astronomico e Orto botanico di Brera

Il Museo Astronomico-Orto Botanico di Brera è la testimonianza dell’opera di salvaguardia e di valorizzazione del patrimonio storico, scientifico e culturale intrapresa dall’Università degli Studi di Milano in Palazzo Brera. Da oltre vent’anni la struttura propone attività specifiche rivolte alle scuole e ai cittadini: visite guidate, conferenze multimediali, serate osservative, laboratori di pittura botanica e di astronomia. Orario Museo Astronomico, dal lunedì al venerdì (non festivi) ore 9.00 -16.30. Orario Orto Botanico (non festivi): dal 1° settembre al 31 ottobre    lun – ven 9.00 – 12.00 e 14.00 -17.00 – sab. 10.00-17.00; dal 1° novembre al 31 Gennaio  lun – ven 9.00 – 12.30 – sab. 10.00-16.00; dal 1° febbraio al 30 giugno lun – ven 9.00 – 12.00 e 14.00 -17.00 – sab. 10.00-17.00; dal 1° luglio al 31 agosto lun – ven 9.00 – 12.00 e 14.00 -16.00 – sab. 10.00-16.00.  Via Brera, 28.

12 Erbario museo botanico

Nel 1982, l’istituto di Scienze Botaniche dell’Università degli Studi di Milano viene incorporato nel Dipartimento di Biologia, presso il quale si trova oggi il Museo Botanico. La ricca collezione botanica, ivi ospitata, comprende antichi erbari provenienti da raccolte universitarie o personali di scienziati che dal 1871 fino ai giorni nostri hanno contribuito ad arricchire il nucleo originario della collezione. Il Museo collabora con il Museo Civico di Storia Naturale di Brescia, il Museo Civico di Storia Naturale ed Orto Botanico di Bergamo.

13 Museo diocesano di Milano

Il Museo Diocesano sorge nella cornice dei chiostri di Sant’Eustorgio, parte integrante di uno dei più antichi complessi monumentali di Milano, costituito dall’insieme unitario della basilica e del convento domenicano, fioriti nel corso dei secoli in un’area significativa per la storia del cristianesimo milanese. Sulla piazza Sant’Eustorgio si trova ancora oggi il leggendario fonte in cui san Barnaba intorno alla metà del I secolo avrebbe battezzato i primi milanesi, dando inizio alla chiesa locale. La basilica è legata inoltre alla leggenda delle reliquie dei Magi, giunte dall’Oriente proprio con il vescovo Eustorgio, e al culto di san Pietro Martire, il domenicano vissuto nel convento intorno alla metà del XIII secolo, predicatore anticataro e feroce inquisitore.

14 Parco dell’anfiteatro romano e Antiquarium “Alda Levi”, Milano

Il Parco dell’anfiteatro romano e Antiquarium è ubicato in un esteso spazio verde nel cuore di Milano. Aperti dal 2004, mostrano la ricchezza storico-archeologica di un quartiere dell’antica Mediolanum sviluppatosi nei pressi della direttrice viaria Mediolanum-Ticinum. Il parco archeologico conserva una porzione delle fondazioni dell’anfiteatro romano (I-IV secolo d.C.), mentre nello spazio espositivo reperti significativi e installazioni multimediali raccontano le caratteristiche degli spettacoli dell’arena e l’evoluzione dell’area sud-ovest della città dalla Protostoria al Basso Medioevo.

15 I Navigli di Milano

I Navigli rappresentano una delle zone più intime e romantiche di Milano. Potrete trascorrere una serata tra amici o godervi una passeggiata in coppia, tra negozi e locali, avvolti da un’atmosfera magica e bohémien. Navigli Milano, come arrivare: Potrete raggiungere facilmente i Navigli grazie alla metropolitana verde. Se vi trovate in zona Duomo, vi consigliamo una passeggiata di circa 30 minuti seguendo la darsena: non ve ne pentirete!

16 Darsena di Milano

La Darsena di Milano è l’antico porto di Milano. Punto di incontro tra il Naviglio Grande e il Naviglio Pavese, oggi è il cuore della movida milanese e della vivace vita notturna di MilanoDarsena di Milano, come arrivare: potrete facilmente raggiungere la darsena a piedi, in metropolitana o in autobus.

17 Quadrilatero della moda di Milano

Il Quadrilatero della moda è in assoluto il quartiere della moda di Milano. Fulcro di questo quartiere è via Montenapoleone. Le grandi firme vi aspettano per una giornata di relax e shopping in uno dei punti cardine nella lista viaggio “Milano cosa fare”.

Milano in pillole: come muoversi, come arrivare, dove mangiare, dove dormire

18 Come arrivare a Milano

Se volete raggiungere Milano senza utilizzare l’auto, potete optare per il treno, con arrivo presso la stazione di Milano Centrale. In alternativa, potete viaggiare in aereo e atterrare in uno dei due aeroporti, Milano Malpensa o Milano Linate. Qualsiasi mezzo voi decidiate di utilizzare, i collegamenti dalla stazione o dai due aeroporti sono ben serviti grazie agli autobus e alla metropolitana.

19 Come muoversi a Milano

A Milano vi consigliamo di muovervi utilizzando il servizio Milano metropolitana che serve tutta la città in maniera davvero efficiente. In alternativa consigliamo di utilizzare il tram è in mezzi pubblici via terra. In taxi non sono proprio economici, come in molte città italiane. Se volete spostarvi in auto, potete anche prendere in considerazione l’utilizzo di un noleggio come car sharing.

20 Dove mangiare a Milano

Per un buon pranzo o una deliziosa cena a Milano vi consigliamo di cercare un ristorante tipico che vi permetterà di gustare un tradizionale risotto alla milanese, ossobuco o una cotoletta. Non mancano ovviamente chef stellati e cucine internazionali per chi vuole abbinare alla visita culturale un percorso culinario di alta qualità.

21 Dove dormire a Milano

Milano, dove dormire: qualsiasi zona è adatta per scegliere il vostro hotel a Milano, poiché con i collegamenti potrete facilmente spostarvi in tutta la città. Potrete alloggiare a Brera o sui navigli, oppure optare per un albergo in pieno centro, vicino al Duomo. Se cercate invece un quartiere circondato dal verde, orientatevi verso la zona di Parco Sempione. Attenzione ai periodi caldi di Milano, come la Fiera del Mobile (in aprile) o durante il periodo natalizio con la fiera degli Oh Bej! Oh Bej! di Sant’Ambrogio, patrono della città (7 dicembre) che di fatto anticipa il ponte dell’Immacolata.

Informazioni utili

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Lombardia Milano iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*