Compagnie aeree, al via l’esercitazione per volare in caso di eruzione vulcanica

Esercitazione voli eruzione vulcanica
Esercitazione voli eruzione vulcanica

Circa un anno fa, era il 22 marzo del 2010, il vulcano islandese Eyjafjallajkull, dal nome impronunciabile, ha bloccato per una settimana i voli aerei di tutta l’Europa. Ho ancora vivo il ricordo del caos che l’evento imprevisto scatenò negli aeroporti del vecchio continente. Per scongiurare lo stop in caso di nuovi eruzioni vulcaniche accompagnate da nuvole cariche di ceneri, a partire da oggi e per due giorni, circa 70 compagnie aeree seguiranno alcune esercitazioni specifiche.

Parteciperanno a questo addestramento anche 14 fornitori di servizi e 10 autorità nazionali di regolamentazione del settore aereo come, tra gli altri, Eurocontrol

Durante la due giorni saranno messe in atto tutte le procedure previste in caso di nuova eruzione vulcanica da parte del vulcano islandese (in questo periodo in fase di calma) o di altri vulcani attivi in Europa. Le norme programmate dovrebbero tenere la situazione sotto controllo, in questi casi limite, senza dover bloccare per diversi giorni i trasporti aerei con conseguenze pesante sull’economia del settore. Per l’esercitazione è stato scelto il vulcano Grimsvotn, sempre in Islanda, quale punto di riferimento per la simulazione che non dovrebbe comportare blocchi, nell’area prescelta, di voli non interessati all’esercitazione.

E’ evidente che l’esperienza negativa dello scorso anno ha fatto correre ai ripari l’intero comparto dei voli al fine di evitare problemi come quelli che si sono scatenati all’indomani dell’eruzione del vulcano Eyjafjallajkull . Nella circostanza i danni non sono stati solo economici solo per l’intero comparto ma anche per l’intero indotto del turismo. Danneggiamenti che hanno interessato anche moltissimi viaggiatori bloccati per giorni in aeroporti di tutta Europa che avevano scelto di spostarsi in quei giorni per lavoro o divertimento.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 351 Articoli
Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*