Barcellona, cosa vedere nell’affascinante capitale della Catalogna

Unica, affascinante, moderna: Barcellona è una città dalle mille sfaccettature che vi lascerà con la bocca aperta. Un luogo perfetto nel quale trascorrere una vacanza culturale e di relax, grazie al mare meraviglioso e agli innumerevoli luoghi di interesse. Ecco una guida che vi permetterà di organizzare al meglio il vostro viaggio: cosa vedere a Barcellona, cosa mangiare, dove dormire e come organizzare le vostre visite.

Barcellona, SpagnaBarcellona, Spagna

Barcellona, città catalana meravigliosa, è interessante sotto svariati punti di vista. Tantissime le bellezze da ammirare, meraviglioso il suo mare, notevole la sua gastronomia tipica. È sicuramente il luogo ideale per chi ama assaporare ogni sfumatura che un viaggio sa regalare. In questa breve guida andremo a stilare una breve lista, nel caso vi stiate chiedendo cosa vedere a Barcellona e cosa fare.

Barcellona: cosa visitare

Tra i tanti luoghi di interesse di Barcellona non dovete assolutamente perdere.

Sagrada Familia

Barcellona, Sagrada Familia: è in assoluto il simbolo di Barcellona. Realizzata da Gaudì e non ancora ultimata, è la più grande basilica progettata dall’architetto spagnolo. Al momento sono state realizzate soltanto due facciate, anche se il progetto ne prevede tre. Proprio sulle facciate sono scolpite diverse figure, tra cui la rappresentazione della Natività. Si tratta di un’opera decisamente particolare, esuberante, imponente, che vi lascerà stupefatti. Se state decidendo cosa visitare a Barcellona, la Sagrada Familia va inserita sicuramente in cima alla classifica.

Barcellona, La Rambla

La strada più famosa di Spagna, quella che collega Plaza de Catalunya alla statua di Colombo, vicinissima al mare: La Rambla di Barcellona. Arrivati lì, avrete solo l’imbarazzo della scelta su come occupare il vostro tempo. Potrete decidere se visitare i vari musei, entrare nella Boqueria, il mercato alimentare più famoso di Barcellona o ammirare le esibizioni degli artisti di strada. È soprattutto in questa strada che si concentra anche la vita notturna di Barcellona, grazie ai numerosi locali e club, uno più attraente dell’altro. Da ricordare che l’orario di cena a Barcellona si aggira attorno alle 23, quindi la Rambla sarà sempre gremita, giorno e notte.

Parc Güell, Barcellona

Parc Güell: una città giardino meravigliosa, immersa nel verde, che vi regalerà relax e serenità. Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco e commissionata a Gaudì a inizio ‘900, è arricchita con edifici caratteristici e meravigliosi che vi faranno sentire protagonisti di una favola. È una delle cose da vedere a Barcellona che proprio non potete permettervi di perdere.

4 Funicolare all’Avinguda del Paral-lel

Grazie a una storica funicolare e a una cabinovia, Barcellona, la città catalana per antonomasia, offre dall’alto uno dei suoi profili migliori e schiude il piccolo eden del Montjuic, la “montagna” alta solo 213 metri. Assicurarsi lo spettacolo è semplice: si prende la funicolare all’Avinguda del Paral-lel e si comincia a risalire il versante meridionale della città.

L’impianto, completamente rinnovato, incarna uno spezzone di storia molto caro agli abitanti: fu realizzato nel 1928, periodo di massimo splendore del Modernismo. La funicolare porta all’Avenida de Miramar, da dove si può prendere la cabinovia diretta alla cima del Montjuic, in un crescendo di panorami mozzafiato. Il Montjuic è stato sede dei giochi olimpici nel 1992 e incarna oggi uno dei poli culturali più frequentati e apprezzati di

5 Fundacio Juan Mirò

Barcellona, grazie alle esposizioni d’arte contemporanea, come il Caixa Forum, e di spazi d’espressione, come la Ciutat del Teatre, che convivono con istituzioni storiche, come il Museu Nacional d’Art Catalunya e la prestigiosa Fundacio Joan Mirò. Gli edifici di questa, vicini all’arrivo della funicolare, furono realizzati dall’architetto Josep Lluis Sert, amico di Mirò, che nel 1982 progettò spazi molto ampi per contenere il maggior numero possibile di opere del maestro spagnolo, scomparso nel 1983. All’interno e nei giardini è così possibile ammirare circa 300 dipinti, 150 sculture, 9 arazzi e ben 7000 disegni.

6 Castello di Barcellona

Raggiunta la cima del Montjuic con la cabinovia, non resta che gustare l’ultima e grandiosa sorpresa: il seicentesco Castello di Barcellona, dai cui bastioni si cattura un panorama a 360 gradi sulla città e il porto. Gli interni sono tranquillamente visitabili e ospitano anche il Museu Militar, un’originale collezione con oltre 10.000 soldatini di piombo.

Barcellona, quartiere gotico -Foto ExpediaBarcellona, quartiere gotico -Foto Expedia

7 Barcellona cosa fare

Stilare un elenco sarebbe davvero troppo riduttivo, in quanto questa città è in grado di regalare molto ai propri visitatori. Una passeggiata sulla Rambla è sicuramente il primo punto nella lista “cosa fare a Barcellona”.

Seguono poi: una visita al museo di Picasso, fare acquisti nella Boqueria, assaggiare la cucina tipica, visitare lo stadio Camp Nou, regno del Barcellona FC. Ce n’è per tutti i gusti. Se vi state chiedendo come muovervi a Barcellona, non abbiate paura di perdervi.

La metropolitana di Barcellona è infatti organizzata benissimo e riesce a coprire tutte le aree di maggior interesse in tempi brevissimi. Acquistando la Barcellona Card avrete inoltre la possibilità di utilizzare a titolo gratuito i mezzi pubblici e di avere grandi sconti per musei, mostre, ristoranti etc.

Barcellona in pillole: come arrivare, dove dormire, cosa mangiare

8 Come arrivare a Barcellona

Atterrare a Barcellona airport El Prat è indubbiamente la soluzione migliore. Potete trovare biglietti economici, anche last minute, senza troppa fatica. L’aeroporto di Barcellona dista dal centro della città soltanto 15 km, mentre i collegamenti sono garantiti grazie a navette e bus frequentissimi.

9 Cosa mangiare a Barcellona

Barcellona, dove mangiare: prima di ogni altra cosa è bene capire cosa mangiare a Barcellona e poi decidere in quale locale recarvi in base alla tipologia di pietanza che volete assaggiare. Imperdibile la butifarra, una salsiccia di maiale tritata ed accompagnata da spezie o a volte da sangue di maiale. Altra pietanza tipicamente catalana è l’arroz negro, riso accompagnato da seppioline e frutti di mare. E per i più golosi le cocas dulces y saladas: è un tipo di pane schiacciato e farcito, in versione sia dolce che salata. Vi starete chiedendo che sapore abbia. Bene, allora prendete un aereo e volate in Spagna, Barcellona vi aspetta!

10 Barcellona dove dormire

La ricerca del vostro hotel a Barcellona sarà semplicissima. La città è abbastanza economica e trovare un hotel a Barcellona in centro sarà la soluzione migliore per poter visitare tutto senza problemi. Vi consigliamo di prenderne uno vicino a una qualsiasi fermata della metro per potervi poi muovere in totale tranquillità.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

Barcellona Meteo

Informazioni utili

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Barcellona Spagna iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*