Carnevale nella valle più a nord d'Italia

Un Carnevale in Alto Adige, tra cime innevate e incantate. Ancora poco conosciuta e sfruttata dal turismo, la Valle di Tures è, con la Valle Aurina, il punto più a nord d'Italia.

Qui ci sono oltre 80 cime che superano i 3000 metri e fanno la gioia dei discesisti di tutta Europa. Qui c ‘è la famosa scuola di alpinismo di Hans Kammerlander e le piste di fondo si dipanano per circa 80 chilometri tra i boschi di pini, in un paesaggio degno dei migliori documentari sulla natura. Ma paesaggi da favola e gli sport alpini non sono tutto. Le due valli altoatesine sono anche luoghi di leggende e di avvenimenti folcloristici. E il Carnevale è uno dei momenti più importanti dell’anno. Quest’anno la grande festa si svolge a Molini di Tures, graziosa frazione di Campo Tures, il 27 febbraio e il 1° marzo. Una manifestazione così pazza e divertente da meritarsi il nome di Hollywood II. Il giovedì grasso si comincia alle 14,30 con la sfilata per le vie del paese: carri e bande musicali, maschere, giocolieri e saltimbanchi trasformeranno il villaggio in una sorta di circo sulla neve. Con grande gioia di tutti i bambini presenti.

Poi, per riscaldarsi, si continua la kermesse nelle cantine del paese, ballando e chiacchierando fino a tarda sera. Sorseggiando un bicchiere di vin brulé e assaggiando uno degli ottimi dolci altoatesini. Non preoccupatevi se farete le ore piccole, avrete tutto il tempo di riprendervi prima del gran finale di sabato grasso. Dopo un’ indimenticabile giornata sulle piste, rinfrancati da una doccia bollente, potrete dedicarvi al rito dell’aprés ski. Dalle 18 le vie del paese brulicheranno di gente che festeggia, entra in qualche bar per l’aperitivo, passeggia e si diverte. Naturalmente indossando maschere e lanciando coriandoli. Poi l’appuntamento è di nuovo nelle cantine. Per concludere in allegria la festa più trasgressiva dell’anno.


Vedi anche » ,

Informazioni utili

Cosa vedere a Valle di Tures   Dove dormire a Valle di Tures
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Valle di Tures iscriviti alla nostra newsletter