A Fontanellato (PR) è in gara il 'gelato estemporaneo'

Piace a grandi e piccoli in ogni stagione, in cono, coppetta o vaschetta. Solletica il gusto anche in versione hi-tech ed è pronto a conquistare tutti i palati più golosi d’Italia e gli appassionati del turismo gastronomico: domenica 22 giugno dalle 15 alle 20 debutta per la prima volta a Fontanellato (20 km da Parma) in Rocca Sanvitale, una gara davvero originale dedicata ad un classico prodotto artigianale made in Italy. Il gelato sì, ma preparato all’istante – davanti a tutti - a meno 196 gradi!

Si alza infatti il cucchiaio d’oro sul secondo Campionato Internazionale di Gelato Estemporaneo “Gelato all’Azoto Liquido”, direttamente dai fornelli della cucina molecolare degli scienziati che si trasformano in gelatai e dei più rinomati pasticceri che si trasformano in fisici, mantenendo tutta l’arte del sapere artigianale.
Il gelato all’azoto liquido – a raffreddamento ultrarapido con spettacolare preparazione affascinante da vedere per gli spettatori, oltre che eccezionale da degustare – è uno dei simboli della nuova cucina scientifica, punta avanzata della gastronomia nazionale.
I concorrenti. Sono invitati a partecipare al Campionato i gelatai del parmense, dell’Emilia Romagna e di tutta Italia, purché si presentino a coppie (per iscrizioni, scrivere alla mail IAT Ufficio Turistico Rocca Sanvitale: e-mail: info@fontanellato.org – indicando dati anagrafici, estremi della carta d’identità, recapiti telefonici dei partecipanti, provenienza. Oppure telefonare al numero 0521-823220. Le iscrizioni si possono effettuare fino a giovedì 5 giugno 2008. Ci si può iscrivere a tutte e 4 le gare o concorrere a 1 sola gara a scelta).
Possono mettersi alla prova anche coppie di amanti del gelato non esperte che vogliono indossare il grembiule bianco e improvvisarsi gelatai. L’evento è organizzato dal Comune di Fontanellato in collaborazione con il professor Davide Cassi, docente di Fisica all’Università degli Studi di Parma, la ditta Sapio s.r.l e la ditta Cryofarm.
Prove libere. Dalle 15 alle 16.30 sono in programma le prove libere, in cui i partecipanti – si concorre solo a coppie rigorosamente maggiorenni (per i minorenni, occorre liberatoria e accompagnamento dei genitori) – possono allenarsi con le basi e le attrezzature di gara. Gelato in gara. Dalle 17 alle 20 inizia la kermesse a punti di fronte a una giuria di giornalisti qualificati e davanti al pubblico goloso che assisterà al campionato, valutando assaggio dopo assaggio.
Le gare previste in carnet sono quattro: gara di quantità (vince chi produce più gelato, utilizzando un litro di azoto liquido); gara di velocità (vince chi produce 1 chilogrammo di gelato nel minor tempo); gara di qualità (vince chi produce il gelato migliore, partendo da una base comune a tutti); prova speciale “Gelato di Vino” (vince chi produce il miglior gelato, utilizzando come base comune una bottiglia di vino dolce).
Premi. Verranno premiati con un contenitore per azoto liquido da 10 litri distribuito da Cryofarm i primi classificati (la coppia prima classificata) di ogni gara. Verrà assegnato a tutti i concorrenti un diploma che attesta la partecipazione.

Materiale. L’attrezzatura di gara – fornita dall’organizzazione – consiste in una pentola in cui si produce il gelato, una pentola da cui si versa l’azoto liquido, una frusta in metallo, una brocca in cui è contenuta la base (salvo la prova speciale, in cui il vino si versa direttamente dalla bottiglia).
Assaggi per il pubblico. Il pubblico potrà assaggiare i vari gelati, mettendosi in coda, e partecipare alle iniziative collaterali: esibizioni di cuochi e gelatai, assaggi di spiedini di frutta e gelato, oltre ad acquistare nelle gelaterie del paese che aderiscono all’evento il famoso gelato all’azoto liquido, accanto al gelato tradizionale.
Gelato all’Azoto Liquido. E’ un gelato istantaneo utilizzando l’azoto liquido a “meno 196 gradi” che regala all’assaggio la sensazione piacevole di un gelato che non raffredda la bocca e permette di gustare il sapore con la stessa intensità dall’inizio alla fine. Grazie alla formazione di cristalli di ghiaccio molto più piccoli del gelato tradizionale garantisce una consistenza vellutata del preparato che rinfresca il palato senza gelarlo e senza, quindi, comprometterne la sensibilità.

Weekend 21-22 giugno 2008 a Fontanellato. Per chi volesse trascorrere il weekend a Fontanellato ricordiamo che sabato 21 giugno 2008, in Rocca Sanvitale a Fontanellato fuochi d’artificio piovono come rugiada nell’evento “Fuochi e Suoni sull’Acqua”. Grande festa enogastronomica con prodotti tipici. Giro in barca nel fossato del maniero per grandi e piccini. Borgo medievale illuminato da fiaccole e concerti dal vivo, in tutti gli angoli del paese: musica soul, blues, funky e rock; musica d’intrattenimento; cover e musica anni Sessanta; piano-bar con musica anni Settanta; ballo liscio e revival.
Domenica 22 giugno, attorno alla Rocca Sanvitale, è in programma il Mercatino del Biologico “Rocca e Natura”. Tra sapori biologici, aromi di spezie e ninnoli d’artigianato tradizionale in materiali ecologici, dalle 9 alle 19 come ogni quarta domenica del mese, il giardino delle delizie “Rocca e Natura” propone in piazza prodotti naturali, equo-solidali, omeopatici e olistici. Dalla tavola al centrotavola, una “mela biologica” si mangia o diventa decorativa: così imprenditori agricoli di nicchia, artigiani creativi, hobbisti, associazioni del benessere espongono le loro novità. Dal brocantage al biedermaier, decoupage, vetro soffiato e raku…fino a miele, tisane, marmellate, pane, formaggio, frutta e verdura bio. Fontanellato è inserito da anni nella filiera del commercio biologico di qualità. Di fatto, commercianti, agricoltori e maestri dell’ingegno espongono prodotti naturali, biologici e opere della creatività: ci sono ortaggi e frutta fresca coltivati da aziende che scelgono l’agricoltura biologica, l’artigianato artistico, alcuni accessori dell’abbigliamento naturale, i prodotti erboristici, le piante officinali e tante idee regalo come i saponi e le candele di cera d’api. Info. 0521-823220.

Chi è il direttore scientifico dell’evento “Gelato all’Azoto Liquido” ? Il professor Davide Cassi, classe 1963, si è laureato in Fisica nel 1986, nel 1988 ha conseguito la Specializzazione in Scienza e Tecnologia dei Materiali, nel 1992 il Dottorato di Ricerca in Fisica.
Dal 1995 al 2000 è stato Ricercatore di Fisica Teorica ed è attualmente Professore Associato di Fisica della Materia all’Università di Parma, dove è Presidente del Corso di Laurea in Scienze Gastronomiche e tiene i corsi di Meccanica Quantistica, Fisica Statistica e Fisica per Scienze Gastronomiche .
E’ docente di Gastronomia Molecolare all’Accademia ALMA di Colorno e membro dell’Accademia Italiana della Cucina.
E’ Editor della collana internazionale di testi scientifici Advances in Statistical Mechanics della World Scientific Publisher, nonché Associate Editor dell’International Journal of Modern Physics.
Le sue ricerche riguardano la materia disordinata, i frattali, la gastronomia scientifica e la teoria dei grafi, ed è autore di un centinaio pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali.
Da oltre 15 anni applica alla gastronomia i suoi studi sulla fisica dei sistemi complessi. Ha collaborato e collabora con chef e pasticceri di tutto il mondo alla realizzazione e sperimentazione di nuove ricette. Ha creato e dirige il Laboratorio di Gastronomia Scientifica, unica struttura nel suo genere in Italia, in cui si elaborano e sperimentano, scientificamente e gastronomicamente, nuove tecniche di cucina.
Ha partecipato a numerosi eventi pubblici e trasmissioni radiofoniche e televisive di divulgazione scientifica e gastronomica.
Ha pubblicato, con lo chef Bocchia, il libro “Il gelato estemporaneo ed altre invenzioni gastronomiche”, (Sperling & Kupfer, 2005), il primo manuale-ricettario di cucina molecolare, di cui è da poco comparsa la seconda edizione (pubblicato in Spagna con il titolo “La ciencia en los fogones” Trea, 2005).
Tra le altre cose, ha studiato flauto al conservatorio e possiede un diploma di Sommelier.

Fontanellato. E’ Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, Città d’Arte e Cultura, Cittaslow – città del buon vivere e della buona tavola. Culla dell’enogastronomia di qualità, coniuga da sempre tradizione e innovazione. La Rocca Sanvitale è circondata ancora oggi dal fossato colmo d’acqua. In tema enogastronomico, Fontanellato ospita la mostra-mercato dei prodotti tipici italiani La Dispensa dei Sanvitale (domenica 14 settembre e domenica 9 novembre) e il Festival Librogustando che abbina i prodotti tipici di qualità all’editoria enogastronomica italiana (domenica 9 novembre).

Cucina scientifica. La cucina scientifica è una frontiera avanzata della ricerca gastronomica. E’ una vera e propria disciplina scientifica, che ha come scopo la ricerca di nuove tecniche di cucina e nuove modalità di preparazione degli alimenti, che possano ampliare il patrimonio attuale della gastronomia, permettere di conciliare le esigenze dietetiche con la qualità gastronomica dei prodotti, e valorizzare le materie prime naturali e biologiche elaborandole con tecniche fisiche anziché utilizzare additivi chimici.

Gruppo Sapio. Profilo: Gruppo Sapio Nato a Monza nel 1922, è oggi uno dei principali Gruppi operativi sul mercato italiano nel settore dei gas tecnici e medicinali: ossigeno, azoto, acetilene, anidride carbonica, idrogeno, argon, elio, miscele e gas iperpuri, gas e miscele F.U.
L’attenzione dedicata in otre 85 anni di attività all’innovazione del prodotto e all’evoluzione di applicazioni nel campo dei gas tecnici, è andata di pari passo allo sviluppo di tecnologie innovative, energeticamente compatibili e rispettose dell’ambiente in cui viviamo. E’ in quest’ottica che va inserita la collaborazione di Sapio con importanti centri di ricerca e istituti universitari dei quali è diventato partner nello sviluppo di progetti e tecnologie in settori tecnologici avanzatissimi.

Cryofarm. Profilo: La società commerciale distribuisce in Europa i contenitori per azoto liquido della Chengdu Golden Phoenix, che produce contenitori per lo stoccaggio e il trasporto di azoto liquido dal 1976.

Per iscrizioni
Iat Museo Rocca Sanvitale
Ufficio Turistico, tel. 0521-823220
Mail: info@fontanellato.org

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Parma iscriviti alla nostra newsletter