Bergamo da scoprire in funicolare

La più famosa è la funicolare che collega la Città Bassa, Beghem de hota, come dicono gli abitanti, a quella Alta, Beghem de hura, sede dello splendido nucleo storico.

La più famosa è la funicolare che collega la Città Bassa, Beghem de hota, come dicono gli abitanti, a quella Alta, Beghem de hura, sede dello splendido nucleo storico.
Due vagoncini colorati (la stazione bassa si trova nei pressi della Porta Nuova), con portata massima di un centinaio di persone, fanno incessantemente su e giù per una ripida collinetta, tappezzata di alberi e case, superando con disinvoltura un dislivello di 85 metri e una pendenza massima del 52%.

Una volta arrivati, è quasi d’obbligo una sosta al Caffè della Funicolare, un locale di carattere, con comode terrazze panoramiche, prima di tuffarsi tra le bellezze storiche e architettoniche della Città Alta (Duomo, Battistero, Palazzo della Ragione con la Torre Civica, Basilica di Santa Maria Maggiore con la Cappella Colleoni…).
Questa funicolare ha una storia lunga.
Realizzata per evitare l’isolamento del nucleo antico dalla città moderna, che andava espandendosi ai piedi della collina, effettuò la sua prima corsa il 20 settembre 1887.

Ma, a Bergamo, non è l’unica, c’è anche quella del Colle San Vigilio, che porta a scoprire un profilo inedito della città, lontano dalle rotte turistiche di massa.
Un vagoncino da 55 posti compie un percorso breve e rapido, superando un dislivello di 90 metri e raggiungendo una collinetta da dove lo sguardo spazia sulle Città Alta e Bassa.
Il colle, tanto amato dallo scrittore Premio Nobel Herman Hesse, è anche base di partenza per passeggiate e visite al Castello, sistemato a giardino pubblico, alla chiesetta panoramica di San Sebastiano, alle fortificazioni medievali e veneziane. Informazioni:
tel. 035.236.026

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Bergamo iscriviti alla nostra newsletter