Boston, the walking city dalla “sottile” striscia rossa

Se c'è una città degli Stati Uniti d'America che può essere interamente visitata a piedi, questa è sicuramente Boston. La città americana si trova a nord est degli States, nello Stato del Massachusetts, nel New England. Lungo la Freedom Trail (Sentiero della Libertà) si trovano i maggiori luoghi di interesse della città.

Panorama di BostonPanorama di Boston

Boston è una delle città da mettere in cima alle preferenze per un viaggio negli Stati Uniti d’America. La città conta oltre seicento mila abitanti ma l’area metropolitana, chiamata Greater Boston, ne ospita circa 4 milioni e mezzo. La città americana è ubicata sulla confluenza dei fiumi Charles e Mystic che si riversano nell’Oceano Atlantico lì, dove, si trova il porto di Boston.

Boston si presenta con un’armonica architettura antica e moderna. Costruita dai puritani nel 1630, è una delle città più antiche degli States. La capitale del Massachusetts fu colonia inglese fino alla metà del XVIII secolo e l’architettura vittoriana di Beacon Hill non lascia nessun dubbio sulle sue origini. L’Importanza che Boston ha rivestito durante la Guerra d’Indipendenza Americana si coglie dall’austerità e dall’aria dignitosa che la città offre al primo sguardo. Tuttavia non mancano quartieri più informali come quello di South End punteggiato da pub, bistrot e locali trendy.

Boston è senza dubbio una delle città più europee degli Stati Uniti, peculiarità che certamente può contendersi con San Francisco ed è definita la città della cultura e della libertà grazie ai numerosi college e università che si trovano nel suo territorio. Fra questi la blasonata Harvard, che fu fondata dai padri Pellegrini appena sedici anni dopo la nascita della città.

Cosa vedere a Boston e cosa fare

Freedom Trail: il sentiero della libertà

Boston è denominata “the walking city” perché è una città interamente visitabile a piedi lungo Freedom Trail (Il Sentiero della Libertà) lunga circa sei chilometri, che costeggia i luoghi di maggiore interesse della città che abbracciano i punti nevralgici della rivoluzione americana. Mattoncini e mattonelle rosse disegnano la linea rossa che si trova lungo il sentiero e che collega ben sedici monumenti importanti di Boston. Si parte dal Boston Common (il parco più antico degli Stati Uniti, 1634) per passare accanto alla State House e alla Faneiul Hall, per poi proseguire fino a Bunker Hill Monument toccando, tra gli altri, Boston Massacre Sight, Granary Burial Ground, Paul Revere’s House.

Museum of Fine Arts

Il Museum of Fine Arts (MFA) di Boston è uno dei musei di arte più antichi e più importanti degli Stati Uniti. Noto per le collezioni di arte americana ed europea (rinascimentale, barocca e dell’impressionismo) il museo è ammirato ogni anno da circa un milione di visitatori che possono contare su una raccolta di oltre 450 mila opere d’arte. Tra le opere di maggiore pregio spicca la Madonna dell’umiltà di Donatello (1430), Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo? (1897) di GauginIl postino Joseph Roulin di Van Gogh (1888) e il pittore nello studio di Rembrandt (1629).

Museum of Fine Arts, Boston
Museum of Fine Arts, Boston

Isabella Stewart-Gardner Museum

L’Isabella Stewart Gardner Museum conserva circa 2500 opere d’arte tra le quali Morte e Assunzione della Vergine (1434) del Beato Angelico, la Pietà per Vittoria Colonna (1545) di Michelangelo,  Madonna dell’eucaristia (1470) e Storie di Lucrezia (1498) di Botticelli, la Pietà e il Ritratto di Fedra Inghirami di Raffaello. Il museo fu realizzato sul finire del XIX secolo per volere di Isabella Stewart Gardner e si snoda intorno ad un cortile in stile veneziano rinascimentale. Alcune opere importanti del museo sono state trafugate nel 1990 e tuttora non rintracciate nonostante una taglia di milioni di euro.

Isabella Stewart-Gardner Museum, Boston
Isabella Stewart-Gardner Museum, Boston

4 Boston dall’alto: skywalk

Uno dei migliori modi per avere uno sguardo d’insieme della città americana, è salire all’ultimo piano di uno dei grattacieli. Tra questi, senza dubbio, spicca il Prudential Center che, al cinquantesimo piano, presenta uno skywalk con vista mozzafiato.

Prudential Center, Boston
Prudential Center, Boston

Le biblioteche di Boston

La Boston Public Library (1848) è la biblioteca pubblica più antica degli Stati Uniti oltre ad essere la più grande con quasi 9 milioni di libri tra cui, un milione e settecento libri rari.  La John Kennedy Library è la biblioteca presidenziale dedicata a John Fitzgerald Kennedy, 35esimo Presidente degli Stati Uniti. la biblioteca contiene documenti della presidenza Kennedy, oltre a effetti personali appartenuti al Presidente. Boston Athenæum, invece, è una biblioteca indipendente tra le più antiche degli States. Infine il Massachusetts Archives ovvero l’Archivio di Stato del Massachusetts che custodisce documenti relativi all’Indipendenza americana.

Boston Public LibraryBoston Public Library

Altri luoghi di interesse di Boston

Se avete tempo a disposizione non perdete l’occasione di visitare altri punti di interesse e attrazioni. In particolare:

  1. Trinity Church (capolavoro di architettura sacra);
  2. Esplanade (da Longefellow Bridge  a Harvard Bridge, la spiaggia sul Charles River);
  3.  Black Heritage Trail;
  4. African Meeting House (XIX secolo, prima chiesa dei neri d’America);
  5. Robert Gould Shaw and 54th regiment memorial (monumento dedicato ai soldati neri che combatterono per l’Unione);
  6. Charles St.;
  7. Back Bay (zona elegante della città);
  8. Downtown;
  9. Old State House;
  10. Chinatown (il quartiere cinese di Boston);
  11. North End (il quartiere italiano);
  12. Bunker Hill Monument (a Charleston, in ricordo della battaglia sel 1775);
  13. New England Acquarium;
  14. Museum of Science;
  15. Theater District (tra Washington Street e Harrison Avenue).
North End, quartiere italiano di Boston
North End, quartiere italiano di Boston

Quando andare a Boston

Il periodo natalizio ben si presta al visitatore alla ricerca di particolari emozioni e a quelli (o forse è meglio dire, quelle) che amano fare shopping. Si dice che Boston sia una alternativa a New York (città dello shopping per antonomasia) da prendere assolutamente in considerazione. Per il Capodanno (First Night Boston) la città americana presenta una serie di eventi cittadini organizzati per vivere al meglio la prima notte dell’anno. L’offerta spazia nei più disparati campi, in modo da accontentare ogni partecipante, ogni fascia d’età e ogni gusto possibile. Si va dai concerti agli spettacoli di cabaret, fino alle manifestazioni sportive e alle visite guidate nei luoghi simbolo di Boston.

Se siete in città nel mese di febbraio, non perdete il New Year del Capodanno Cinese. In aprile da non perdere, il terzo lunedì del mese, la Maratona di Boston, una delle più antiche al mondo (1897). Per il 4 luglio (festa nazionale degli Stati Uniti) ma anche per gli altri momenti dell’anno, Boston presenta una ricchissima offerta di attrazioni. In autunno, nel New England, da non perdere lo spettacolo natualistico del foliage che ogni anno si ripete grazie alle forti escursioni termiche del periodo.

Natale a Boston
Natale a Boston

Il clima di Boston

Il cima di Boston è di tipo temperato, con estati che non superano i 27/28 gradi nel mese più caldo (luglio) e inverni con temperature che possono scendere facilmente sotto lo zero. Nevicate in inverno e pioggia diffusa in tutti i periodi dell’anno.

Clima di Boston, grafico
Clima di Boston, grafico

Dove fare shopping a Boston

Lungo l’elegante Newbury Street, le vetrine degli stilisti più noti al mondo fanno da richiamo. Ma il Prudential e il Copley Place, sono altre zone della città ricche di interessanti ed raffinate vetrine. Per chi ama gli oggetti antichi, è assolutamente da visitare Charles Street, mentre i grandi magazzini sono raggruppati tutti nel quartiere di Downtown Crossing. Nei dintorni di Boston ci sono diversi spacci aziendali che rappresentano il vero punto di riferimento per chi è alla ricerca di prezzi scontati. In alternativa, per chi è alla ricerca di un’esperienza diversa, il consiglio è di visitare Copley Square il mercato con genere alimentari e frutta (martedì e venerdì).

Shopping a Boston
Shopping a Boston

10 Come arrivare a Boston dall’Italia

Boston Logan International è l’aeroporto internazionale della città. Dall’Italia, l’aeroporto è ben collegato con Roma e Milano soprattutto grazie alle compagnie Alitalia e British Airways, tra le altre. Il Boston Logan International è situato a circa 15 Km dal centro di Boston che può essere raggiunto con bus, shuttle, taxi (costi non proibitivi), treno e la linea rossa della metropolitana. Molti hotel mettono a disposizione il servizio navetta gratuito.

Boston Logan International
Boston Logan International

11 Mangiare a Boston

Ristoranti, fast food, pub, scegliere dove mangiare a Boston è solo una questione di gusti e tasche. Diverse le proposte di ristoranti italiani che ovviamente non consigliamo per una questione di esperienza culinaria che non può prescindere dalle proposte locali. Il consiglio è di frequentare locali dove mangiare crostacei e specialità di pesce. In particolare: ostriche, calamari, cozze, zuppe di pesce, ricci di mare (sea urchins), polpo, vongole e acciughe.

Mangiare a Boston
Mangiare a Boston

12 Dormire a Boston

Così come per altre città americane, la scelta dell’alloggio a Boston è solo una questione di tasche. Si va, così, dai più economici B&B (ce ne sono anche di lussuosi ed esperienziali) agli hotel lussuosi. Una scelta ampia e variegata che non può prescindere dall’ubicazione. Scegliete con cura, prenotando con un po’ di anticipo, al fine di evitare cattive sorprese dell’ultima ora.

Dove dormire a Boston
Dove dormire a Boston

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

Meteo Boston

Informazioni utili

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Boston Stati Uniti d'America iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 396 Articoli
Anna Bruno, giornalista professionista. Muove i primi passi come cronista a La Gazzetta del Mezzogiorno. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), spettacoli e tecnologie. Scrive per i principali magazine del settore viaggi ed è esperta di digital travel. Nel 2001 fonda FullTravel.it, magazine di viaggi, del quale è tuttora direttore responsabile. E’ appassionata di fuori rotta e posti insoliti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*