Casa di Giulietta a Verona: ipotesi suite a pagamento

L'amministrazione di Verona sta vagliando l'ipotesi di allestire la suite nella casa di Giulietta, a pagamento.

Novità in arrivo da Verona: a quanto si apprende dalle colonne del quotidiano “L’Arena“, l’amministrazione cittadina starebbe studiando un piano per rendere a pagamento una determinata area della casa di Giulietta.
L’idea è di dare la possibilità di dormire nella suite appositamente allestita, probabilmente all’ultimo piano dello stabile.
In tal modo le coppie che decideranno di sposarsi qui o semplicemente tutte le persone che vorrebbero trascorrere una notte in un luogo simbolo dell’amor romantico, potrebbero valutare l’ipotesi di prenotare l’apposita camera matrimoniale in casa di Giulietta.
L’operazione porterebbe disceti introiti alle casse comunali che, tuttavia, indipendentemente dal fatto di vedere la realizzazione di questo progetto, vedrebbero un’ulteriore entrata nella possibilità di richiedere un biglietto d’ingresso per la visita cortile, al momento ad ingresso gratuito.
Sebbene in questo secondo caso il prezzo sarebbe non particolarmente alto – 2 euro a persona – molti operatori del settore si dicono già piuttosto contrari, temendo un calo delle visite guidate, ad esempio.
Per quanto riguarda invece la possibilità di dormire nella suite – tutta ancora da valutare e da creare – di certo si tratterebbe di un privilegio di non immediata accessibilità per tutti: si parla infatti di un prezzo di ben 5000 euro a notte, decisamente una cifra non di poco conto.
L’idea potrebbe essere in prima istanza quella di offrire una sorta di “pacchetto completo” per matrimonio e prima notte di nozze in questo luogo così suggestivo.
La possibilità però potrebbe essere estesa a tutti, non solo ai novelli sposi.
E’ bene tener presente che al momento si sta parlando solo di una ipotesi, tutta ancora da vagliare.
Più concreta, invece, appare la futura introduzione del ticket d’ingresso al cortile di casa di Giulietta.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione VERONA iscriviti alla nostra newsletter