A Rabat, città Patrimonio mondiale UNESCO in Marocco

Rabat è stata decretata nuova città Patrimonio mondiale UNESCO: ottimo motivo per organizzare un viaggio in Marocco alla sua scoperta, puntando anche agli altri siti iscritti nella stessa prestigiosa lista.

Il Marocco si sta dimostrando una terra sempre più accogliente e vocata al turismo, così come Rabat che oggi raccoglie uno dei più alti riconoscimenti: la città è stata infatti iscritta nella lista dei luoghi Patrimonio mondiale UNESCO.
L’occasione è dunque d’oro per organizzare un viaggio in Marocco, partendo proprio dalla scoperta di Rabat, capitale del paese che ben esprime il connubio del suo passato arabo-musulmano e l’attuale propensione – manifestata in realtà già da qualche decennio – a proiettarsi verso un modernismo sempre più evidente.
Doverosa la visita della Kasbah dei Oudayas e della necropoli di Chellah, passando ovviamente dalla medina.
Qui si respira il sapore del passato della città, in atmosfere sospese nel tempo.
Nella zona della città nuova, invece, si consiglia di visitare le residenze reali, il giardino d’Essais e i nuovi complessi commerciali.
Anche qui però ci sono testimonianze più antiche, rappresentate ad esempio dalle mura almohadi e dalla Torre Hassan.
Per chi volesse approfondire la conoscenza di altri luoghi meravigliosi del Marocco, si potrebbe pensare all’organizzare un tour tra gli altri siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO in questo paese: la piazza Jemaâ El Fna di Marrakech; la Kasbah Aït Ben Haddou; il sito archeologico di Volubilis; le medine di Fès, di Marrakech, di Tétouan e di Essaouira; le città di Meknès e di Mazagan El Jadida.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione RABAT iscriviti alla nostra newsletter