Come organizzare un viaggio in traghetto

Scoprite come organizzare un viaggio in traghetto con facilità. Dalla ricerca delle rotte migliori alla prenotazione dei biglietti online, rendete la vostra esperienza di viaggio piacevole e senza intoppi.

Traghetto in arrivo al porto di destinazione
Traghetto in arrivo al porto di destinazione

Il traghetto è ancora oggi uno dei mezzi di trasporto più amati dai turisti, soprattutto In Italia, visto che dai porti del nostro Paese è possibile raggiungere tantissime mete diverse, dalla Sardegna all’Albania. Raggiungendo un porto in Francia, in Spagna o in Grecia poi le possibilità si ampliano ulteriormente, consentendo di arrivare in località uniche e ineguagliabili. Fare un viaggio in traghetto è meno difficile di quanto si pensi, basta saper organizzarsi e capire come sfruttare le possibilità offerte da Internet.

Prenotare prima di tutto

Decidere di viaggiare verso una specifica meta è una cosa, sapere se la si può raggiungere è un’altra. Soprattutto in alcuni periodi dell’anno può risultare molto difficile prendere un traghetto, perché la maggior parte delle navi partono piene, senza opzioni per chi arriva in porto all’ultimo secondo. Il primo suggerimento utile per chi desidera organizzare un viaggio in traghetto, quindi, consiste nel cominciare dalla prenotazione.

Verificare se siano effettivamente disponibili dei posti sul traghetto che si desidera prendere è essenziale, anche perché a volte l’opzione alternativa costringe a rimanere in porto per molte ore, se non per giorni. Siti come Traghettilines permettono di verificare le rotte disponibili, così come di prenotare il proprio posto sul traghetto, anche con vari giorni di anticipo. Si ha così la certezza di poter partire, senza temere di trovare la nave già piena. I periodi clou per i viaggi in traghetto sono sicuramente i mesi estivi. Non è, però, infrequente trovare i traghetti pieni anche nei fine settimana o durante i principali periodi di festività.

Verificare le indicazioni della Compagnia

I traghetti che salpano dai porti europei sono di molti tipi diversi. Alcuni salpano ogni 20-30 minuti e trasportano un ridotto numero di veicoli e passeggeri; altri sono delle vere e proprie navi, su cui trovano posto addirittura dei treni, o comunque veicoli di ogni genere in gran numero. Quando si prenota un viaggio in traghetto è sempre importante verificare le indicazioni offerte dalla compagnia navale per quanto riguarda l’accesso a bordo.

In molti casi infatti è necessario essere presenti al porto con un certo anticipo, anche più di un’ora o due prima di quella stabilita per la partenza. Le operazioni di carico e scarico sono, infatti, spesso lunghe e complesse e se si arriva tardi si rischia di non poter salire, in particolare se si viaggia con l’auto al seguito.

Come si sta a bordo

Quasi tutti i traghetti che oggi viaggiano nel mediterraneo sono nuovi e in ottime condizioni. Offrono tutti i comfort, tra cui numerosi ristoranti che consentono di consumare un rapido pasto o anche una cena gourmet. Oltre a questo si trovano sui traghetti cabine, divanetti e poltrone su cui riposare, varie soluzioni pensate per chi desidera rilassarsi durante il viaggio. Nella maggior parte dei casi però tutte queste cose vanno prenotate, insieme al biglietto d’imbarco.

La cabina può essere molto utile soprattutto per i viaggi molto lunghi, della durata superiore alle 4-6 ore; in particolare quando il viaggio sul traghetto avviene nelle ore notturne. Chi viaggia con gli animali da compagnia, inoltre, è tenuto a gestirli in maniera corretta: su alcuni traghetti è obbligatorio il trasportino o anche la museruola per i cani.

Connessione fallita: Access denied for user 'fulltravel_wpdb03'@'localhost' (using password: YES)