Carnevale di Rio, festa ed allegria

Quando si pronuncia la parola carnevale non si può fare a meno di pensare al Carnevale di Rio de Janeiro, il trionfo dell’allegria e della sontuosità per antonomasia.

I festeggiamenti cominciano a gennaio e durano fino all’inizio della Quaresima, momento in cui si dà l’addio definitivo ad ogni forma di vizio, di eccesso, di divertimento e di piacere.
Il carnevale di Rio è caratterizzato dai cosiddetti Blocos, gruppi di persone, di solito appartenenti ai vari quartieri della città, che durante la giornata o al termine dell’orario lavorativo si riversano nelle strade, vestiti in costume a tema e indossando maschere sfarzose, creative e pittoresche. I blocos sono impegnati in sfilate che animano loro stessi cantando e danzando, accompagnandosi con i tamburi. Sono sempre loro gli autori dei brani che andranno ad eseguire. I loro pezzi sono solitamente basati su classici della samba o su vecchie musiche specifiche del carnevale chiamate “Marchinhas de Carnaval”. Le Marchinhas si rifanno alla polka, dalla quadriglia, dal valzer, dal charleston.

L’emblema del Carnevale di Rio è proprio la samba, famosa in tutto il mondo anche grazie alle parate, competizioni organizzate dalle principali scuole di samba della città. Si svolgono nel celeberrimo sambodromo e durano ben quattro notti. Ciascuna scuola mette in campo 3-4000 sambisti che, vestiti anch’essi in costume, rappresentano il tema scelto dalla scuola a cui appartengono.

Un altro elemento tipico del carnevale sono i carri allegorici, sfarzosamente addobbati, su cui viaggiano persone anch’esse vestite a tema. Alcuni carri corredano le parate, attenendosi al tema scelto da una determinata scuola. Le parate sono accompagnate dalla batteria, la banda musicale e dal puxador do samba, il cantante che interpreta senza sosta il samba Enredo, cioè il tema in questione.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Rio de Janeiro iscriviti alla nostra newsletter