Alla conquista del feudo imperiale di Bardi

Il Castello di Bardi, la fortezza ultramillenaria che troneggia dall'alto del suo scanno di diaspro rosso l'omonima cittadella appenninica in Provincia di Parma, ospita domenica 20 luglio 2003 lo spettacolo "Tenzone medievale", organizzato dalla "Compagnia di San Giorgio e il Drago".

Il castello di BardiIl castello di Bardi

La Compagnia è ormai conosciuta in tutto il Centro ed il Nord della Penisola per la sua affidabilità e professionalità sia nell’organizzazione che nell’ allestimento di giornate storiche e rievocazioni di battaglie od eventi famosi. E questa volta a rivivere come per un inspiegabile incantamento sarà la battaglia avvenuta proprio qui nel Castello di Bardi nel lontano 1307 tra i fedeli del Papa Bonifacio, i guelfi, e l’esercito dell’imperatore, i ghibellini. Oggi come allora i visitatori si vedranno “interrotti” nella loro camminata attraverso i secoli da armigeri che allestiscono catapulte, arieti e torri mobili (l'”artiglieria” pesante di una volta!). Più di centoventi soldati, tra attori e comparse accuratamente vestiti ed armati, scaglieranno poi il loro impeto (lancio di massi, colpi di ariete, balestre e frecce) contro un vero e proprio ponte levatoio ricostruito appositamente e poter così espugnare la fortezza della potente casata dei Landi. La rievocazione, che sarà allestita intorno alle 16, verrà preceduta da una tenzone tra cavalieri, torneo in cui si affermavano le proprie virtù marziali per difendere il proprio onore o conquistare gli occhi di una dama.

Nella mattinata si potrà ammirare uno spettacolo teatrale che richiamerà la memoria sulla commovente storia di Soleste e Moroello, un amore diventato leggenda, con il fantasma di quest’ultimo che grida ancora tra gli anfratti del tempo il proprio disperato dolore. La giornata intera sarà inoltre allietata dalla presenza del mercatino “Gilde et Speziali”: il visitatore potrà immergersi nella quotidianità di dame, cavalieri, popolani, arcieri, giullari, monaci e nobili. Si tratta infatti di fondachi medievali di artigiani provenienti da ogni parte d’Italia, che espongono nelle loro botteghe vestiti, armi, scudi, utensili, masserizie e altro ancora rigorosamente alla moda…di sette secoli fa! Un affascinante tuffo nel passato per accorgersi che il tempo non ha potuto scalfire questa antica fortezza che conserva ancora pressoché intatti i camminamenti di ronda, gli acquartieramenti dei soldati, le armerie, le sale signorili e quelle della servitù. La Cooperativa “Diaspro Rosso” offre un servizio di visite guidate su prenotazione.
· In occasione della Tenzone il costo del biglietto è di 8,00 euro per persona. I bambini dai 6 ai 14 anni pagano il prezzo ridotto. Sotto i 6 anni gratuito. Possibilità di pranzare al sacco nella Taverna del Castello.
· La Cooperativa organizza anche buffet freddi, cene medioevali, banchetti, solo su prenotazione.
· Visite guidate anche in notturna, alla ricerca del Fantasma del Castello.
Bardi si raggiunge con l’Autostrada A15 Parma-La Spezia, uscita Fornovo, il capoluogo dista 32 Km dal casello. Esiste anche una linea di pullman con partenza da Parma – P.zza C.A. Dalla Chiesa.


Vedi anche » ,

Informazioni utili

Cosa vedere a Parma   Dove dormire a Parma
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Parma iscriviti alla nostra newsletter