Bancomat in Agenzia di viaggi, dal 2014 è obbligatorio

Secondo quanto riferito da TTG Italia, dal 2014 le Agenzie di viaggio saranno “costrette” ad accettare i pagamenti via bancomat. L’obbligo scatterebbe dal primo gennaio 2014 dopo un minimo di spesa ed è contemplato dal
Bancomat in Agenzia di viaggi, dal 2014 è obbligatorio
Bancomat in Agenzia di viaggi, dal 2014 è obbligatorio

Secondo quanto riferito da TTG Italia, dal 2014 le Agenzie di viaggio saranno “costrette” ad accettare i pagamenti via bancomat.

L’obbligo scatterebbe dal primo gennaio 2014 dopo un minimo di spesa ed è contemplato dal Decreto per lo sviluppo bis in via di definizione.  I dettaglianti, dunque, avranno l’obbligo di dotarsi di un POS.

La nuova iniziativa, tuttavia, non piace agli addetti ai lavori che sottolineano come i pagamenti con moneta elettronica hanno delle spese di transazioni che, in Italia, non possono essere addebitate al cliente. Su percentuali minime derivanti dalla vendita, l’aggiunta di percentuali di transazione, comportano un ulteriore abbassamento dei margini di guadagno già ridotti, soprattutto nell’outgoing.

Non sono mancati, almeno negli ultimi tempi, malumori da parte degli agenti di viaggio che rivendicano la possibilità di aggravio sul cliente delle tasse di transazione. Un’operazione che, come riferivo, in Italia non sarebbe legale mentre è contemplato nel resto del mondo.

E’ inconfutabile, però, il grande vantaggio da parte del consumatore finale che potrà partire, anche con un viaggio lastminute, con l’addebito della carta di credito posticipato. Una soluzione, in realtà, che in Internet è realtà da tanti anni. Pagare con carta di credito o moneta elettronica in Internet, acquistare un volo o una vacanza, prenotare un hotel o noleggiare un’auto, è un’operazione che via Web avviene quasi esclusivamente con moneta elettronica. Eppure non ci sono state proteste da parte delle OTA che, forse, a monte hanno già previsto l’aggravio di spese della transazione elettronica.

Tuttavia, pur comprendendo le rimostranze degli agenti di viaggi, è fuori dubbio che  l’evoluzione del comparto vacanze non può prescindere dal pagamento con carta di credito o bancomat.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Senza categoria iscriviti alla nostra newsletter

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*