Aggiornamenti dagli aeroporti della Thailandia

A fronte dell'evolversi della situazione in Thailandia e degli eventi occorsi nelle ultime ore, Royal Thai Embassy in Italia riporta che la fine delle dimostrazioni anti-governative che hanno portato alla chiusura di entrambi gli scali di Bangkok si prevede per le ore 10:00 (ora locale) del giorno 3 dicembre.

La compagnia di bandiera Thai Airways si prepara a tornare ad operare a pieno regime dagli aeroporti della capitale, anche in conseguenza della posizione dell’Autorità Aeroportuale Thailandese (AOT), che contempla il ripristino in tempi più brevi del previsto della normale operatività degli aeroporti coinvolti e ipotizza per il prossimo venerdì 5 dicembre i primi voli passeggeri dal Bangkok Suvarnabhumi Airport in concomitanza con il compleanno di Sua Maestà il Re Bhumibol Adulyadej. Le prime ispezioni effettuate in loco hanno infatti dato esito positivo sulle condizioni strutturali dell’aeroporto internazionale, che potrebbe dunque riaprire in anticipo su quanto considerato in un primo momento.
Al momento resta comunque operativo il THAI Public Relation Center istituito da Thai Airways per fornire informazioni ai passeggeri fino alla riapertura ufficiale degli aeroporti di Bangkok.
Il PRC è contattabile dalle ore 6:00 fino a mezzanotte al numero +66-2-5454000 (telefonata intercontinentale).
Per maggiori informazioni è inoltre possibile contattare THAI’s 24-hour International Contact Center al tel. +66-2-3561111 (telefonata intercontinentale) o gli uffici Thai Airways Italia ai numeri 06/47813304 (Roma) e 02/8900351 (Milano).
Thai Airways, la compagnia di bandiera thailandese fondata nel 1960, vola non-stop dall’Italia alla Thailandia tutti i giorni da Roma o Milano, con proseguimenti e coincidenze per oltre 70 destinazioni in partenza dal più moderno e funzionale Hub dell’Asia, il nuovo Bangkok Suvarnabhumi Airport: la compagnia opera collegamenti in Cina (7 destinazioni), Birmania, Vietnam (2 destinazioni), Malesia (2 destinazioni), India (6 destinazioni), Indonesia (2 destinazioni), Giappone, Australia (4 destinazioni), Nuova Zelanda, Europa e Nord America.


Vedi anche »

Informazioni utili

Cosa vedere a   Dove dormire a
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Senza categoria iscriviti alla nostra newsletter