Aeroporto Forlì da intitolare a Mussolini: proposta forte

Arriva una proposta - che definire "forte" forse è ancora poco - per intitolare l'aeroporto di Forlì a Benito Mussolini. Ecco le motivazioni di chi ha lanciato l'idea e le reazioni scatenate.

Arriva in queste ore una notizia particolare, relativa al mondo degli aeroporti: si apprende che è stata sollevata una proposta per intitolare l’aeroporto di Forlì a Mussolini.
E’ stato Massimo Balzani, presidente degli industriali di Forlì e Cesena, a dichiarare che lo scalo dovrebbe essere ribattezzato “Benito Mussolini“, invece che a Luigi Ridolfi, come avviene attualmente.
Il motivo, secondo Balzani, risiderebbe nell’origine stessa dell’aeroporto: è stato Mussolini, negli anni ’30, a caldeggiare la costruzione di questo scalo.
Inoltre, ancora secondo Balzani, la mossa di cambiar nome – apponendo all’aeroporto quello del duce invece che quello di Ridolfi – sarebbe una mossa dal forte ritorno pubblicitario che punterebbe l’attenzione sull’intera area, così da ottenerne visibilità e probabilmente forte richiamo.
Le reazioni non si sono fatte attendere e sono state uninimamente negative: a partire dal sindaco di Forlì che a Repubblica dichiara che questa proposta è una “sciocchezza così grande che non l’ho nemmeno commentata”, passando per l’Anpi (Associazione dei partigiani) che brevemente commenta facendo sapere che “non si intitolano aeroporti ai criminali”.
Un secco no arriva inoltre proprio da Confindustria che ritiene “del tutto inopportuna” la proposta.
Fatte queste premesse, appare chiaro che l’aeroporto di Forlì continuerà a chiamarsi “Luigi Ridolfi”, tuttavia la notizia non lascia indifferenti.

Informazioni utili

Cosa vedere a   Dove dormire a