Hotel Savoy Palace, Gardone Riviera

L'Hotel Savoy Palace di Gardone Riviera, sul Lago di Garda, vanta un prestigioso passato che racconta di ospiti illustri: D'Annunzio, Umberto di Savoia, Winston Churchill e molti altri. Attratti dalla splendida posizione sul Golfo di Salò, nel Lago di Garda, ancora oggi personaggi famosi e persone comuni amano rifugiarsi in questo simbolo del lusso ampliato e restaurato nel 1999.

hotel gardone riviera
Hotel Savoy Palace, Gardone Riviera
Hotel Savoy Palace a Gardone Riviera, la strutturaHotel Savoy Palace a Gardone Riviera, la struttura

L’Hotel Savoy Palace di Gardone Riviera è un quattro stelle con 60 camere. L’arredo è elegante, fatto di legni pregiati, marmi e ornamenti che richiamano lo stile Liberty originiario. Le camere si dividono in Standard, Superior e Deluxe ed ogni stanza è dotata di bagno privato, mini-bar, cassaforte, TV satellitare e aria condizionata. Le camere Superior e deluxe offrono la vista sul Lago di Garda e sono dotate di un grazioso balconcino.
Il ristorante dell’Hotel, Angelo Landi, offre un ambiente ampio e accogliente che può ospitare incontri di lavoro o cerimonie di ogni tipo. La cucina offre prelibatezze gastronomiche nazionali e scelta di piatti internazionali di provenienza orientale o centro-americana. L’albergo dispone di sale meeting e personale qualificato per ogni esigenza mentre per gli ospiti che vogliono rilassarsi è possibile usufruire dei numerosi trattamenti del centro benessere o della piscina dell’hotel. Fedele alla sua antica tradizione di ospitalità, l’Hotel Savoy offre alcuni servizi esclusivi, come il servizio breakfast e dinner a lume di candela a bordo della piscina. A pochi metri c’è la spiaggia sul Lago di Garda e il campo da tennis. Per gli ospiti in soggiorno di lavoro, l’hotel offre due sale banchetti fino a 200 persone e tre sale congressi da 30 a 180 persone.  Per chi arriva in auto è disponibile un garage sotterraneo.



 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Gardone Riviera Lombardia iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*