Viaggio in Cornovaglia, tra baie nascoste e cottage

Tra isolati villaggi di pescatori e splendide ville con giardini, si snoda la Cornovaglia, lembo di terra a sud ovest del Regno Unito. Un viaggio tra brughiere, paesaggi brulli, cottage e baie nascoste regno di contrabbandieri.

La frastagliata costa della Cornovaglia, a sud dell'Inghilterra - Foto di Juliane Koch
La frastagliata costa della Cornovaglia, a sud dell'Inghilterra - Foto di Juliane Koch

Sommario

La frastagliatissima penisola della Cornovaglia (Cornwall), in Inghilterra (Gran Bretagna) estremo lembo sud occidentale dell’Inghilterra, tutta protesa verso l’Atlantico, è una specie di microcosmo spazzato dal vento, dal mare e dalla salsedine.

Guida della Cornovaglia, informazioni turistiche

La Cornovaglia è un eden per surfisti; un luogo carico di memorie legate a re Artù e ai Cavalieri della Tavola Rotonda. Posti da non perdere sono proprio le suggestive rovine del Castello di Tintagell, dove la leggenda fa nascere il regno di Camelot, anche se, in realtà, la fortezza risale al XII secolo, molto dopo le gesta del mitico sovrano.

Cosa vedere in Cornovaglia e cosa fare

Altro luogo dal fascino enigmatico sono i megaliti di Lanyon Quoit, presso Penzance, dove dolmen ultramillenari presidiano un territorio dalle atmosfere cangianti. E la penisola di Lizard, con la sporgenza di Land’s End, che segna drammaticamente la fine della terra e il dominio assoluto del mare. Piccoli villaggi di carattere sono Portloe, Polkerries, Bostcastle, Polperro, tutti serviti da attracchi lillipuziani, con case di pietra grigia o bianche di calce e i tetti di ardesia chiazzati di muschio. Queste case ospitarono anche marinai e contrabbandieri entrati nel mito grazie ai racconti di Daphne du Maurier. Da non perdere, la Colonna di Marconi, sul promontorio di Poldhu Point, lungo la costa occidentale della penisola di Lizard, dove, nel 1901, un collaboratore dello scienziato inviò attraverso l’Atlantico il primo messaggio radiotrasmesso della storia, ricevuto a Terranova, ben duemila miglia di oceano più a ovest, dallo stesso Marconi.

Truro

Truro è la capitale amministrativa della Cornovaglia. Antico porto e sede di mercati, Truro si presenta con una particolare architettura georgiana che risalgono al periodo più importante delle miniere di stagno. Da visitare la maestosa cattedrale che ricorda quella di St Paul’s a Londra. Qui ha sede il Royal Cornwall Museum con diverse sezioni dedicate al Metodismo, all’archeologia e al contrabbando che in Cornovaglia ha rappresentato per diverso tempo un’importante fonte di reddito.

Particolare architettura di Truro in Cornovaglia - Foto di Andrew Songhurst
Particolare architettura di Truro in Cornovaglia – Foto di Andrew Songhurst

Penzance

Penzance è una località balneare della Cornovaglia. Caratterizzata da spiagge ampie e sabbiose, ospita il Morrab Gardens dove hanno vita piante subtropicali. Di fronte a Penzance si trova l’isola di St Michael’s Mount. Nei dintorni di Penzance si trova Newlyn, il più grande porto di pesca di tutta la Cornovaglia. Qui è nata la scuola d’arte con pittori che dipingevano all’aperto fondata da Stanhope Forbes nella seconda metà del XIX secolo. Sempre nei dintorni Penzance si trova l’incantevole villaggio di pescatori di Mousehole, con strette viuzze e pittoreschi cottage. Da Penzance partono i traghetti per la visita all’arcipelago delle isole Scilly.

Penzance in Cornovaglia
Penzance in Cornovaglia

St Michael’s Mount

Il Monte San Michele o St Michael’s Mount si trova a largo della Mount Bay, a specchio con il villaggio di Marazion dal quale partono i traghetti per la visita all’isola. Con le debite differenze, ricorda con il Mont Saint-Michel della Normandia ed entrambe le isole sono dedicate proprio a San Michele, l’arcangelo che la leggenda vuole essere apparso nel 495. Proprio qui si insediarono i benedettini che costruirono un’abbazia che nel XVII secolo fece posto ad una residenza per volere dei discendenti dell’acquirente Sir John Aubyn.

Monte San Michele - St Michael's Mount in Cornovaglia - Foto di Joakant
Monte San Michele – St Michael’s Mount in Cornovaglia – Foto di Joakant

Falmouth

Falmouth si trova sulla confluenza di ben sette fiumi che formano una valle fluviale. La profondità delle acque dei fiumi permette ad alcuni transatlantici di risalire fino a Truro. Pittoresco il porto e gli edifici che si affacciano. Qui si trova la famosa ciminiera (King’s Pipe) dove venivano bruciato il tabacco sequestrato ai contrabbandieri. Enrico VIII vi costruì il Pendennis Castle e il St Mawes Castle.

Falmouth, Cornovaglia - Foto di Joakant
Falmouth, Cornovaglia – Foto di Joakant

Isole Scilly

A largo della punta occidentale del regno Unito, sotto l’amministrazione della Cornovaglia, si trovano le Isole Scilly, note anche con il nome di Isole Sorlinghe. Solo 6 delle 58 isole dell’arcipelago sono abitate e la popolazione vive esclusivamente di turismo. La più grande delle isole è St. Mary’s (1.666 abitanti) mentre la più piccola a Gugh con soli 3 abitanti. Nel mezzo si trovano, in ordine di popolazione, Tresco, St. Martin’s, Bryher e St. Agnes.

Scorcio di un'isola di Scilly in Cornovaglia - Foto di Claudia KirchbergerScorcio di un'isola di Scilly in Cornovaglia - Foto di Claudia Kirchberger

St Ives

Negli anni venti dello scorso secolo alcuni pittori e scultori, si trasferirono in questa località della Cornovaglia. Ed è qui che ha sede il Barbara Hepworth Museum e la Tate Gallery. St. Ives è una stazione balneare che conserva la tipologia britannica. In tutta la cittadina si trovano, anche in luoghi meno soliti, gallerie e mostre d’arte, a riprova di un luogo davvero suggestivo. A punteggiare il lento paesaggio, pittoreschi cottage senza tempo. Nella baia di St. Ives, a destra della spiaggia di Porthcurno, si trova il faro Godrevy che ha ispirato Virginia Woolf nel suo “Gita al faro“.

Baia di St Ives in Cornovaglia, Regno Unito - Foto di Klaus Stebani
Baia di St Ives in Cornovaglia, Regno Unito – Foto di Klaus Stebani

Lizard Peninsula

Lizard Peninsula è la parte meridionale della Gran Bretagna. Nota per le scogliere battute dal vento ospita la graziosa località di Helston, un tempo dedita al commercio, che ospita un’antica danza della Funny Dance che dà il benvenuto alla primavera. Al Cornish Seal Sanctuary di Helston vengono curate le foche ferite per poi essere restituite al mare. Da vedere anche la Poldark Mine (miniera di stagno del XVIII secolo) e Flambards Village Theme Park, un villaggio vittoriano ricostruito durante gli attacchi aerei della seconda guerra mondiale (Bliz). Consigliata la spiaggia di Kynance Cove.

Bodmin Moor

Bodmin è la capitale della Cornovaglia e si trova propria a margine della vasta brughiera. A Bodmin si trova un museo (macrabo) alquanto singolare: il Bodmin Jail dove si tenevano le esecuzioni pubbliche. Nei dintorni di Bodmin si trova il Lanhydrock, una tenuta con giardini e un grande edificio ricostruito dove un incendio della seconda metà del XIX secolo.

Lanhydrock, Cornovaglia - Foto di MikelF
Lanhydrock, Cornovaglia – Foto di MikelF

Altre luoghi da non perdere

  • St Austell
  • Fowey
  • Tintagel Castle
  • Bude

Come arrivare in Cornovaglia

Per raggiungere la Cornovaglia è consigliato l’uso dell’automobile, della moto o del treno. Non ci sono aeroporti internazionali in Cornovaglia, quello più vicino è Bristol. Le due arterie, M5 e A30, sono molto trafficate d’estate. Si consiglia di tenere in conto nel calcolo del tempo. Le strade della Cornovaglia, inoltre, sono a passo lento poiché si presentano tortuose. In treno si può usufruire dei collegamenti alle maggiori cittadine del Great Western Railway.

Great Western Railway, Cornovaglia
Great Western Railway, Cornovaglia

Dove dormire in Cornovaglia

In Cornovaglia non è difficile trovare un alloggio per una notte o per una vacanza. L’offerta è varia. Si va dal classico pernottamento in hotel della Cornovaglia all’offerta extra alberghiera. A seconda del periodo è possibile trovare alloggio anche a buon prezzo e scegliere di dormire in location d’eccezione.

The Old School Hotel, Port Isaac - Cornovaglia
The Old School Hotel, Port Isaac – Cornovaglia

Cornovaglia città e località più importanti

    Mappa della Cornovaglia

    Informazioni utili

     Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione CORNOVAGLIA iscriviti alla nostra newsletter
    Informazioni su Anna Bruno 351 Articoli
    Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

    Commenta per primo

    Lascia un commento

    L'indirizzo email non sarà pubblicato.


    *