Bit 2012, Milano si prepara per l’evento internazionale

Bit 2012
Bit 2012

Dopo un 2011 non certamente esaltante per il settore travel e una stagione invernale (ancora in corso) che solo ora si sta arricchendo del manto bianco molto ambito, dagli operatori e appassionati, durante le vacanze di Natale, ecco che riparte la Borsa Internazionale del Turismo (BIT), dal quartiere fieristico di Milano (Rho).

La fiera aprirà i battenti, per l’edizione numero 32, il prossimo giovedì 16 Febbraio e rimarrà aperta fino a Domenica 19. Le prime due giornate, come al solito, sono riservate agli operatori del settore mentre il pubblico potrà accedere alla fiera solo nelle giornate di sabato (18) e domenica (19).

Anche quest’anno saranno diversi i Paesi presenti alla manifestazione: Tra quelli che ritornano, quelli che sono presenti per la prima volta e gli habitué  ci sono Giappone, Corea, Svizzera, Irlanda, Ungheria, Quebec, Iran, Maldive, Malesia, Messico, Etiopia, Slovenia, Croazia, Lituania, Zambia, Thailandia, Cipro, Sri Lanka, Serbia, Svezia, Cuba, Giordania, Nepal .

Ma dalla Bit ci si aspetta soprattutto qualche novità. Tra quelle presentate dal’organizzazione ci sono le aree professionali separate, anche nei giorni di apertura al pubblico.  Una forma che tutela gli operatori del settore che si recano in fiera per affari e premia i visitatori interessati a viaggi originali e nuove proposte. Le aree aperte al pubblico saranno Italy e The World dove saranno proposti percorsi esperienziali.

Una fiera business con occhio strizzato al consumer, dunque,  novità che (forse) molti addetti ai lavori apprezzeranno potendo presentare direttamente al consumatore finale il proprio prodotto.

D’altronde, se solo si porgesse l’orecchio verso ciò che accade in Internet, ci si renderebbe conto di come la filiera si stia accorciando a tutto vantaggio di chi compra ma anche di chi vende. Anche perché, come dice un adagio proveniente dal mondo arabo, non bisogna dimenticarsi che il mondo è fatto metà per vendere e metà per comprare. E c’è chi aggiunge che però anche l’affare deve pendere da una parte ma anche dall’altra.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Senza categoria iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*