Nessuna immagine
Siena

Itinerari gastronomici, cinte senesi

Il fuoristrada arranca tenace sullo sterrato e inforca un sentiero tortuoso, che buca una boscaglia fitta. Intorno sono colline e valloni tappezzati di arbusti, querce e lecci. Un ambiente intatto e rustico, che incarna il volto più selvaggio e inedito del Chianti, lontano anni luce dal mosaico di vigneti e oliveti (gli ultimi fazzoletti di vigna si trovano ad alcuni chilometri e sono stati letteralmente strappati alla selva), dai borghi d’atmosfera e dalle mille tentazioni turistiche cui ci ha abituati l’iconografia ufficiale.

Nessuna immagine
Emilia-Romagna

Shopping a Rimini

In una piazzetta lungo l’antica via Bertola, si trova ‘900, negozio elegante, con mobili e oggetti italiani, vetri francesi, bijoux americani, elementi per l’illuminazione, che spaziano dal liberty al modernariato.

Nessuna immagine
Emilia-Romagna

Dove dormire a Rimini

Il famoso architetto israeliano Ron Arad firma il restyling del centralissimo Hotel duoMo: 34 camere e 9 suite realizzate con soluzioni tecnologiche e di design all’avanguardia, colori molto vivi, forme futuristiche e materiali alternativi.

Nessuna immagine
Emilia-Romagna

Dove mangiare a Rimini

Simbolo della dolce vita riminese è il poliedrico Caffè delle Rose, nel cuore di Marina centro, all’interno dell’elegante palazzo ristrutturato dall’architetto Massimiliano Fuksas. In una morbida atmosfera total white, si può iniziare la giornata con i pasticcini “d’autore” di Roberto Rinaldini, uno dei titolari.

Nessuna immagine
Emilia-Romagna

Parco Regionale dell’Abbazia di Monteveglio

E’ il più piccolo parco naturale dell’Emilia Romagna e ha il suo cuore pulsante nel delizioso borgo medievale con torre trecentesca (oggi sede del Centro Visita), in cui si annida anche l’Abbazia di Santa Maria, una delle pievi più antiche dell’Italia settentrionale.

Nessuna immagine
Emilia-Romagna

Museo Cà La Ghironda a Ponte Ronca, Zola Predosa

A Ponte Ronca, sulla collina zolese, si annida questo museo più unico che raro, in cui le opere dell’uomo e quelle della natura dialogano e si fondono in maniera totale. Su un’area verde di 10 ettari, tenuti a bosco, vigneti, frutteti e piante aromatiche, sono infatti disseminate 210 sculture dei più grandi maestri del Novecento (Manzù, Cascella, Pomodoro, Vangi, Melotti, Cesar, Spoerri…, solo per fare qualche nome), che si possono ammirare seguendo il dolce percorso collinare.

Nessuna immagine
Castello di Serravalle

Alta Valle del Samoggia, Castello di Serravalle

Puntando verso Savigno, si va infine alla scoperta dell’Alta Valle del Samoggia. Curva dopo curva, il paesaggio diventa sempre più suggestivo, alberi di ciliegio incorniciano chiesette solitarie, come a Fagnano e corrono paralleli alla strada provinciale, che spalanca all’improvviso un sipario di calanchi e innumerevoli angoli di selvaggia bellezza.

Museo civico di Vignola
Emilia-Romagna

Le strade delle ciliegie di Vignola

Non sono in molti a sapere che le celebri ciliegie di Vignola sono prodotte non solo nelle campagne della cittadina modenese, ma anche sulle confinanti colline del bolognese, nella Valle del Samoggia, dove tengono a battesimo una ricca e rinomata strada dei sapori. 

Nessuna immagine
Prato allo Stelvio

Guida del parco dello Stelvio

Da non perdere le proposte del Parco Nazionale dello Stelvio, un altro dei più prestigiosi e suggestivi, che si estende tra Lombardia e Trentino-Alto Adige. I suoi quasi 135mila ettari sono in gran parte montuosi e vantano un massiccio come l’Ortles-Cevedale, con la sua favolosa cresta di ghiacciai, tra cui spicca quello dei Forni, il più grande della penisola. Le valli sottostanti sono veri e propri scrigni della natura: dalla Valfurva alla Val di Rabbi, dalla Val Trafoi alla selvaggia Val Zebrù, l’unica in Italia, dove si possono ammirare tutti e quattro gli ungulati delle Alpi: camoscio, stambecco, cervo e capriolo.

Nessuna immagine
Cogne

Parco Nazionale del Gran Paradiso

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso. Il nome è decisamente evocativo per il primo e più famoso Parco Nazionale, un eden della natura e della montagna, che avvolge le pendici del Gran Paradiso, l’unico massiccio a quota quattromila metri interamente in territorio italiano.

Nessuna immagine

Informazioni utili sulla Romania

Valuta: Leu Romeno (1 euro=36.000 lei)

Prefisso internazionale: +40

Targa internazionale:  RO

Corsia di guida: destra

Documenti di ingresso: Carta d’Identità o Passaporto

Vaccinazione richiesta: NN

Corrente elettrica: 220V

Unità di misura: metrico decimale

Fuso orario: + 1 ora dall’Italia

Giorni festivi a data fissa: 1° gennaio: Capodanno; marzo-aprile: Pasqua; 1° maggio: Festa del lavoro; 1° dicembre: Festa Nazionale; 24 dicembre: vigilia di Natale; 25 dicembre: Natale

Clima: clima tipicamente continentale con inverni freddi anche in pianura, primavere relativamente brevi, estati calde con frequenti precipitazioni temporalesche ed autunni freschi e piovosi.

Temperature medie: la media annua nella nazione dai -10°C ai 22°C.

Trasporti: Compagnia aerea nazionale Tarom; e molte altre compagnie: Alitalia, Carpatair, MyAir, Blue Air , Club Air. ecc. Treni:CFR, Trenitalia,

Aeroporti: Otopeni e Baneasa sono i due aeroporti di Bucarest. Altri aeroporti nelle seguenti città: Timisoara, Arad, Oradea, Cluj Napoca, Costanza, Baia Mare, Tirgu Mures, Suceava, Iasi.

Nessuna immagine

La scheda della Romania

Paese: Romania

Superficie: 237.500 km²

Capitale: Bucarest

Popolazione: 22 milioni di abitanti

Lingua: Romeno

Religione: cattolica e protestante. Religione della Chiesa Ortodossa Romena

Ordinamento dello Stato: repubblica parlamentare

Maggiori città: Bucarest, Brasov, Timisoara, Cluj-Napoca, Costanta, Sibiu, Galatzzi

Scozia, sui luoghi di Harry Potter
Fort William

Scozia: i luoghi di Harry Potter

in Scozia ci sono diversi luoghi di Harry Potter dal Castello alle brughiere battute dal vento, lividi specchi d’acqua, montagne maestose, orridi e valloni chiamati glen, boschi fittissimi, castelli misteriosi e un’atmosfera dai tratti tipicamente

Nessuna immagine
Loch Ness

Guida di Loch Ness

Loch Ness probabilmente il più noto e citato dei laghi scozzesi, vanta dimensioni di tutto rispetto (38 km di lunghezza, uno e mezzo di larghezza e ben 200 metri di profondità) e un’inossidabile storia di mostri.

Nessuna immagine
Aberdeen

Scozia: guida di Royal Deeside

Royal Deeside è una vallata spettacolare, a ovest di Aberdeen, solcata dal fiume Dee, che le dà il nome e punteggiata da borghi millenari intatti, pascoli e prati di erica e, naturalmente da castelli fiabeschi (alcuni provvisti di fantasma).

Nessuna immagine
Inverness

Scozia: guida di Inverness

Inverness è la capitale delle Highland, dalla storia turbolenta e sanguinosa, in cui Shakespeare ambientò il Macbeth, vanta una posizione strategica sul fiume Ness e può essere un comodo punto di partenza per visitare le località più famose della regione: Fort Williams, le falde del Ben Nevis, Loch Ness.

Nessuna immagine
Portree

Guida delle Ebridi

Sono circa 500 isole, di cui solo un centinaio abitate, al largo della costa occidentale e vengono distinte in Ebridi Interne, “Inner Hebridies“, ed Ebridi Esterne, “Outher Hebridies”. Già note a Plinio e Tolomeo, furono evangelizzate da San Colombano nel VI sec. d.c. Le più comode da raggiungere sono Mull, Coll e Tiree, nelle Ebridi Interne, un frequente servizio di traghetti le collega alla cittadina di Oban, sulla costa.

Oban, Scozia
Oban

Guida delle Argyll

Spettacolare contea dall’ovest scozzese, le cui tormentatissime coste sono lambite dalla tiepida corrente del Golfo, che, nella bella stagione, favorisce una vegetazione altrimenti impensabile a queste latitudini.

Loch Lomond, Scozia
Scozia

La Scozia in idrovolante

Un’esperienza indimenticabile esplorare la Scozia in idrovolante; a proporlo è Loch Lomond Seaplanes, la compagnia fondata qualche anno fa dal capitano David West, che a disposizione dei turisti mette dei silenziosi Cessna Turbo Stationair, in grado di atterrare sia sulla terra che sull’acqua e di trasportare quattro persone, oltre il pilota.

Il Miglio d'oro durante i Festival, Edimburgo ©Foto Anna Bruno
Scozia

Tour della Scozia

Da Jedburgh, nei Borders, ai confini con l’Inghilterra, si può puntare a nord, per ammirare i paesaggi di questa regione pastorale e le sue splendide abbazie (Jedburgh, Melrose, Kelso, Dryburgh).

Nessuna immagine
Edimburgo

Salmone e crostacei, cucina per buongustai in Scozia

A detta di molti, la Scozia è uno dei migliori posti al mondo per avere appetito. Il salmone, i crostacei, le aringhe affumicate, i merluzzetti di Arbroath, la carne Angus di Aberdeen, l’agnello dei Borders, la selvaggina e le conserve sono soltanto alcune delle leccornie, che questa terra così nordica riserva a tavola. Uno dei piatti tipici per eccellenza è l’haggis, lo stomaco di pecora riempito con interiora di ovino, cipolla, farina d’avena e accompagnato dalle bashed neeps, sottilissime fettine di rapa, e dalle chappit tatties, patate schiacciate.

Nessuna immagine
Edimburgo

Dove dormire in Scozia

In fatto di alloggi, la Scozia pone solo l’imbarazzo della scelta; si va da alberghi ricercatissimi, spesso ricavati all’interno di castelli e dimore sontuose, al più semplice affittacamere. Ottima e capillare è, per esempio, la rete dei bed&breakfast, indicati, solitamente, da cartelli esterni alle abitazioni. La dicitura “en suite” sta a indicare che le camere sono dotate di toilette esclusiva; mentre “vacancy” o “no vacancy” indica se ci sono o meno stanze libere.

Nessuna immagine
Irlanda

Guida dell’Irlanda del sud

Nella contea di Cork e Kerry (sud irlandese),  Killarney Lakes è una delle mete turistiche più frequentate, grazie ai tre laghi, le cui acque regalano straordinari giochi di luci e colori. Si trovano all’interno del Killarney National Park, mosso da abbazie e rovine di castelli. Lo spettacolo diventa ancor più suggestivo in autunno, quando i corbezzoli maturi tingono di rosso le sponde dei laghi.

Nessuna immagine
Galway

Guida di Aran Islands

Di fronte alla baia-fiordo di Galway, tra l’Ovest dell’Irlanda e lo Shannon Inferiore, le tre isole Aran -Inishmore, Inishmaan e Inisheer- incarnano un mondo affascinante e appartato, ricco di usi e tradizioni antichissime.

 

Nessuna immagine
Inghilterra

Guida di Yorkshire

A nord di Londra, è una contea dai tratti inconfondibili; ricca di itinerari a cui fanno da sfondo castelli (alcuni sono anche albergo) e antiche abbazie diroccate (Rosedale, Rievaulx Abbey, Fountains Abbey).

Nessuna immagine
Inghilterra

Guida di Liverpool, informazioni turistiche

Una delle capitali del nord-ovest inglese e uno dei porti più importanti d’Europa, oltre a battere costantemente bandiera Beatles (anche il moderno aeroporto è stato dedicato a John Lennon), si prepara a vestire al meglio gli abiti di Capitale Europea della Cultura 2008.

Nessuna immagine
Cardiff

Guida del Galles

Sta tutta a nord-ovest di Londra, la regione che diede i natali anche a Dylan Thomas, icona della Beat Generation, che la descrisse come un mondo scavato dalle miniere di carbone, percorso da fiumi, montagnoso e << pieno di (…) cori di chiese e squadre di calcio e libri di fiabe e neri cappelli a cilindro…>>.

Nessuna immagine
Cambridge

Guida di East Anglia, informazioni di viaggio

E’ la regione a nord-est di Londra, definita da una campagna a perdita d’occhio e dai paesaggi, che fecero da sfondo alle tele di John Constable, maestro paesaggista, che nacque proprio qui, nel 1776 e che qui visse per buona parte della vita, immortalando fiumi e barconi, mulini e scene campestri.

Piatto della tradizione inglese
Inghilterra

Abitudini alimentari inglesi

Sui banchi di scuola, ci hanno sempre insegnato, che le abitudini alimentari degli inglesi sono differenti dalle nostre: breakfast completo e robusto la mattina; lunch veloce a mezzogiorno; tea-time a metà pomeriggio, seguito da una cena frugale e non tardiva.

Chelsea Phisyc Garden, Londra
Inghilterra

Quando andare in Inghilterra

L’estate, con giornate lunghe e una maggiore luminosità è, comprensibilmente, il periodo più propizio per fare i turisti in Inghilterra, complici numerose manifestazioni e sagre folkloristiche, che si tengono un po’ dappertutto. 

Nessuna immagine
Svizzera

Guida di Zermatt

Forse non tutti sanno che, a Zermatt, le automobili sono off-limits da decenni e chi vuole  visitare la “perla” del Cervino, deve lasciare il proprio mezzo nel grande parcheggio a Tasch e proseguire in treno.

Nessuna immagine
Saint-Moritz

Guida di Saint Moritz

Primadonna della Alpi Engadinesi (il cantone è il Grigioni), St.Moritz, in romancio San Murezzan, è nel suo piccolo una cittadina di primati, che le hanno valso l’appellativo internazionale di Top of The World.

Nessuna immagine
Sciaffusa

Guida di Sciaffusa

Sciaffusa è una città gioiello a un passo dal confine con la Germania, resa ancor più affascinante dalle celebri cascate, le più alte d’Europa (28 metri), che il Reno sigla nelle immediate vicinanze.

Linz, Austria
Austria

Guida di Linz

Linz  è la terza città del Paese e capoluogo dell’Alta Austria, conta oltre 200mila abitanti e vanta una posizione strategica, che la vide fin dal medioevo crocevia di fiorenti commerci.

klagenfurt, Austria
Austria

Guida di Klagenfurt

Klagenfurt è il capoluogo della Carinzia (92.000 abitanti circa), vivacissimo centro commerciale e industriale, sfoggia un centro storico con porticati e stradine densi di atmosfera.

Montagne di Kitzbuhel, Austria
Austria

Guida di Kitzbuhel

Kitzbuhel è famosa per le gare di sci e a metà strada tra Innsbruck e Salisburgo, questa località alpina tirolese conserva un cuore antico nel suggestivo nucleo di case in stile rurale.

Graz, Austria
Austria

Guida di Graz

Graz, la capitale della regione stiriana, conta poco meno di 130.000 abitanti. E’ un importante polo di produzioni farmaceutiche, high-tech, auto  e si caratterizza per un piacevole quanto azzeccato mix di tradizione e modernità.

La toponomastica di Aberdeen, Scozia, su un edificio di granito
Aberdeen

Guida di Aberdeen

Affacciata sul Mare del Nord e resa inconfondibile dagli edifici in lucido granito locale, Aberdeen è, per grandezza, la terza città scozzese. Il petrolio e la pesca l’hanno resa ricca e vivace, e i suoi oltre 200mila abitanti sono da sempre orgogliosi di questa “splendida autosufficienza”. Il nucleo più antico, Old Aberdeen, disegnato da stradine in ciottoli, si trova a nord del centro, sulle rive del fiume Don e conserva edifici suggestivi, come St.Machar’s Cathedral (VI sec.), la costruzione in granito più vecchia della città