Cosa vedere in Liechtenstein

Incuneato tra Austria e Svizzera, il Liechtenstein è uno stato "francobollo" di cui la carta geografica contiene a mala pena il nome.

Il municipio di Vaduz, capitale del Liechtenstein © Foto: Massimo VicinanzaIl municipio di Vaduz, capitale del Liechtenstein © Foto: Massimo Vicinanza

Il Liechtenstein è un Principato retto da secoli dall’omonimo casato di principi austriaci che, più che sovrani, si sono rivelati businessmen dal fiuto infallibile, riuscendo in pochi decenni a trasformarne l’economia da essenzialmente agricola a industriale e commerciale, con oltre il 60% della forza lavoro impegnata nell’industria e nel terziario avanzato.

Un po’ di storia: il principato fu creato nel 1719 dal casato austriaco dei Lichtenstein e nel 1816 fu annesso da Napoleone alla Confederazione del Reno. Esaurita questa parentesi, entrò a far parte della Confederazione Germanica e vi rimase fino allo scioglimento, nel 1866, data che segnò anche il raggiungimento della sua piena autonomia.

Il Principato oggi: la zona pianeggiante a ovest della catena del Ratikon è, naturalmente, quella più popolata e, oltre all’agricoltura, vede una massiccia presenza di attività industriali e commerciali (metallurgia, chimica, farmaceutica, tessile, alimentari), che fanno del Liechtenstein una delle nazioni più industrializzate del mondo (almeno in rapporto all’estensione) e con uno dei redditi pro capite più elevati.

La fascia montana è invece punteggiata da villaggi e stazioni sciistiche ed è quella che viene preferibilmente proposta ai turisti, grazie all’ottimo livello degli impianti. Nonostante l’indipendenza, il Liechtenstein manca da sempre di una propria moneta, di una dogana, di una posta (eccetto che per l’emissione di francobolli) e di una rappresentanza diplomatica, compiti demandati alla vicina Svizzera dal 1924 (prima ancora ci pensava l’Impero Austriaco).

Castello di Vaduz, vista seraleCastello di Vaduz, vista serale

La scheda del Liechtenstein

  • Paese: Fürstentum Liechtenstein
  •  Superficie: 160 km²
  •  Capitale: Vaduz
  •  Popolazione: 33 mila abitanti
  •  Lingua: Tedesco, Dialetto Alemanno
  •  Religione: la maggioranza è cattolica, la minoranza è protestante
  •  Ordinamento dello Stato: monarchia assoluta
  •  Maggiori comuni: Vaduz, Schaan, Balzers, Triesen, Eschen, Mauren, Triesenberg, Ruggell, Gamprin, Schellenberg e Planken

Informazioni utili sul Liechtenstein

  • Valuta: Franco Svizzero (0,66 Euro)
  •  Prefisso internazionale: +423
  •  Targa internazionale:  FL
  •  Corsia di guida: destra
  •  Documenti di ingresso: Carta d’Identità o Passaporto
  •  Vaccinazione richiesta: NN
  •  Corrente elettrica: 230 V
  •  Unità di misura: metrico decimale
  •  Giorni festivi a data fissa: 1° gennaio: Capodanno; 2 gennaio: San Berchtold; 6 gennaio: Epifania; marzo-aprile: Lunedì di Pasqua; marzo-aprile: Pasqua; marzo-aprile: venerdì Santo di Pasqua; 19 marzo: San Giuseppe; 1° maggio: Festa del lavoro; giovedì 40 gg dopo Pasqua: Ascensione; Pentecoste; 11 giorni dopo Pentecoste: Corpus Christi; 15 agosto: festa nazionale; 8 settembre: Natività Nostra Signora; 1 novembre: tutti i Santi; 8 dicembre: Immacolata Concezione; 25 dicembre: Natale; 26 dicembre: Santo Stefano
  •  Clima: Il clima é tipicamente alpino, con estati fresche e ventilate e inverni rigidi e nevosi
  •  Temperature medie: -1,1 °C in gennaio a 21,1 °C a luglio
  •  Trasporti: Non esistono nemmeno ferrovie locali, oltre alla linea internazionale che collega Zurigo con Vienna e che ferma a Schaan, a nord di Vaduz. Dalle cittadine di Buchs e Sargans, situate sul confine svizzero, partono di solito per la capitale tre autobus l’ora, mentre ogni mezz’ora ne parte uno dalla cittadina di Feldkirch sul confine austriaco
  •  Aeroporti: Il Liechtenstein non ha aeroporti e il più vicino è quello svizzero di Zurigo

Informazioni utili

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Liechtenstein iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*