Cosa vedere in Basilicata

Una volta provincia del regno di Napoli, la Basilicata è una regione dai due nomi: Basilicata per ufficialità, Lucania per passione così come gli stessi abitanti sono quasi sempre ricordati come "lucani".

Castelmezzano, suggestivo paese incastonato nelle rocce delle Dolomiti lucane ©Foto Anna Bruno
Castelmezzano, suggestivo paese incastonato nelle rocce delle Dolomiti lucane ©Foto Anna Bruno

Federico II era affascinato da questa terra. Ne sono prova i diversi manieri che soprattutto nella zona nord della Basilicata, in particolare in quella del Vulture, ancora oggi ricordano la vita del tempo che fu. Sebbene usati come riserva di caccia, oggi rappresentano uno dei tanti motivi per conoscere questa terra, ricca di fascino e di mistero, sconosciuta all’occhio distratto ma che appassiona. L’antica Lucania, in realtà, aveva ben altri comprensori tant’è che ad ovest si estendeva su tutto il Cilento, un zona che ricorda per usi, costumi e territorio molto la Basilicata.

La storia ha cancellato alcuni confini ma ha regalato molte altre vicende, come le note rivolte dei briganti che oggi, grazie ad un attento lavoro di ricerca, vengono rievocate in uno spettacolo all’aperto unico per il suo genere, “la Storia Bandita”, con centinaia di figuranti che si esibiscono nella foresta della Grancia ed effetti scenici degni delle alte finzioni cinematografiche.

Le rievocazioni ben si integrano con il resto del paesaggio che per morfologia non stanca chi ha il desiderio di conoscere, con i suoi due mari (Ionio e Tirreno) che riconoscono in Maratea la località “regina”, con i laghi artificiali ma anche naturali e di origini antichissime e vulcaniche, come quelli di Monticchio nel Vulture,  e poi pianura e montagne, fiumi e gravine. In una di queste ultime si erge Matera, il cui fascino di terra lontana è esaltato dai “Sassi”, case in tufo rigorosamente tutelate dall’Unesco.

MateraMatera

Non si sa se per emulare gli angeli o i falchi che in terra di Basilicata sono in perfetta simbiosi da secoli con la natura circostante, ecco spuntare il “volo dell’Angelo”, un’attrazione turistica che permette di poter sorvolare le Dolomiti lucane a oltre mille metri di quota.

Castelmezzano e Pietrapertosa, le due perle delle dolomiti lucane (così dette perché ricordano le ben più blasonate vette del nord) durante tutto il periodo estivo accolgono il turista che per spirito di avventura o per amore della natura, con la sola imbracatura potrà sorvolare i due centri grazie ad una corda che collega i punti più alti degli abitati. Ed infine, l’enogastronomia, fiore all’occhiello di questa terra, povera ma dignitosa, ospitale e ancora poco calpestata e globalizzata. Le tavole sono imbandite da formaggio (rigorosamente pecorino), salame (ben nota la luganiga che qui ha avuto origine e che ancora oggi viene preparata nella maggior parte delle case dei lucani), peperoni (orginali e particolari quelli “cruschi”), fagioli (ben noti quelli riconosciuti di Sarconi), pasta fatta in casa (cavatelli, fusilli, orecchiette).

Il tutto innaffiato dal vino “Aglianico del Vulture” tanto decantato da Orazio Flacco, che in questa terra ha visto la luce, un nettare corposo e delizioso al palato, da pasteggiare con carne e selvaggina.

Guida di Basilicata

Consigli di viaggio e informazioni utili su cosa vedere a Basilicata e su cosa fare a Basilicata in uno, due, tre o più giorni

Basilicata cosa vedere

Cosa vedere in Basilicata
Matera, cosa vedere nella città dei Sassi
Cosa vedere a Pietrapertosa e cosa fare nelle Dolomiti Lucane

Basilicata 72 luoghi di interesse

Antiquarium Archeologico, Lavello
Archeoparco del Basileus, Baragiano
Area archeologica di Venosa
Area archeologica di Rossano di Vaglio
Area archeologica di Serra di Vaglio
Biblioteca Nazionale di Potenza
Biblioteca, pinacoteca e raccolta numismatica “F. Rondinelli”, Montalbano Jonico
Calvello, la Madonna del monte Saraceno nell’antica tradizione
Casa contadina di Acerenza
Casa Grotta di Vico Solitario a Matera
Casa museo multimediale della casa di confino di Carlo Levi, Aliano
Castello di Lagopesole, Avigliano
Castello e Torre angioina, Atella
Centro di documentazione sanisgalliana, Montemurro
Collezione etnografica di Giuseppe Salamone, Terranova di Pollino
Convento francescano di s. Maria della neve, Laurenzana
Galleria espositiva della Biblioteca nazionale di Potenza
Immagini del patrimonio pittorico di Tricarico
L’angolo della memoria, Stigliano
Micromuseo contadino, Acerenza
Mostra documentaria Benedetto Croce: da Napoli a Valsinni sulle orme di Isabella Morra, Valsinni
Mostra permanente Il mondo artigiano e contadino dell’antica Favale, Valsinni
Murales nella Valle del Melandro in Basilicata, la più dipinta d’Italia
Museo archeologico nazionale del melfese “Massimo Pallottino”, Melfi
Museo archeologico nazionale della Basilicata “Dinu Adamesteanu”, Potenza
Museo archeologico nazionale dell’Alta Val d’Agri, Grumento Nova
Museo archeologico nazionale di Metaponto, Bernalda
Museo archeologico nazionale di Muro Lucano
Museo archeologico nazionale di Venosa
Museo archeologico provinciale di Potenza
Museo civico archeologico di Latronico
Museo civico “Michele Janora” – Museo archeologico del territorio lucano, Irsina
Museo civico Palazzo Donadoni, Melfi
Museo dei culti arborei, Accettura
Museo della civiltà contadina, Aliano
Museo della civiltà contadina di Lavello
Museo della civiltà contadina pisticcese e lucana, Pisticci
Museo della Civiltà Contadina, San Severino Lucano
Museo della Civiltà Contadina, Satriano di Lucania
Museo della civiltà rurale di Vaglio Basilicata
Museo della cultura arbereshe, San Paolo Albanese
Museo delle antiche genti di Lucania, Vaglio Basilicata
Museo delle arti, dei mestieri e della civiltà contadina, Latronico
Museo di artigianato locale, Acerenza
Museo diocesano d’arte sacra di Acerenza
Museo diocesano di Muro Lucano
Museo diocesano di Potenza
Museo diocesano di Melfi
Museo etnografico dei maestri artigiani e della civiltà contadina, Genzano di Lucania
Museo etnografico del senisese, Senise
Museo francescano della civiltà contadina, Montescaglioso
Museo interattivo del giocattolo povero e del gioco di strada, Albano di Lucania
Museo Laboratorio della Fauna Minore del Parco Nazionale del Pollino, San Severino Lucano
Museo-laboratorio scientifico, Melfi
Museo nazionale d’arte medievale e moderna della Basilicata, Matera
Museo nazionale della Siritide, Policoro
Museo nazionale “Domenico Ridola”, Matera
Museo parrocchiale di arte sacra di Pescopagano
Museo pinacoteca vescovile, Melfi
Museo Satriano Le Origini, Satriano di Lucania
Museo Storico e Pinacoteca “Carlo Levi”, Aliano
Palazzo De Lieto – Esposizione archeologica, Maratea
Parco archeologico dell’area urbana, Bernalda
Parco archeologico di Herakleia, Policoro
Parco letterario “Carlo Levi”, Aliano
Pignola, visita al centro storico tra i portali di pietra
Pinacoteca “Camillo D’Errico”, Palazzo San Gervasio
Pinacoteca d’arte moderna, Bernalda
Pinanoteca provinciale, Potenza
Ponte alla luna Sasso di Castalda, adrenalina pura sul ponte sospeso
Teatro romano di Grumento Nova
Tempio delle Tavole Palatine, Bernalda

Basilicata cosa fare in 1 2 3 4 giorni

“Volo dell’Angelo” sulle Dolomiti Lucane
Borghi abbandonati del sud: da Roscigno a Romagnano a Monte
Calvello, la Madonna del monte Saraceno nell’antica tradizione
Festa della Bruna a Matera
Il Sentiero Frassati della Basilicata
La “Strada degli Stranieri”, in Basilicata
Paesi di origine albereshe in Basilicata
Pane di Matera e non solo: shopping tra i Sassi

Basilicata cosa mangiare

Cucina tipica lucana, dalla lucanica all’Aglianico
Il DOC dal nome Aglianico del Vulture
Pane di Matera e non solo: shopping tra i Sassi

Basilicata ricette

Chiacchiere di Carnevale
Frittole lucane o ciccioli di maiale
Fusilli lucani con ragù, rafano e pecorino
Pizza ripiena o pizza chiena
Sanguinaccio dolce lucano
Zeppole di San Giuseppe con crema chantilly

Basilicata dove dormire

Dove dormire in Basilicata
Hotel a Maratea

Basilicata hotel

Hotel La Locanda Delle Donne Monache, Maratea
Hotel Grande Albergo, Potenza
Sassi Hotel, Matera
Al Castello Affittacamere, Satriano di Lucania
B&B Rifugio della luna, Satriano di Lucania Potenza

Basilicata, cosa non perdere

Escursione di un giorno a Ostuni, Alberobello e Polignano a Mare con partenza da Matera € 135,00
Tour privato di Lecce e Gallipoli da Matera € 185,00
Rievocazione storica – 29 dicembre 1514, l’ultimo giorno del Conte Tramontano a Matera € 29,00
Laboratorio del pane di Matera € 25
Tour in tuk tuk di Matera € 30
Visita guidata di Matera € 15
Escursione al Parco delle Chiese Rupestri € 50

Basilicata idee di viaggio

6 Riti Pasquali in Italia da non perdere
Grotte dove dormire e vivere: le più belle d’Europa
Tour e food a Matera: l’arte del pane nei Sassi

Mappa della Basilicata

Informazioni utili


 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione BASILICATA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 393 Articoli
Anna Bruno, giornalista professionista. Muove i primi passi come cronista a La Gazzetta del Mezzogiorno. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), spettacoli e tecnologie. Scrive per i principali magazine del settore viaggi ed è esperta di digital travel. Nel 2001 fonda FullTravel.it, magazine di viaggi, del quale è tuttora direttore responsabile. E’ appassionata di fuori rotta e posti insoliti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*