A Felino… fantasmi col mal di testa

Che i partecipanti alle Ricordanze di Sapori edizione 2003 rischino di perdere la testa, affascinati dalle magnificenze storiche, artistiche ed enogastronomiche delle kermesse, è un fatto.

Il castello di Felino © Diritti riservatiIl castello di Felino © Diritti riservati

Che invece si ritrovino a perdere la testa in senso letterale anche dei fantasmi, è sicuramente un arcano. Avverrà al castello di Felino (PR), la mitica fortificazione posta in cima a una collina ai piedi del preappennino toscoemiliano nota prima di tutto ai buongustai, agli amanti del leggendario “salame” (delicatesse oblige), in seconda battuta agli amanti della storia e della grande tradizione parmigiana. Le Ricordanze di Sapori, idea dell’Associazione dei castelli del Ducato di Parma e Piacenza, rivelatasi assolutamente vincente nella sua geniali semplicità (fasti e cene in costume alla corte dei signori, con uso di spettacolo) tornano più ricche e superbe che mai. Glamour che le Ricordanze si sono guadagnato, è il caso di dirlo, sul campo: tra armature rilucenti, spade (per la verità e per fortuna poco minacciose) splendore dei costumi di dame e cortigiani, e soprattutto rivisitazione moderna (ma non troppo) delle antiche delizie delle tavole padronali. “Fantasmi e vecchi merletti alla tavola del Du Tillot” (sottotitolo esplicativo “Anche i fantasmi perdono la testa!!!”), l’originalissima Ricordanza di venerdì 6 giugno prossimo, è un ottimo alibi estivo per godere a Castello del favor delle stelle e degli umani. Tema fantastico e fan,tasma.gorico della serata sarà proprio la testa .vagante del povero capitano Ottobono. Ma ascoltiamo il bardo : “. Fra maialin da latte, vitello e orzo perlato – dall’arrivo di Ottobono verrai frastornato. Povero capitan, dai tempi bui tornato, – vuol recuperar il capo suo “mozzato”. Si servon le carni con i profumi dell’orto – ma nessun vuol creder che lui sia proprio morto. – Il pasto è di salame, il gelato è alla “sresa”
– ma dopo il caffè il finale è a sorpresa !! Tutta una filosofia di vita ( e di gourmandise) in pochi, efficacissimi versi!
Lasciando alla farsa che rallegrerà la serata il compito (di divertir e informare sulle vicissitudini di Ottobono e della sua per altro giustificata cefalea le sorprese, si sa, non sono più tali se annunciate), ci occuperemo più volentieri dell’argomento al quale i parmigiani doc non sanno resistere e i visitatori d’altrove impareranno ben presto ad amare: l’enogastronomia d’antan, rivisitata dalle mani sante di alcuni tra i più prestigiosi cuochi dei due territori. Per la serata di Felino, lo chef Maurizio Morini, su menù a cura di Marco Parizzi, figlio d’arte (il celeberrimo ristorante Parizzi di Parma ha fatto la felicità di intere generazioni), diventato personaggio televisivo, farà miracoli alle prese con materie prime eccellenti. Udite, udite. Stuzzichino del Castello; Reale di vitello freddo con salsa al pepe verde e rosa; Maltagliati al guanciale e asparagi; Orzo perlato mantecato alla pasta di salame; Maialino da latte al forno con patate; Gelato alla vaniglia e amarene con spuma di cioccolato; Caffe’ e digestivi. Vini, obviously, come direbbe lord Caernavon: selezione del Castello, una scelta dei classici della zona. Gentildonne e nobiluomini, la scienza di Chichibio è dolce esaltazione dei sensi nel contesto delle Ricordanze. A Felino è paradiso. La cena è servita alle 21.00 al prezzo (irrisorio per la nostra gioia) di 45,00. La prenotazione obbligatoria. E’ l’unico modo per esserci. I pretendenti sono tantissimi, ma la felicità è di chi arriva prima degli altri!
Per informazioni e prenotazioni: Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – Club di Prodotto, Tel. 0521.829055
Per chi desidera pernottare un ottimo suggerimento è l’Albergo Astoria accanto alla stazione ferroviaria di Parma (via Trento 9, tel. 0521.272717). Per l’occasione di “Ricordanze di Sapori” vengono proposte tariffe scontate: per la camera doppia 45 euro per persona, per la singola 70 euro. E’ inclusa la prima colazione. Nei dintorni di Felino, c’è l’Albergo Torre (Via Ghirardi 8, 43030 San Michele Tiorre, Felino tel. 0521.831491). Ambienti suggestivi (alcuni con camino) in un ex convento del ‘600. Il pacchetto speciale “Ricordanze di Sapori” costa 66 euro a persona e comprende: un pernottamento in camera doppia, prima colazione, un elegante monografia sul Parmigianino, edita da Rusconi, in regalo).


Vedi anche » ,

Informazioni utili


Sito Web Cosa vedere a Parma   Dove dormire a Parma
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Parma iscriviti alla nostra newsletter