4 metriche per misurare un piano di social media marketing con KPI

Metriche Social Media: KPI
Metriche Social Media: KPI

Uno dei principali problemi per chi si occupa di social media marketing (SMM) è poter adottare metriche per misurare il successo delle operazioni così come avviene nel marketing tradizionale. Il ROI (guadagno da investimenti – Il costo di investimento / costo di investimento) , nel social media marketing, non è adottabile e la sua inapplicabilità rende poco comprensivo il piano di social marketing.

L’argomento è stato a lungo discusso da Margaret Francis, Vice Presidente di Lithium, in una sessione dell’ultimo Web 2.0 Expo di San Francisco. Secondo Francis quando si pianifica nel social media marketing non è il ROI che bisogna prendere in considerazione ma gli indicatori del KPI (key performance indicator) che mappano gli obiettivi del business. In particolare sono 4 le metriche da considerare.

1. Percezione del marchio

Misurare la percezione, la visibilità e la reputazione del marchio. “Perché Visa sponsorizza le Olimpiadi? “ Perché si sceglie di essere visibili su Twitter? E’ importante misurare questi fattori per migliorare il proprio brand.

2. Efficienza del Web Marketing

Bisogna analizzare il sito web, ottimizzarlo in ottica SEO, studiarne il traffico. Si pensi che negli Stati Uniti il traffico da Twitter sta diventando una piacevole realtà. Il New York Times riceve oltre il 10% di traffico dal sito di microblogging. E poi. Studiare le statistiche provenienti da Analytics. Tutti questi fattori diventano degli indicatori per la percezione del business e del suo successo.

3. Crescita dei ricavi

Misurate i leads, gli iscritti alla newsletter, i download. Tutti questi fattori sono importanti per comprendere il traffico qualificato che si tramuta in conversioni. In questo modo potete affinare le tecniche di marketing per identificare il profilo adatto al vostro business.

4. Risparmi sul la ricerca

L’analisi dei social media può fornire informazioni interessanti che può anche far risparmiare i costi derivanti da altre modalità di ricerca.

Se volete conoscere ancora più nei dettagli l’analisi fatta da Francis, vi consiglio di dare un’occhiata alle slide che seguono.


Informazioni utili

Cosa vedere a   Dove dormire a

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione iscriviti alla nostra newsletter

2 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*