Compagnie aeree, priorità agli investimenti per device

Shopping mobile
Shopping mobile

La maggior parte delle compagnie aeree stanno investendo moltissimo nelle applicazioni per dispositivi mobili.

Nei prossimi tre anni, il 90% delle aziende ha destinato ingenti somme di denaro per applicazioni e servizi per device. Non si tratta di un mero investimento programmato in forma ordinaria, per tutte le compagnie aeree la pianificazione ha carattere prioritario.

In effetti, i dispositivi mobili ben si prestano alle attività di check-in, ad evitare inutili biglietti di carta e carta di imbarco (basta un semplice codice, codice a barra e similari), all’acquisto di biglietti aerei, al controllo dello stato dei voli, alla gestione di reclami e smarrimento bagagli. Insomma, il device si presta a tutto ciò che è strettamente collegato alle compagnie aeree e agli spostamenti.

In realtà, molte compagnie già offrono diversi dei servizi elencati ma entro il 2015 contano di essere molto più attrezzate e anche quelle molto più indietro, sperano di poter dire “presente”.

Il 58% delle compagnie aeree, inoltre, sta creando grandi progetti intorno al mondo dei mobile da qui al 2015. L’obiettivo è quello di ridurre i costi ma, allo stesso tempo, di offrire maggiori servizi ai propri clienti.

Crescono, intanto, anche gli investimenti per i social media che, nove compagnie aeree su 10, ritengono molto importanti. Il 57% pensa che è un modo per contribuire alle vendite, il 39%, invece, pensa che possano essere un ottimo mezzo per il servizio al cliente. Intanto, poco meno della metà delle compagnia aeree, sta utilizzando i social media come canale di vendita ma quasi la totalità delle compagnie pensa di poterlo fare entro il 2015.

Un futuro mobile, dunque, per quasi tutte le compagnie aeree. Staremo a vedere se la scadenza del 2015 sarà effettivamente rispettata per la totalità degli intervistati da Sita.aero.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 351 Articoli
Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*